Approfondimenti

Che cosa è successo oggi? – Sabato 16 maggio 2020

Lucia Azzolina

Il racconto della giornata di sabato 16 maggio 2020 attraverso le notizie principali del giornale radio delle 19.30, dai dati dell’epidemia diffusi oggi alle ultime novità sulla scuola nella fase 2, dall’esame di maturità al ritorno in classe a settembre alla richiesta di aiuti allo Stato da parte di Fiat Chrysler. Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge sulle riaperture e sono in arrivo gli incentivi per l’acquisto di biciclette, bici elettriche e monopattini. Infine i grafici del contagio nelle elaborazioni di Luca Gattuso.

I dati dell’epidemia diffusi oggi

I dati della pandemia forniti dal Ministero Della Salute indicano in 153 le nuove vittime di oggi per il Covid-19 a livello nazionale (ieri erano 242), portando il totale dei morti in Italia a 31mila e 763. I nuovi positivi al coronavirus, sempre a livello nazionale, oggi sono stati 875, in crescita rispetto ai 789 di ieri.
Calano i pazienti in terapia intensiva: oggi sono 775, 33 in meno rispetto a ieri. In Lombardia, nella regione più colpita dal Covid-19, i morti oggi sono stati 33, ieri 115.
Cresce, invece, il numero delle persone attualmente positive: oggi in Lombardia ci sono stati 399 positivi in più, ieri la crescita del numero di positivi si era fermata a 299.

La scuola durante le fase 2: tutte le novità

(di Michele Migone)

La ministra Azzolina ha fatto chiarezza sui prossimi passi della scuola italiana. La maturità sarà un colloquio orale di un’ora con i docenti a due metri di distanza. Un ritorno nelle aule (anche solo per 60 minuti) per 500.000 studenti. Per motivi di sicurezza, non tutti i professori sono entusiasti della scelta. L’esame di terza media consisterà nella discussione in via telematica di un elaborato. In generale, si potrà bocciare, ma solo nei casi più gravi, per mancata frequenza nella prima parte dell’anno e con l’unanimità del collegio docenti. Chi ha insufficienze se le porterà dietro fino a settembre, quando, ha detto Azzolina, potrà recuperarle prima dell’inizio dell’anno scolastico, la cui data non è stata ancora fissata. Cosa accadrà allora non è ancora chiaro. Dipenderà dalla situazione del coronavirus. L’idea è comunque di tornare a riunire le classi. Fare turni di presenza a scuola, lezioni all’aperto o in spazi utilizzabili. Non si porterà avanti la didattica online. Non ha funzionato per tutti. Il 20% degli studenti ne è rimasta esclusa. È stato un surrogato nell’emergenza che ha fatto venire fuori tutti i limiti del nostro sistema scolastico e le disparità sociali e geografiche.
Nel Decreto Rilancio ci sono 331 milioni per questo ammodernamento digitale, ma è un intervento sulle strutture scolastiche e non sulle famiglie. Confermati i concorsi per 16.000 docenti, il decreto prevede anche 65 milioni per le scuole paritarie dell’infanzia. I parlamentari cattolici sono già pronti con degli emendamenti per estendere i fondi anche alle altre. In questo momento la scuola è dunque un cantiere, ma un cantiere costruito per fronteggiare l’emergenza, null’altro. Non si vedono ancora le risorse e un impegno diverso rispetto alla grave distrazione con cui la scuola e l’istruzione sono state governate negli anni che hanno preceduto l’Era del COVID-19.

Bonus per l’acquisto di biciclette e monopattini

(di Diana Santini)

La fase due viaggerà su due ruote. O almeno questo è l’auspicio, visto che l’alternativa, archiviati gli autobus affollati dell’ora di punta, sarebbe quella di avere città soffocate dal traffico di auto. Annunciato, poi stralciato dalle bozze, è stato alla fine reintrodotto nel “decreto rilancio” l’intervento sul trasporto privato previsto dal governo in vista del riavvio delle attività: il bonus per l’acquisto di biciclette, bici elettriche e monopattini.
Il contributo copre il 60% della spesa sostenuta ed ha un valore massimo di 500 euro. I fondi stanziati: 120 milioni. Le modalità per ottenerlo non sono ancora chiare, si sa che il provvedimento ha valore retroattivo a partire dal 4 maggio e al momento si parla di una richiesta da inoltrare direttamente sul sito del ministero dell’ambiente.
Tante bici, poco spazio sulle strade. Il decreto introduce per questo due novità nel codice della strada. Le corsie ciclabili, direttamente disegnate sull’asfalto senza bisogno di interventi urbanistici complessi, e la casa avanzata: cioè una linea di arresto ai semafori specifica per le due ruote, tre metri più avanti di quella dedicata alle macchine.
Le associazioni dei ciclisti sono soddisfatte, o quasi. Una delle critiche riguarda il fatto che il bonus può essere richiesto solo dai residenti delle città con più di 50mila abitanti, escludendo quindi i pendolari. Mancano, poi, alcune delle misure chieste da anni dai ciclisti, come il doppio senso ciclabile, l’accesso alle corsie preferenziali per le bici, zone di rispetto intorno alle scuole e limiti di velocità per le auto. Ma il primo passo, o meglio, il primo colpo di pedale è fatto.

Fiat Chrysler chiede aiuto allo Stato

È un prestito per far fronte alla durissima crisi di liquidità che starebbe vivendo tutto il gruppo automobilistico”: è quanto sostiene uno dei più attenti osservatori delle vicende Fiat Chrysler in Italia, lo storico Giuseppe Berta.
La notizia, circolata nelle ultime 48 ore sui giornali, riguarda la richiesta al governo italiano di garanzie statali per 6 miliardi e 300
milioni di euro. Fiat Chrysler l’avrebbe presentata alla Sace utilizzando la propria controllata italiana FCA-Italy e aggirando così l’ostacolo rappresentato dal fatto di avere la propria sede in Olanda e in Gran Bretagna. Andrea Di Stefano, direttore della rivista Valori:

 

Fase 2, Mattarella firma il decreto legge sulle riaperture


Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge sulle riaperture. Governo e regioni ieri sera si sono accordati su una riduzione della distanza tra le persone per le attività economiche, negozi, bar e ristoranti, che riapriranno lunedì: sarà di un metro. L’unica eccezione sarà per chi sta facendo attività fisica dentro le palestre. In quel caso la distanza dovrà essere di due metri. Questo il giudizio di Vittorio Agnoletto, medico e nostro collaboratore…

Il decreto, approvato dal consiglio dei ministri nella notte, prevede anche che dal 3 di giugno ci si potrà spostare liberamente in tutta Italia e che saranno aperti i confini, senza quarantena per chi arriva da altri paesi europei dell’area Shengen. Sentiamo ancora Vittorio Agnoletto…

 

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 26/11/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 27/11/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 26/11/20 delle 19:48

    Metroregione di gio 26/11/20 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 27/11/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 26/11/20

    Rotoclassica di gio 26/11/20

    Rotoclassica - 27/11/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 26/11/20

    A casa con voi di gio 26/11/20

    A casa con voi - 27/11/2020

  • PlayStop

    Esteri di gio 26/11/20

    1- L’America Latina e Diego Armando Maradona. Un idolo popolare che ha saputo unire un continente . ( Alfredo Somoza)…

    Esteri - 27/11/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 26/11/20

    Ora di punta di gio 26/11/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 27/11/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 26/11/20

    Sunday Blues di gio 26/11/20

    Sunday Blues - 27/11/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 26/11/20

    Uno di Due di gio 26/11/20

    1D2 - 27/11/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 26/11/20

    Considera l'armadillo gio 26/11/20

    Considera l’armadillo - 27/11/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 26/11/20

    Jack di gio 26/11/20

    Jack - 27/11/2020

  • PlayStop

    Stay Human di gio 26/11/20

    Stay Human di gio 26/11/20

    Stay human - 27/11/2020

  • PlayStop

    Memos di gio 26/11/20

    La solitudine del capitalismo. E’ l’unico sistema economico sopravvissuto alla fine della guerra fredda. E’ la tesi dell’economista Branko Milanovic,…

    Memos - 27/11/2020

  • PlayStop

    Daniele Zovi, Autobiografia della neve

    DANIELE ZOVI - AUTOBIOGRAFIA DELLA NEVE - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 27/11/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 26/11/20

    ira rubini, cult, feltrinelli educational, feltrinelli piemonte, massimiliano tarantino, ruben jais, laverdi online, el diego, roberto de simone, maradona, teatro…

    Cult - 27/11/2020

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 26/11/20

    Le risposte alle vostre domande; Cuba: come ha affrontato il Coronaviru? Ne parliamo con Franco Cavalli, oncologo, già presidente dell’Unione…

    37 e 2 - 27/11/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 26/11/20

    La morte di Diego Armando Maradona, con il maestro di strada ed ex sottosegretario all'istruzione Marco Rossi Doria, Peppe Servillo…

    Prisma - 27/11/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 26/11/20

    Rassegna stampa internazionale di gio 26/11/20

    Rassegna stampa internazionale - 27/11/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 26/11/20

    Il demone del tardi - copertina di gio 26/11/20

    Il demone del tardi - 27/11/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di gio 26/11/20

    Fino alle otto di gio 26/11/20

    Fino alle otto - 27/11/2020

Adesso in diretta