Approfondimenti

Commissione per la morte di Giulio Regeni. A che punto sono i lavori?

Verità per Giulio Regeni

La Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni ha convocato con un urgenza il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per spiegare le ragioni della scelta di autorizzare un’imponente vendita di armamenti all’Egitto. Ne abbiamo parlato col presidente della commissione, il deputato di Liberi e Uguali Erasmo Palazzotto.

L’intervista di Lorenza Ghidini e Claudio Jampaglia a Prisma.

La convocazione avviene per un fatto semplice. L’entità dell’autorizzazione alla vendita di armamenti verso l’Egitto ci dice che in qualche modo abbia scelto di normalizzare i rapporti con l’Egitto, forse anche più che normalizzare: si vende un quantitativo di armi di questo tipo a un Paese che è molto più che un alleato strategico, è un amico del Mediterraneo. E di conseguenza, visto che c’è stata una telefonata tra il Presidente Conte e il Presidente al-Sisi che ha sbloccato questa vicenda, noi abbiamo ritenuto di dover chiedere al Presidente Conte di venirci a spiegare esattamente cosa è successo, perché immaginiamo che ci siano fatti rilevanti visto che l’Egitto è un Paese che per quattro anni non ha mai collaborato alla ricerca dei responsabili dell’omicidio di Giulio Regeni e che questo ha determinato in questi quattro anni una tensione diplomatica che era ancora in corso.

Voi a che punto siete col vostro lavoro?

Noi avevamo cominciato a gennaio a ricostruire i fatti. Lo abbiamo fatto ascoltando per ben due volte la Procura di Roma che ha fatto un lavoro straordinario e da lì sono venuti fuori elementi importanti per la vicenda. Noi oggi sappiamo con certezza, grazie al lavoro della Procura di Roma, che Giulio Regeni è stato rapito e, verosimilmente, torturato e ucciso da cinque agenti della National Security Agency egiziana, ricostruendo anche una responsabilità diretta delle autorità egiziane sulla sua morte.
Poi lo abbiamo fatto parlando con gli ambasciatori e stavamo continuando su questo percorso. Purtroppo il COVID ha interrotto per tre mesi i lavori di questa commissione, che adesso ha ripreso a ranghi ridotti e che dovrà correre per recuperare il tempo perduto. Dovremo passare ascoltare anche tutti i protagonisti politici di questa vicenda, a cui abbiamo già annunciato che non avremo fatto sconti.

Dal vostro punto di vista questo accordo tra Italia ed Egitto è un atto che ostacola la ricerca della verità sulla morte di Giulio Regeni?

Il nostro compito è quello di accertare come sono andate le cose, anche in questo caso. Il Presidente Conte ha avuto una lunga telefonata con Al-Sisi e immaginiamo che da quella telefonata siano emersi degli sviluppi, che si sia parlato della vicenda Regeni. Se non ci sono stati sviluppi, un segnale di normalizzazione di questo tipo dà alla controparte egiziana l’idea che in qualche modo la vicenda che riguarda Giulio Regeni appartiene al passato. Credo che questo sarebbe un errore gravissimo che pregiudicherebbe la possibilità di ricercare la verità e di ottenere giustizia.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 24/11/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 24/11/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 24/11/20 delle 07:15

    Metroregione di mar 24/11/20 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 24/11/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stay Human di mar 24/11/20

    Stay Human di mar 24/11/20

    Stay human - 24/11/2020

  • PlayStop

    Memos di mar 24/11/20

    Memos di mar 24/11/20

    Memos - 24/11/2020

  • PlayStop

    Claudio Jampaglia e Giuseppe Mazza, La pandemia siamo noi

    CLAUDIO JAMPAGLIA E GIUSEPPE MAZZA - LA PANDEMIA SIAMO NOI - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 24/11/2020

  • PlayStop

    Cult di mar 24/11/20

    ira rubini, cult, giona nazzaro, nuovo direttore festival cinema locarno, barbara sorrentini, andrea artusi, disegnatore kid il ragazzo che voleva…

    Cult - 24/11/2020

  • PlayStop

    A come America del mar 24/11/20

    A come America del mar 24/11/20

    A come America - 24/11/2020

  • PlayStop

    Prisma di mar 24/11/20

    Prima parte: le regole per il Natale, con la sottosegretaria alla salute Sandra Zampa. - Seconda parte: scuola, come riaprire…

    Prisma - 24/11/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 24/11/20

    Rassegna stampa internazionale di mar 24/11/20

    Rassegna stampa internazionale - 24/11/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 24/11/20

    Il demone del tardi - copertina di mar 24/11/20

    Il demone del tardi - 24/11/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 24/11/20

    Fino alle otto di mar 24/11/20

    Fino alle otto - 24/11/2020

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di mar 24/11/20

    From Genesis to Revelation di mar 24/11/20

    From Genesis To Revelation - 24/11/2020

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 23/11/20

    Johnny Ciriillo

    Jailhouse Rock - 24/11/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 23/11/20

    con Florencia. - punto quotidiano con metro..- Calabria, il presidio sanitario di Emergency e Libera ..- cose molto umane, la…

    A casa con voi - 24/11/2020

  • PlayStop

    Esteri di lun 23/11/20

    1-Stati Uniti: tutti gli uomini di Joe Biden per la restaurazione della politica estera americana...( Roberto Festa) ..2-Il triste primato…

    Esteri - 24/11/2020

  • PlayStop

    Speciale "Hey! Sembra l'America" # 4

    È tempo di Thanksgiving in America. In questa puntata faremo un..viaggio storico e sociale alla scoperta dei valori di fratellanza…

    Gli speciali - 24/11/2020

Adesso in diretta