Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di ven 28/02 delle ore 17:30

    GR di ven 28/02 delle ore 17:30

    Giornale Radio - 28/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di ven 28/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 28/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 28/02 delle 07:15

    Metroregione di ven 28/02 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 28/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Arrivano i vostri di ven 28/02

    Arrivano i vostri di ven 28/02

    Arrivano i vostri - 28/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di ven 28/02 (seconda parte)

    Due di due di ven 28/02 (seconda parte)

    Due di Due - 28/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di ven 28/02 (prima parte)

    Due di due di ven 28/02 (prima parte)

    Due di Due - 28/02/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 28/02 (seconda parte)

    B52, Niia, Noel Gallagher's high flying Birds, Lady Gaga, Bugo, Cecilia Paesante, Jackset, Quarantena (seconda parte)

    Jack - 28/02/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo ven 28/02

    Considera l'armadillo ven 28/02

    Considera l’armadillo - 28/02/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 28/02 (prima parte)

    B52, Niia, Noel Gallagher's high flying Birds, Lady Gaga, Bugo, Cecilia Paesante, Jackset, Quarantena (prima parte)

    Jack - 28/02/2020

  • PlayStop

    Radio Session di ven 28/02

    Radio Session di ven 28/02

    Radio Session - 28/02/2020

  • PlayStop

    Memos di ven 28/02

    Sviluppo sostenibile e rischi pandemici. E’ il titolo di uno studio sulle cause primarie dell’infezione da virus di origine animale,…

    Memos - 28/02/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore 28/02/20

    ARIANNA FARINELLI - GOTICO AMERICANO - presentato da LORENZA GHIDINI

    Note dell’autore - 28/02/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 28/02 (seconda parte)

    ira rubini, cult, brueghe, sergio gaddi, tiziana ricci, sergio escobar, piccolo teatro, spettacolo dal vivo ai tempi del coronavirus, maurizio…

    Cult - 28/02/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 28/02 (prima parte)

    ira rubini, cult, brueghe, sergio gaddi, tiziana ricci, sergio escobar, piccolo teatro, spettacolo dal vivo ai tempi del coronavirus, maurizio…

    Cult - 28/02/2020

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 28/02

    C'e' Luce di ven 28/02

    C’è luce - 28/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di ven 28/02

    Prisma di ven 28/02

    Prisma - 28/02/2020

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 28/02 (seconda parte)

    Il Giorno Delle Locuste di ven 28/02 (seconda parte)

    Il giorno delle locuste - 28/02/2020

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 28/02 (prima parte)

    Il Giorno Delle Locuste di ven 28/02 (prima parte)

    Il giorno delle locuste - 28/02/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di ven 28/02

    Rassegna stampa internazionale di ven 28/02

    Rassegna stampa internazionale - 28/02/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di ven 28/02

    Il demone del tardi - copertina di ven 28/02

    Il demone del tardi - 28/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 28/02 (terza parte)

    Fino alle otto di ven 28/02 (terza parte)

    Fino alle otto - 28/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 28/02 (seconda parte)

    Fino alle otto di ven 28/02 (seconda parte)

    Fino alle otto - 28/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 28/02 (prima parte)

    Fino alle otto di ven 28/02 (prima parte)

    Fino alle otto - 28/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Barcellona non cede alla paura

L’atmosfera era irreale, tante persone come non ne ho mai viste sotto un sole cocente e nessun rumore che non fosse il vento. La città ha applaudito e ha trattenuto il respiro per un minuto, scandito all’inizio da una onda di applausi che ha attraversato la piazza dalla Rambla de Catalunya a Passeig de Gràcia e alla fine da un lungo coro di “No tinc por” (non ho paura) mentre la folla si spostava verso la Rambla.
In quella piazza ci ho visto una città ferita che ha voglia di tornare a brillare come il sole abbagliante di questa giornata. Una città che non vuole smettere di accogliere,che non vuole farsi fermare dalla paura. Qualcuno a un certo punto ha urlato contro alcune donne velate: è stata la piazza intera a zittirli. Così come sono state zittite alcune urla contro le autorità che arrivavano: non è questo il momento – diceva una signora – perché oggi dobbiamo pensare ai morti, ai bambini feriti… oggi noi siamo tutti loro.
Le autorità, tutte presenti, Rajoy, Colau, Puigdemont e il monarca, Re Felipe, non hanno fatto discorsi. Alla ferita di questa città serviva solo questo silenzio profondo fatto di commozione e occhi lucidi.
Non sono troppo sicuro di aver scritto cose sensate ma il colpo al cuore è davvero immenso per chiunque ami questa città.
  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni