Approfondimenti

Austria: un sollievo piccolo piccolo

Le ansie dell’Europa non finiscono a Vienna. Sarebbe bello se la vittoria di misura di Van der Bellen potesse scacciare il pericolo dell’avanzata delle destre populiste e nazionaliste. Certo, ora domina la sensazione dello scampato pericolo. L’ultradestra anti-europea guidata da Norbert Hofer è stata sconfitta. Ma non è mai stata così forte. Gli eredi di Heider rappresentano metà del paese.

Solo un anno fa sarebbe stato impensabile. Un’estrema destra così forte da far paura e convocare in massa alle urne l’elettorato. Uno a zero, dunque, con un sussulto democratico. Ma siamo solo al primo tempo della partita dell’Europa contro i populismi. E il secondo tempo appare ancora più ostico e minaccioso. E guarda anzitutto alla Gran Bretagna. Manca meno di un mese al referendum sulla Brexit, la permanenza o l’uscita di Londra dall’Unione europea. E i venti che soffiano a Londra dicono che l’ipotesi Brexit non è impensabile.

Paura, rabbia, chiusura. Tre fantasmi si aggirano per l’Europa. E allungano le loro ombre anche su Parigi. Marine Le Pen, la leader del Front National, potrebbe essere la prossima presidente della repubblica? Non è più un’ipotesi di scuola. Come avverte il politologo francese Dominique Reynié, siamo alla fase dei populismi pronti a governare. L’estrema destra cresce e si alimenta delle paure: prima di tutte quella dei migranti.

L’Europa non è ancora riuscita a dare una risposta democratica, lungimirante, progressista alla sfida politica che le si è presentata. Ha risposto con i muri e i blocchi,  proposte della destra, che così si trova a giocare in casa, sul proprio terreno. E infatti avanza. Il tutto dopo anni di recessione che hanno creato disoccupazione, emarginazione, disuguaglianze. Anche qui una risposta seria, lungimirante, non c’è stata. E la destra ne approfitta. Monta l’onda della paura, della rabbia, della chiusura in Europa. Ma in fondo, se ci pensiamo, è anche la cifra di Trump negli Stati Uniti, che vuole fare un muro con il Messico. Bene Van der Bellen, dunque, bene l’Austria, ma è una piccola vittoria di fronte a un’ansia gigantesca dell’Europa che deve ritrovare la propria identità.

Vi proponiamo la riflessione del politologo francese Yves Meny

Ascolta l’intervista

intervista Yves Meny

  • Autore articolo
    Alessandro Principe
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 30/09/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 30/09/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 30/09/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 30/09/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 30/09/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 30/09/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di venerdì 30/09/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 30/09/2022

  • PlayStop

    Camere Oscure di venerdì 30/09/2022

    Camere Oscure è la trasmissione che Radio Popolare dedica alla campagna elettorale. Da lunedì 12 a venerdi' 24 settembre, tutti…

    Camere Oscure - 30/09/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 30/09/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 30/09/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 30/09/2022

    (14 - 205) Dove si cerca di capire dove sia finito "virtualmente" Luigi Di Maio visto che si è cancellato…

    Muoviti muoviti - 30/09/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 30/09/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 30/09/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 30/09/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 30/09/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 30/09/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 30/09/2022

  • PlayStop

    Emilio Isgrò ospite di Ira Rubini

    Oggi a Cult, l’artista e scrittore Emilio Isgrò ha condiviso le sue opinioni sul ruolo dell'artista e sui problemi dell’arte…

    Clip - 30/09/2022

  • PlayStop

    Emilio Isgrò ospite di Ira Rubini

    Oggi a Cult, l’artista e scrittore Emilio Isgrò ha condiviso le sue opinioni sul ruolo dell'artista e sui problemi dell’arte…

    Clip - 30/09/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 30/09/2022 - ore 13:59

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il consesso degli imbecilli

    quando Dismacchione regge mezza puntata da solo, Al1 è ingiustamente accusato di ponte vacanziero e esordisce il think tank più…

    Poveri ma belli - 30/09/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 30/09/2022

    Oggi a Cult: La regista Valentina Bertani introduce il suo doc "La timidezza delle chiome", in programma al Cinema Mexico…

    Cult - 30/09/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 30/09/2022

    La situazione dei disabili gravi e gravissimi, come vivono, quali sarebbero i loro diritti, perché non vengono rispettati; prosegue il…

    37 e 2 - 30/09/2022

  • PlayStop

    Alessandro Baricco, La via della narrazione

    ALESSANDRO BARICCO – LA VIA DELLA NARRAZIONE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 30/09/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 30/09/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 30/09/2022

Adesso in diretta