Approfondimenti

Che cosa è successo oggi? – Domenica 6 settembre 2020

tamponi covid

Il racconto della giornata di domenica 6 settembre 2020 attraverso le notizie principali del giornale radio delle 19.30, dai dati dell’epidemia in Italia con le parole del presidente dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani, Alessandro Vergallo. Spettacolo: alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia sono stati presentati i film “Korshid” e “Il mondo che verrà”. Esteri: ancora una domenica di proteste in Bielorussia. Infine, i grafici del contagio nelle elaborazioni di Luca Gattuso.

I dati dell’epidemia diffusi oggi

I nuovi casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore sono stati 1.297, quasi 400 in meno di ieri, ma a fronte di un consistente calo del numero di tamponi: 76mila nelle ultime 24 ore, 30mila in meno del giorno prima.
La Regione che ha registrato più nuovi casi è la Lombardia, +198, seguita dal Veneto, +179. Solo una Regione, la Valle d’Aosta, nelle ultime 24 ore non ha registrato nuovi casi. 7 le vittime oggi, ieri erano state 16.
In aumento invece i ricoveri, +63, e anche le terapie intensive, 12 in più di ieri. “Non ci convince quanto detto da alcuni in questi mesi che il virus sia diventato meno aggressivo” ha dichiarato questa mattina Alessandro Vergallo, presidente dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani, sottolineando che i malati di COVID-19 ricoverati in terapia intensiva oggi non sono meno gravi di quelli arrivati a marzo o aprile”.


 

Venezia 77, il giorno di “Korshid” e “Il mondo che verrà”

(di Barbara Sorrentini)

“Korshid”, i bambini del sole è il film in concorso a Venezia 77 dell’iraniano Majid Majidi, ambientato a Teheran in una scuola per ragazzi di strada. Un bambino dal destino segnato viene incaricato a cercare un tesoro nascosto nei sotterranei dell’edificio, il cui ricavato gli servirà per affittare una stanza alla madre malata. Insieme a lui molti altri bambini di strada, alla ricerca di un futuro attraverso lo studio.
L’istruzione diventa un’arma di difesa anche nel film statunitense “Il mondo che verrà” di Mona Fastvold, tratto dai racconti di Jim Shepard. Nel cast e ancora in concorso, Vanessa Kirby, con Casey Affleck e Katherine Waterston.
Ambientato nel 1856 nelle zone rurali del Midwest, il film descrive l’incontro sentimentale tra due donne, mogli dei contadini delle fattorie, che nutrono i loro ideali attraverso la poesia, la scrittura e l’amore. In contrasto con i ruoli in cui vorrebbero ingabbiarle i mariti.
Un altro film dai contenuti attuali e che mette le donne in primo piano.
Dall’Italia “Non odiare”, presentato alla Settimana della Critica. Il film di Mauro Mancini riflette sull’odio ancora presente nei gruppi neo nazisti, con la storia di un chirurgo ebreo (Alessandro Gassmann) di fronte al dubbio se salvare o meno un uomo ferito con una svastica tatuata sul petto.

Ancora una domenica di proteste in Bielorussia

(di Emanuele Valenti)

Anche questa domenica decine di migliaia di persone – più di 100mila secondo diversi testimoni sul posto – hanno manifestato contro Alexander Lukashenko. Se subito dopo le elezioni del 9 agosto la richiesta era quella di ripetere il voto, adesso la piazza chiede l’uscita di scena del presidente, al potere dal 1994. Il corteo è arrivato fino alla residenza del capo dello stato.
La presenza delle forze di sicurezza è stata massiccia. Obiettivo, come sempre, intimidire la protesta. La strategia però non funziona. Negli ultimi 10/15 giorni il governo ha assunto una posizione più rigida, nuovi divieti e molti arresti. In carcere sono finiti anche diversi studenti. Ma questo non ha fermato la mobilitazione, che oltretutto non interessa solo Minsk.
Questo porterà alla caduta di Lukashenko? Convincerà l’Occidente a una posizione più netta? Non possiamo dirlo. Il presidente bielorusso ha ancora il supporto di Putin, che non vuole che il paese vicino precipiti nel caos, ma allo stesso al Cremlino Lukashenko non è certo tra i leader regionali più amati.
Per quanto riguarda l’Europa vale ancora la massima prudenza. Il governo lituano, che ha dato asilo alla leader dell’opposizione, Tikanòskaya, ha detto che l’Unione Europea deve battere un colpo, altrimenti non sarà più credibile. Ma nelle principali cancellerie del continente preferiscono non alzare la tensione e non provocare Putin, senza dimenticare l’altro dossier sul tavolo, l’affare Navalny.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 28/09

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 28/09/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 28/09 delle 07:15

    Metroregione di lun 28/09 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 28/09/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    DOC di lun 28/09

    DOC di lun 28/09

    DOC – Tratti da una storia vera - 28/09/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 28/09

    Note dell'autore di lun 28/09

    Note dell’autore - 28/09/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 28/09

    Fino alle otto di lun 28/09

    Fino alle otto - 28/09/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 28/09

    Cult di lun 28/09

    Cult - 28/09/2020

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 28/09

    Maschile plurale, intervista a Stefano Ciccone; rubrica di Clarice Trombella: la protagonista di oggi è Sonita Alizadeh; Non Una Di…

    Sui Generis - 28/09/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 28/09

    Prima parte: Usa verso le elezioni, con l'americanista Mario del Pero e la politologa della New York University Arianna Farinelli.…

    Prisma - 28/09/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 28/09

    Rassegna stampa internazionale di lun 28/09

    Rassegna stampa internazionale - 28/09/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 28/09

    Di Lunedi di lun 28/09

    DiLunedì - 28/09/2020

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di dom 27/09

    Reggae Radio Station di dom 27/09

    Reggae Radio Station - 28/09/2020

  • PlayStop

    Sacca del Diavolo di dom 27/09

    Sacca del Diavolo di dom 27/09

    La sacca del diavolo - 28/09/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 27/09

    Sunday Blues di dom 27/09

    Sunday Blues - 28/09/2020

  • PlayStop

    Chi non si è fermato - Bollicine del 27/9/20

    prima puntata della nuova stagione, dedicata ad una serie di artisti che, nonostante il periodo difficile, hanno continuato a fare…

    Bollicine - 28/09/2020

  • PlayStop

    Domenica Aut di dom 27/09

    Domenica Aut di dom 27/09

    DomenicAut - 28/09/2020

  • PlayStop

    Indie-Re di dom 27/09

    Indie-Re di dom 27/09

    Radio Muse Indie-re - 28/09/2020

  • PlayStop

    Rock is Dead di dom 27/09

    Rock is Dead di dom 27/09

    Rock is dead - 28/09/2020

  • PlayStop

    Italian Style di dom 27/09

    Italian Style di dom 27/09

    Italian style – Viaggi nei luoghi del Design - 28/09/2020

Adesso in diretta