Approfondimenti

Balotelli e il Ku Klux Klan in salsa padana

Mario Balotelli

Ricordate? Città del Messico, ottobre 1968. Tommie Smith e John Carlos sul podio alzano i pugni al cielo durante l’esecuzione dell’inno americano. È uno dei gesti di protesta più famosi nella storia dello sport. “Se vinco sono un americano, non un afro-americano, ma se non vado bene diranno che sono un Negro”, racconterà più tardi Tommie Smith.

Brescia, novembre 2019. Cinquantuno anni dopo Massimo Cellino, il presidente della locale squadra di calcio, a modo suo dà ragione all’antica amarezza di Smith. Il razzismo nello sport usa sempre le stesse argomentazioni. Alla prima occasione buona tira fuori il colore della pelle. Cosa succede con Mario Balotelli? Chiedono a Cellino: “Che è nero, cosa devo dire, che sta lavorando per schiarirsi però ha molte difficoltà“. Punto.

La battuta in stile Ku Klux Klan è solo l’ultima delle vessazioni che subisce il giocatore, diventato il bersaglio preferito delle curve fasciste e dei politici di Destra. La penultima è stata la decisione della corte sportiva della Fgci di sospendere la squalifica della curva del Verona che aveva ripetutamente fischiato il giocatore del Brescia perché nero.

Ricordate? Balotelli aveva risposto calciando il pallone contro quel settore dello stadio. Si era ribellato. E questo aveva fatto imbestialire la Destra. Come si era permesso? Luca Castellini, ultrà del Verona, dirigente di Forza Nuova aveva detto “Balotelli ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano”.

Contro la sua presenza in nazionale era sceso in campo anche Matteo Salvini. E, infatti, Balotelli, a prescindere dallo stato di forma, non ha più vestito la maglia azzurra. Urla e battute razziste impunite, la massa degli spettatori degli stadi inerti, sistema calcio, istituzioni sportive e non conniventi.

Lo ha raccontato Fiona May, la campionessa d’atletica, che ha lasciato la commissione integrazione della Federazione Italiana Giuoco Calcio. “In due anni non è stata fatto nulla. Per loro non era una priorità“. È la fotografia di questo Paese. Che forse è ancora più arretrato degli USA di cinquant’anni fa. Almeno, come raccontava Tommie Smith, se vincevi, eri Americano. Qui no, anche in quel caso, per tanta gente, anche se vinci, ma sei nero, non sarai mai italiano.

Foto dalla pagina ufficiale su Facebook del Brescia Calcio BSFC

  • Autore articolo
    Michele Migone
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 28/11/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 28/11/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 28/11/2022 delle 7:17

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 28/11/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 28/11/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 28/11/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 28/11/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 28/11/2022

  • PlayStop

    Jack Meets: Francesco Guccini

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Claudio Agostoni e Alessandro Braga intervistano Francesco Guccini.

    Jack meets - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cosa c'entrano Orione, Zeus e il sistema anticontraffazione?

    Con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 28/11/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di lunedì 28/11/2022

    Mash Up è un dj set di musiche e parole diverse, anzi diversissime, che ogni lunedì si confondono fra loro…

    Mash-Up - 28/11/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 28/11/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 28/11/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 28/11/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 28/11/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 28/11/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 28/11/2022

    Oggi a Cult: Pippo Pollina in concerto allo Spazio Teatro 89 di Milano con il suo nuovo lavoro "Canzoni segrete",…

    Cult - 28/11/2022

  • PlayStop

    Suicidio assistito in Svizzera, l'intervista a Marco Cappato

    Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, si è autodenunciato ai carabinieri dopo aver accompagnato un 82enne in una clinica privata…

    Clip - 28/11/2022

  • PlayStop

    Suicidio assistito in Svizzera, l'intervista a Marco Cappato

    Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, si è autodenunciato ai carabinieri dopo aver accompagnato un 82enne in una clinica privata…

    Clip - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cos'è il piano di adattamento al cambiamento climatico? L'intervista al presidente di Legambiente Stefano Ciafani

    Il governo ha promesso che verrà adottato entro il 31 dicembre il Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici, un…

    Clip -

  • PlayStop

    Pubblica di lunedì 28/11/2022

    Iran, il blocco di potere religioso e militare messo alla prova dalla protesta nelle piazze. Cresce la partecipazione alle manifestazioni,…

    Pubblica - 28/11/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 28/11/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 28/11/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di lunedì 28/11/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 28/11/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 28/11/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 10.00, il venerdì dalle…

    Prisma - 28/11/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 28/11/2022

    Il contenitore del lunedì mattina che vi racconta cosa raccontano i giornali, come comunica la politica, le aziende e i…

    Guarda che Lune - 28/11/2022

  • PlayStop

    Rights now di lunedì 28/11/2022

    Stop bombe sui civili. Ma il documento votato da 82 nazioni rischia di arrivare troppo tardi. Ne parliamo con Francesco…

    Rights now – Il settimanale della Fondazione Diritti Umani - 28/11/2022

Adesso in diretta