Approfondimenti

Chernobyl: la miniserie che racconta il disastro

Chernobyl miniserie

Un disastro di proporzioni inaudite, dalle conseguenze ancor più catastrofiche, eppure negato, anche davanti all’evidenza, a causa di incompetenze, ottusità o semplice propaganda politica.

Può valere, oggi, per una quantità di questioni, prima fra tutte il progressivo deterioramento delle condizioni del pianeta, eppure – ci dice lo sceneggiatore Craig Mazin – c’è stato una sorta di precedente, anche se a prima vista può sembrare di no: nell’aprile del 1986 esplose un reattore della centrale nucleare di Chernobyl, e lo stato sovietico – deciso a non scalfire la propria immagine di potenza mondiale – inizialmente rispose nel peggiore dei modi, con la bugia e col silenzio, peggiorando enormemente una situazione già critica (come gravità circa “20 volte la bomba di Hiroshima”). Il racconto dei fatti, soprattutto del dopo, è al centro di Chernobyl, miniserie di produzione HBO, in onda in Italia su Sky Atlantic: cinque episodi, scritti da Mazin e diretti dall’acclamato regista di videoclip Johan Renck, che negli Stati Uniti hanno raccolto un plauso di critica e di pubblico unanime, facendo molto parlare di sé.

L’ispirazione primaria della miniserie è il libro Preghiera per Chernobyl di Svjatlana Aleksievič che, com’è uso della scrittrice premio Nobel, raccoglie testimonianze orali dei protagonisti degli eventi: riguardo alla catastrofe ucraina, lo spazio d’interesse è aumentato dal fatto che, a differenza di altre tragedie della Storia, non esiste una narrazione ufficiale. “Solo bugie” spiega il personaggio di Legasov interpretato da uno straordinario Jared Harris, parte di un ottimo cast che comprende anche Stellan Skarsgaard e Emily Watson. La qualità della ricostruzione storica è stupefacente – le riprese sono state effettuate in un impianto gemello di Chernobyl e in una cittadina lituana di costruzione sovietica molto simile all’ucraina Prypiat -, e lo stesso vale, in parte, per la restituzione di alcune dinamiche della burocrazia dell’Urss; qualcos’altro, come certi dialoghi e certe dinamiche tra personaggi, segue logiche più hollywoodiane, ma sempre nel solco di cinema d’impegno civile come, per esempio, Sindrome cinese: l’autore Craig Mazin ha spiegato di essersi mantenuto il più fedele possibile a una vicenda di cui voleva comunque rendere prima di tutto il valore universale.

Colpiscono poi, soprattutto, le reazioni a Chernobyl: quelle entusiastiche da parte degli spettatori (a oggi è la serie meglio recensita di sempre), ma non solo. In questi giorni, la vera cittadina di Prypiat (ancora inabitabile causa radiazioni, dopo oltre 30 anni) ha visto aumentare del 40 percento il turismo di provenienza statunitense; nel frattempo, la Russia sta realizzando in fretta e furia una contro-miniserie, per ribattere “alle menzogne americane”. Anche dopo la sua conclusione, anche così, Chernobyl continua a parlare prima di tutto di noi.

Foto | Facebook

  • Autore articolo
    Alice Cucchetti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 07/12/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 12/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 07/12/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 12/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Poveri ma belli di mercoledì 07/12/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 12/07/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 07/12/2022

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica,…

    Cult - 12/07/2022

  • PlayStop

    Pubblica di mercoledì 07/12/2022

    Dalla culla alla tomba del welfare state? Ottant’anni fa la presentazione del rapporto Beveridge in Gran Bretagna poneva le basi…

    Pubblica - 12/07/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 07/12/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 12/07/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di mercoledì 07/12/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 12/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 07/12/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 10.00, il venerdì dalle…

    Prisma - 12/07/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 07/12/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 12/07/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mercoledì 07/12/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 12/07/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di mercoledì 07/12/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 12/07/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di martedì 06/12/2022

    La trasmissione di musica brasiliana di Radio Popolare in onda dal 1995! Da nord a sud, da est ad ovest;…

    Avenida Brasil - 12/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di martedì 06/12/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 12/06/2022

  • PlayStop

    L'altro martedì di martedì 06/12/2022

    Dal 13 settembre dalle ore 22.00 alle 22.30 alla sua quarantaduesima edizione L’Altro Martedì, la trasmissione LGBT+ di Radio Popolare…

    L’Altro Martedì - 12/06/2022

  • PlayStop

    Doppio Click di martedì 06/12/2022

    Doppio Click è la trasmissione di Radio Popolare dedicata ai temi di attualità legati al mondo di Internet e delle…

    Doppio Click - 12/06/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di martedì 06/12/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 12/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di martedì 06/12/2022

    1-Vigilia della Cop 15 sulla biodiversità di Montreal. l’obiettivo è rendere area protetta il 30% del territorio mondiale entro il…

    Esteri - 12/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di martedì 06/12/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 12/06/2022

Adesso in diretta