Approfondimenti

COVID-19 e carceri. Qual è oggi la situazione? Intervista al Garante Mauro Palma

carceri COVID

Mauro Palma, presidente del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, è intervenuto a Radio Popolare per fare il punto della situazione sul contagio da COVID-19 nelle carceri italiane. Cosa è cambiato rispetto alla prima ondata? E quali sono i rischi per le prossime settimane con la curva dell’epidemia in crescita nel Paese?

L’intervista di Barbara Sorrentini a Fino Alle Otto.

La questione del contagio da COVID-19 all’interno delle carceri sta diventando allarmante?

Più che i numeri assoluti, ancora contenuti, sta diventando preoccupante il ritmo di crescita. In queste cose conta più la velocità di crescita che non il dato. Oggi siamo arrivati a circa 200 casi, ma giovedì scorso, quindi una settimana fa, i casi erano 110. Devo dire una cosa rassicurante: le persone che hanno manifestato i sintomi sono una percentuale molto ridotta rispetto a quella che avevamo nei mesi di marzo e aprile.
E c’è un altro elemento che sembra strano in un quadro in cui si discute di positività: voglio vedere positivo anche il fatto che c’è molta più preparazione all’interno. A marzo-aprile non c’erano mascherine, non c’erano dispositivi di protezione, cosa che a questo punto è stata risolta. Certo, rimane il fatto di dover allentare di più i numeri per creare quegli spazi che, se il ritmo continuerà in questo modo, serviranno per isolare le persone.

Alcuni detenuti sono stati mandati ai domiciliari, ma c’è stato anche lo spostamento dei migranti dai centri di accoglienza…

I problemi sono stati vari e credo che il decreto Ristori pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che inserisce anche tre misure che riguardano il carcere, possa dare una mano a riportare i numeri indietro. Dico solo alcuni numeri per far capire il problema: quando a marzo è iniziato il problema della pandemia nelle carceri i detenuti erano 61 mila. Con i provvedimenti vari e una diversa rapidità della magistratura di sorveglianza si è arrivati alla fine di giugno che i detenuti erano ridotti a 52.800, un buon salto all’indietro che aveva dato respiro. Successivamente, però, la curva è risalita e adesso siamo a 54.800, non è lo stesso dato di marzo, però è 2.000 in più rispetto a giugno.
I provvedimenti devono riportarci innanzitutto a quel dato e poi ben al di sotto, perchè noi domani potremmo aver bisogno di allentare la densità delle persone all’interno del carcere, anche perché le persone nelle carceri che sviluppano dei sintomi da COVID-19 non particolarmente gravi devono poter essere accudite all’interno dell’istituzione senza andare a pesare sugli ospedali esterni. I provvedimenti devono portare a uno sfoltimento di almeno 4.000/5.000 persone affinché la questione non dia nessuna preoccupazione.

Poi c’è il problema dei CPR

Sì, nei CPR su circa 500 posti abbiamo 370/380 persone. La densità non è ancora enorme, anche se il modello CPR è un modello fallimentare e da abbandonare.

Quali sono i prossimi passi che farete?

Noi continueremo a fare le visite. Il governo in questo senso ha positivamente cambiato il nostro nome in modo che sia chiaro che siamo “garante dei diritti delle persone private della libertà”. Questo significa che la nostra competenza si allarga anche a tutte queste forme di alberghi-quarantena e di situazioni di nuova privazione della libertà. Credo che attualmente ci dovremmo molto concentrare su queste: penso alle navi-quarantena o agli alberghi-quarantena, posti che a volta hanno meno regole del carcere.

(Potete ascoltare l’intervista a partire dal minuto 43)

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 07/10/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 07/10/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 07/10/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 07/10/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 07/10/2022

    Nuove uscite e notizie musicali.

    Jack - 10/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 07/10/2022

    Con Telmo Pievani abbiamo parlato del suo libro "La natura è più grande di noi, Storie di microbi, di umani…

    Considera l’armadillo - 10/07/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 07/10/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 10/07/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 07/10/2022

    Oggi a Cult: Cecilia Di Lieto presenta il suo "Me l'ha detto l'armadillo" (ed. Altreconomia); la rubrica di lirica a…

    Cult - 10/07/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 07/10/2022

    Torniamo a parlare di pandemia attraverso la presentazione del libro “Dissenso informato”; prosegue il nostro viaggio negli ospedali lombardi: oggi…

    37 e 2 - 10/07/2022

  • PlayStop

    Thomas Gunzig. Il sangue delle bestie.

    THOMAS GUNZIG – IL SANGUE DELLE BESTIE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 10/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 07/10/2022

    LA BOMBA SOCIALE DEI RISCALDAMENTI CENTRALIZZATI, TRA BOLLETTE TRIPLICATE ED I PRIMI DISTACCHI Leonardo Caruso, presidente Anaci – Associazione Nazionale…

    Prisma - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 07/10/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 07/10/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 10/07/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di venerdì 07/10/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 10/07/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 07/10/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 10/07/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 06/10/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 10/06/2022

Adesso in diretta