Approfondimenti

Come sta evolvendo la pandemia di COVID-19 in Bangladesh?

COVID Bangladesh

Da giorni si parla dei numerosi casi di persone positive al COVID-19 giunte in Italia con voli speciali da Dacca, in Bangladesh, al punto da spingere il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il Ministro della Salute Roberto Speranza ad interrompere i voli tra l’Italia e il Bangladesh per almeno una settimana.

Abbiamo sentito Silvia Rovelli, cooperante italiana che si trova a Dacca, per capire come sta evolvendo l’epidemia in Bangladesh. L’intervista di Sara Milanese a Fino Alle Otto.

Ci risulta che l’epidemia in Bangladesh sia esplosa un po’ in ritardo rispetto all’Europa. Qual è la situazione in questo momento?

La pandemia è scoppiata molto in ritardo rispetto all’Europa, addirittura tra maggio e giugno, e i casi stanno aumentando in questo periodo anche se non ci sono numeri esatti sulle persone infette e sui deceduti.

Si riesce a fornire assistenza ai malati che vengono individuati o ci sono fasce della popolazione che sono escluse?

Direi che la maggior parte della popolazione è esclusa, considerando che su 170 milioni di abitanti sono in pochi ad avere la possibilità di accedere al sistema sanitario. Chi vive nelle zone rurali o al di fuori dei grandi centri urbani non ha possibilità né di effettuare i test né di sapere con precisione le cause dei decessi. Fino ad ora sono stati individuati circa 165mila casi e solo circa 2.000/2.500 morti per COVID riconosciute. Sono dati abbastanza diciamo irrealistici se si considera il numero della popolazione e le condizioni in cui vivono molti di loro, in situazioni di sovrappopolazione in ambienti ristretti e senza possibilità di distanziamento fisico.

Che misure sono state prese dal governo?

C’è stata una fase di lockdown da fine marzo a fine maggio, poi all’inizio di giugno il governo ha deciso di eliminare queste restrizioni mentre i casi sono iniziati ad aumentare più seriamente. Verso la metà di giugno, visto l’aumento dei casi, il governo ha deciso nuovamente di identificare alcune zone rosse e di metterle in lockdown, ma le misure in realtà non vengono rispettate da tutti. Le persone circolano senza mascherina e si muovono tra i diversi distretti senza seguire le relative misure di quarantena e per questo è difficile riuscire a controllare il virus.

Dal tuo punto di vista la situazione è più difficile in città o nelle comunità rurali?

Ci sono ragioni diverse per entrambi i contesti. Nella capitale, dove la gente vive più ammassata, sicuramente il virus si sta propagando più rapidamente, ma la gente è anche più informata. Nelle zone rurali la gente vive più separata, ma non ha così facile accesso alle informazioni. In questo momento in entrambi i casi la gente non considera il virus così pericoloso e non prendere seriamente le misure che vengono imposte.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 01/03/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 19:49

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di lun 01/03/21

    ..1-Birmania. I militari sparano sulla folla. Finora la giunta golpista ha ignorato gli appelli della della comunità internazionale. ( Martina…

    Esteri - 03/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di lun 01/03/21

    Sunday Blues di lun 01/03/21

    Sunday Blues - 03/01/2021

  • PlayStop

    La pillola va giu di lun 01/03/21

    La pillola va giu di lun 01/03/21

    La Pillola va giù - 03/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 01/03/21

    Considera l'armadillo lun 01/03/21

    Considera l’armadillo - 03/01/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di lun 01/03/21

    Puntata 28 - La monumentalità, ovvero l'espressione più pura del senso umano di armonia e ordine. La forma segue la…

    Gimme Shelter - 03/01/2021

  • PlayStop

    Record Store di lun 01/03/21

    Il jukebox di John Lennon: una sorta di iPod rudimentale che ci guida fra i suoi 45 giri preferiti.

    Record Store - 03/01/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 01/03/21

    Jack di lun 01/03/21

    Jack - 03/01/2021

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 01/03/21

    Senti un po' di lun 01/03/21

    Senti un po’ - 03/01/2021

  • PlayStop

    DOC di lun 01/03/21

    DOC 29 - AFRAID OF FAILING - Il primo documentario italiano sull’Hikikomori, termine giapponese che significa "stare in disparte", fenomeno…

    DOC – Tratti da una storia vera - 01/03/2021

  • PlayStop

    Antonio Ferrara, Cino e tempesta

    ANTONIO FERRARA - CINO E TEMPESTA - presentato da SARA MILANESE

    Note dell’autore - 03/01/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 01/03/21

    ira rubini, cult, l'ultima nota, rita pelusio, tiziana ricci, palazzo reale, le signore dell'arte, meet, maria grazia mattei, giuseppe califano,…

    Cult - 03/01/2021

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 01/03/21

    Il 2 marzo del 2016 Berta Cáceres, ambientalista e attivista honduregna, veniva assassinata. La casa editrice Capovolte ha pubblicato il…

    Sui Generis - 03/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 01/03/21

    Covid, terza ondata in arrivo? Con il virologo Fabrizio Pregliasco. Microfono aperto: come avete imparato a convivere col virus e…

    Prisma - 03/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale - 03/01/2021

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    DiLunedì - 03/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 01/03/21

    Il risveglio di Popolare Network, l'edicola. La rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: 1 marzo 1969 – Durante…

    Fino alle otto - 03/01/2021

Adesso in diretta