Approfondimenti

COVID-19: in arrivo le chiusure selettive

numeri COVID-19 - Indicazioni governo

Ogni 100 positivi trovati in Italia sono 8 quelli che vengono ricoverati, lo 0,02% quelli che necessitano la terapie intensiva. I servizi clinici ospedalieri, a parte casi di sofferenza cronica, ancora non segnalano crisi. La situazione è completamente diversa dalla prima ondata COVID, soprattutto in Lombardia, mentre per altre Regione come Campania e Lazio, questa fase epidemica è già molto peggiore di quella precedente.

I servizi di prevenzione però sono entrati in sofferenza ovunque e sta andando in tilt la capacità di tracciare e tamponare i contatti delle persone positive. Non funzionando il contenimento, ci vorranno rapidamente le restrizioni. Chiusure selettive a cominciare dai luoghi e dalle occasioni di ritrovo, anche quelle familiari. In sintesi ecco il pensiero di Vittorio Demicheli, direttore sanitario della Ats di Milano, epidemiologo dell’unità di crisi della Lombardia, intervistato da Claudio Jampaglia.

Non ci sono ancora segnali di impegno significativo dei servizi di cura. Però ci preoccupa questa accelerazione che i dati degli ultimi giorni stanno segnalando, perché anche se misuriamo dei casi molto leggeri, in proporzione, dentro i nuovi positivi, si iniziano a vedere situazioni che richiedono ricovero. Che richiedono la terapia intensiva. La cosa, al momento, non assomiglia neanche lontanamente a quella di marzo. Di buono c’è che adesso siamo in condizione di fronteggiare la crescita con molto anticipo. Cioè noi adesso ci stiamo già preoccupando di un fenomeno che per gravità è molto lontano da quello che ci ha costretto al lock-down di marzo. Però il fenomeno accelera e la nostra capacità di arginarlo solo con il contenimento e il tracciamento inizia a cedere. Quindi sarà necessario pensare a dei provvedimenti che riducano la possibilità del contagio. Il Governo ha già preso un provvedimento con l’obbligatorietà delle mascherine ma è allo studio un provvedimento concertato con le regioni ed è probabile che vengano introdotte anche delle restrizioni su altre attività. In questa fase il suggerimento dei tecnici è di cominciare a ridurre le attività meno prioritarie. Quelle che comportano grosse aggregazioni è bene che vengano limitate. Così come è bene che vengano limitate le attività aggregative familiari. Feste, compleanni, celebrazioni in questo periodo è meglio rinviarle o farle con un numero minimo di invitati. L’Italia sta andando a una velocità che è molto inferiore rispetto agli altri Paesi europei. Adesso, però, stiamo raggiungendo un volume che indica un’accelerazione. Abbiamo il dovere di provare a frenarla, senza poi essere obbligati a dover prendere provvedimenti drastici. Questa frenata dipende dalle responsabilità di ognuno. Bisogna imparare a convivere con questa situazione di disagio per parecchi mesi. Bisogna iniziare a fare delle rinunce, partendo da quelle più sostenibili, quelle meno essenziali perché questa situazione non sarà breve.

La versione integrale dell’intervista la potete ascoltare su Itaca del 10 ottobre 2020

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 14/04/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 14/04/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 14/04/21 delle 19:49

    Metroregione di mer 14/04/21 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 14/04/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Sunday Blues di mer 14/04/21

    Sunday Blues di mer 14/04/21

    Sunday Blues - 14/04/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 14/04/21

    Uno di Due di mer 14/04/21

    1D2 - 14/04/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 14/04/21

    Considera l'armadillo mer 14/04/21

    Considera l’armadillo - 14/04/2021

  • PlayStop

    Jack di mer 14/04/21

    Intervista ad Alex Favaretto di Shervood Festival per l'iniziativa a sostegno del mondo dello spettacolo "Cambiamo Musica, a cura di…

    Jack - 14/04/2021

  • PlayStop

    Stay Human di mer 14/04/21

    Stay Human di mer 14/04/21

    Stay human - 14/04/2021

  • PlayStop

    Memos di mer 14/04/21

    La giustizia della sorveglianza. Appare così la giustizia esercitata “in nome del popolo italiano” dalle parti delle procure di Trapani…

    Memos - 14/04/2021

  • PlayStop

    Giulia Guazzaloca, Uomini e animali

    GIULIA GUAZZALOCA - UOMINI E ANIMALI - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 14/04/2021

  • PlayStop

    Cult di mer 14/04/21

    ira rubini, cult, piccolo teatro occupato, coordinamento spettacolo lombardia, globe theatre roma occupato, celeste, giada, marco cacciola, tiziana ricci, nerina…

    Cult - 14/04/2021

  • PlayStop

    psicoradio di mar 13/04/21

    Aggrapparsi alle canzoni - Durante la settimana di Pasqua, la redazione di Psicoradio fa una pausa, una boccata di disconnessione…

    Psicoradio - 14/04/2021

  • PlayStop

    Doppio Click di mer 14/04/21

    Il futuro della rete in Italia; l’attacco alla centrale di Natanz in Iran; i piani USA per contrastare la Cina;…

    Doppio Click - 14/04/2021

  • PlayStop

    Prisma di mer 14/04/21

    L'allarme dei medici: non riaprite troppo in fretta. Ma il rigorista Speranza rischia il posto, ormai è controcorrente (con microfono…

    Prisma - 14/04/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 14/04/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 14/04/21

    Rassegna stampa internazionale - 14/04/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 14/04/21

    Il demone del tardi - copertina di mer 14/04/21

    Il demone del tardi - 14/04/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 14/04/21

    il risveglio di Popolare Network, l'edicola, la rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: .. 14 aprile 1991 –…

    Fino alle otto - 14/04/2021

Adesso in diretta