Approfondimenti

Che nemesi! La Lombardia della Lega e Formigoni salvata dallo Stato

Attilio Fontana Lombardia

Che smacco, che disfatta.
Per chi?
Per tutta la classe politica che è stata egemone in Lombardia negli ultimi 30 anni.
L’era di Formigoni che governava dall’alto del grattacielo Pirelli e imponeva il modello privatistico alla sanità, alla scuola, ai servizi. Il modello privatistico che avrebbe garantito una efficienza che nel resto d’Italia scordatela, e con meno costi.
L’era della Lega che aveva nella Lombardia la sua Heimat, il cuore della sua ideologia, e che in quegli anni sognava la secessione da Roma Ladrona, dall’odiato stato centrale con le sue polverose burocrazie e la sua sete inestinguibile di denaro da spillare alla gallina dalle uova d’oro, il denaro dei lombardi che lavoravano e che finiva nelle mille clientele improduttive del sud colonialista.
Ce la raccontavano così, ricordate?
I manager privati e le adunate sulle sponde del Dio Po.
Che umiliazione deve essere per loro che si sentivano i migliori. Essere commissariati dalle Poste e dalle Forze Armate. Se vogliamo, i due simboli più odiati: l’apparato repressivo e il parastato dove tutto era “un magna magna”.
Oggi, a salvare milioni di cittadini di una delle regioni più ricche del mondo dal disastro combinato dai leghisti e dai loro soci sono arrivati un generale dell’Esercito con la mimetica, le stellette e la penna sul cappello e il sistema informatico di quelli che un tempo venivano descritti come incapaci di consegnare perfino una cartolina.
Roba da sotterrarsi dalla vergogna.
La pandemia ha mostrato che Milano, lato Pirellone, soffre di tutti i mali della Roma che il Bossi decretava come nemica sul prato di Pontida. La pandemia ha mostrato la realtà. La realtà dice che sono loro, i leghisti e i loro soci, la classe dirigente più incapace, per non parlare del denaro pubblico speso in operazioni fallimentari.
Ora torna lo Stato, e i lombardi tirano un sospiro di sollievo. Magari in silenzio e rosicando un po’, come si dice nella Capitale, perché l’ideologia è dura a morire, ma almeno forse si vaccineranno e la sfangheranno contro il virus. Perché stavolta è letteralmente una questione di vita o di morte.
E chissà che questa lezione non cambi la Storia, archiviando trent’anni di narrazioni, magari anche nella Lombardia di Roma Ladrona

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 18/05/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 18/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 18/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 18/05/2022

    Con Fabio Ciconte parliamo della grande industria agricola e alimentare mondiale, con Samantha Pilati, meteorologa dell'Osservatorio Milano Duomo, dell’ondata di…

    Il giusto clima - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. La commissione Europea svela il suo progetto per riarmare il continente. Bruxelles vuole spendere di più nel…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 18/05/2022

    1) Indipendenti da Mosca, ma non ancora dal nucleare e dal carbone. Il piano europeo Re-PowerEu punta a ridurre la…

    The Game - 19/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 18/05/2022

    Dove si parla della lettera dell'assessore al turismo della regione Liguria Gianni Berrino a Google perché le recensioni dei ristoranti…

    Muoviti muoviti - 19/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 18/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 19/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 18/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 19/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 18/05/2022

    Live di Bandabardò e Cisco, Live di Galeffi

    Jack - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gianumberto Accinelli, Dagli animali si impara. Le invenzioni tecnologiche che abbiamo copiato dal regno animale

    GIANUMBERTO ACCINELLI - DAGLI ANIMALI SI IMPARA. LE INVENZIONI TECNOLOGICHE CHE ABBIAMO COPIATO DAL REGNO ANIMALE - presentato da CECILIA…

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 18/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    il Festival di Cannes, l'intervista ad Arianna Bacheroni protagonista della serie “Bang Bang Baby“, il libro “Il custode del bosco”…

    Cult - 19/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 19/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 18/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA, AGGIORNAMENTI E ANALISI Con Nico Piro, inviato speciale Rai, in Afghanistan, ora di ritorno dalla Russia, che…

    Prisma - 19/05/2022

Adesso in diretta