Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mer 11/12 delle ore 15:30

    GR di mer 11/12 delle ore 15:30

    Giornale Radio - 12/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 11/12

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 11/12 delle 07:15

    Metroregione di mer 11/12 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 12/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Due di due di mer 11/12

    Due di due di mer 11/12

    Due di Due - 12/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 11/12 (seconda parte)

    Jack di mer 11/12 (seconda parte)

    Jack - 12/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 11/12 (prima parte)

    Jack di mer 11/12 (prima parte)

    Jack - 12/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 11/12

    Jack di mer 11/12

    Jack - 12/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 11/12

    Considera l'armadillo mer 11/12

    Considera l’armadillo - 12/11/2019

  • PlayStop

    Radio Session di mer 11/12

    Radio Session di mer 11/12

    Radio Session - 12/11/2019

  • PlayStop

    Memos di mer 11/12

    Elezioni in Gran Bretagna, sfida tra alternative radicalmente opposte. Domani il voto, favoriti i conservatori. Memos ha ospitato il filosofo…

    Memos - 12/11/2019

  • PlayStop

    Tazebao di mer 11/12

    Tazebao di mer 11/12

    Tazebao - 12/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 11/12 (seconda parte)

    Cult di mer 11/12 (seconda parte)

    Cult - 12/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 11/12 (prima parte)

    Cult di mer 11/12 (prima parte)

    Cult - 12/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mer 11/12

    LORENZA GHIDINI

    Note dell’autore - 12/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 11/12

    Cult di mer 11/12

    Cult - 12/11/2019

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 11/12

    Barrilete Cosmico di mer 11/12

    Barrilete Cosmico - 12/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 11/12 (terza parte)

    Chiude il centro di aggregazione giovanile Punto e Virgola, dove i ragazzi realizzavano i reportage di "Radio Quartieri" per Prisma.…

    Prisma - 12/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 11/12 (prima parte)

    Prisma di mer 11/12 (prima parte)

    Prisma - 12/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mer 11/12 (seconda parte)

    Prisma di mer 11/12 (seconda parte)

    Prisma - 12/11/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 11/12

    Il demone del tardi - copertina di mer 11/12

    Il demone del tardi - 12/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 11/12 (prima parte)

    il risveglio di Popolare Network, l'edicola, la rubrica accadde oggi (prima parte)

    Fino alle otto - 12/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 11/12 (seconda parte)

    l'edicola di Popolare Network, il brano del giorno (seconda parte)

    Fino alle otto - 12/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 11/12 (terza parte)

    la manifestazione "L'Odio non ha futuro" (terza parte)

    Fino alle otto - 12/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Buon compleanno WWF

E’ soddisfatto Fulco Pratesi. L’associazione per la difesa della natura che ha fondato e di cui è ora presidente onorario compie 50 anni.

“Siamo sopravvissuti mezzo secolo in tempi non proprio tranquilli”, ricorda.

Il World Wildlife Fund, nel nostro paese WWF Italia, nasce dalla “conversione” di un cacciatore. Racconta Pratesi: “Un giorno, mentre mi trovavo a caccia di orsi nei boschi della Turchia, ho assistito ad una scena che mi ha cambiato la vita: un’orsa con i suoi tre cuccioli, a pochi metri da me. In una manciata di secondi ho capito che stavo facendo una follia. Sono tornato in Italia, ho venduto i fucili e, con un gruppo di amici appassionati di natura, ho fondato il WWF. In me era nato un sogno: proteggere gli animali, gli ambienti, fare qualcosa per costruire un mondo di armonia tra uomo e natura”.

Oggi il WWF festeggia aprendo ai cittadini gratuitamente le sue 100 oasi. Visite guidate la prima domenica del mese, fino ad ottobre, nei 35mila ettari sparsi in tutta Italia.

L’impegno dell’associazione è stato rivolto alla salvaguardia degli animali, ma non solo.

“Le battaglie vinte sono tante: abbiamo salvato animali come il lupo, che era ridotto nel 1963 a soli 100 esemplari, abbiamo salvato il cervo sardo” – ricorda Pratesi “Abbiamo fatto per primi una battaglia contro il nucleare, nel 1973.

Ci sono anche battaglie perse: “il referendum contro la caccia e quello che doveva impedire ai cacciatori di entrare nei terreni altrui”.

E per il futuro?

“Il futuro è difficile: stiamo cercando di batterci per quanto possibile contro l’aumento della temperatura da un lato, e della popolazione dall’altro: il pianeta ha delle risorse limitate e già superate dall’impronta selvaggia della razza umana. Sarà una battaglia molto dura”.

Ascolta l’intervista a Fulco Pratesi

PRATESI 50anni

  • Autore articolo
    Chiara Ronzani
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni