Approfondimenti

Cosa è in gioco in Emilia-Romagna

La sede della Regione Emilia-Romagna a Bologna

Immaginiamo un libro di storia che sarà scritto tra qualche anno. Il voto per le regionali del 2020 in Emilia-Romagna potrebbe essere interpretato come uno spartiacque. Non per il destino del governo Conte bis ma perché, dovesse vincere la destra salviniana, si tratterebbe della fine di uno dei più importanti motori del riformismo italiano del dopoguerra. Di una fine materiale e soprattutto di una fine simbolica. L’eclissi del modello emiliano.

Quel modello che Nanni Moretti richiama nel suo discorso a Hide Park nel film Aprile, quando tiene un comizio per denunciare il berlusconismo e indicare l’alternativa. L’alternativa è l’Emilia-Romagna:
Per noi italiani di sinistra il modello deve essere l’Emilia-Romagna! La regione in cui ci sono i migliori asili del mondo! I migliori servizi sociali! I migliori ospedali!” arringa Moretti. “Faccia leggere, faccia conoscere, faccia circolare!” dice a degli incuriositi cittadini inglesi cui consegna le sue lettere.

Da lunedì, quel modello potrebbe essere stravolto dal salvinismo.

La posta in gioco è questa, e viene prima delle sorti del governo, rispetto a cui il presidente Conte e il segretario del Pd Zingaretti, nelle ultime ore di campagna elettorale, si sono preoccupati di creare un cordone di sicurezza: “in gioco non c’è il governo” hanno affermato entrambi.

La storia che per la sinistra rappresenta l’Emilia-Romagna ha ancora un significato? Si dice che il voto in Emilia-Romagna si divida tra aree metropolitane, più favorevoli al centrosinistra, e aree rurali che voteranno in maggioranza a destra.

Il fatto che i dimenticati sperino nella destra rimane un nodo politico in tutta Europa. È stato così nei lander tedeschi dell’est dove imperversa la destra estrema della Afd. È stato così nelle ex aree industriali delle Midlands inglesi che dopo essere state per decenni un feudo del Labour Party hanno votato Brexit e Boris Johnson. E ora la storia si ripete in Emilia-Romagna. Una storia che è sempre la stessa. La marginalità. Sull’appennino, nei lander dell’est, nelle midlands, vincere per la sinistra significa tornare a offrire un orizzonte, una proiezione futura a chi vive la marginalità. Quella economica, quella sociale e quella psicologica

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di giovedì 19/05/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 19/05/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 19/05/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di giovedì 19/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 19/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di giovedì 19/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di giovedì 19/05/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 19/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 18/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 18/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 18/05/2022

    Con Fabio Ciconte parliamo della grande industria agricola e alimentare mondiale, con Samantha Pilati, meteorologa dell'Osservatorio Milano Duomo, dell’ondata di…

    Il giusto clima - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. La commissione Europea svela il suo progetto per riarmare il continente. Bruxelles vuole spendere di più nel…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 18/05/2022

    1) Indipendenti da Mosca, ma non ancora dal nucleare e dal carbone. Il piano europeo Re-PowerEu punta a ridurre la…

    The Game - 19/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 18/05/2022

    Dove si parla della lettera dell'assessore al turismo della regione Liguria Gianni Berrino a Google perché le recensioni dei ristoranti…

    Muoviti muoviti - 19/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 18/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 19/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 18/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 19/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 18/05/2022

    Live di Bandabardò e Cisco, Live di Galeffi

    Jack - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gianumberto Accinelli, Dagli animali si impara. Le invenzioni tecnologiche che abbiamo copiato dal regno animale

    GIANUMBERTO ACCINELLI - DAGLI ANIMALI SI IMPARA. LE INVENZIONI TECNOLOGICHE CHE ABBIAMO COPIATO DAL REGNO ANIMALE - presentato da CECILIA…

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 18/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/05/2022

Adesso in diretta