Approfondimenti

A Sesto San Giovanni festa negata ai musulmani

A Sesto San Giovanni la nuova amministrazione di centrodestra sta portando avanti una battaglia contro la comunità islamica locale. Dalle promesse elettorali sta passando ai fatti, dopo lo stop alla costruzione della nuova moschea ora è arrivato anche il divieto di usare il Palasport per la Festa del Sacrificio.

Il comune a nord di Milano sta diventando un laboratorio di discriminazione per la comunità musulmana. A colpi di interpretazione di norme restrittive, applicazione alla lettera di norme controverse votate dalla Regione Lombardia guidata dal leghista Maroni.

L’appiglio anche in questo caso è burocratico-legale: la domanda per utilizzare il Palasport di Sesto sarebbe arrivata in ritardo.

“È stato deciso di non fare deroghe”, ha spiegato l’amministrazione. Dall’opposizione di centrosinistra fanno sapere che la giustificazione dell’amministrazione è pretestuosa perché “il preavviso di 60 giorni riguarda la gestione futura dell’impianto e non quella attuale”.

Questioni regolamentari che poco cambiano il senso politico dell’operazione: mortificare la comunità islamica e isolarla dal resto della cittadinanza. Dopo lo stop alla costruzione della moschea, questo è il secondo colpo ai quattromila sestesi di fede musulmana.

La questione finirà a Roma, il senatore del PD Franco Mirabelli ha presentato un’interrogazione al ministero dell’Interno e alla Prefettura. “Questa mattina abbiamo chiesto al ministero degli Interni e alla Prefettura di intervenire con urgenza per impedire che a Sesto San Giovanni l’amministrazione comunale privi una intera comunità di un diritto fondamentale come quello che garantisce la libertà di culto e il suo esercizio a tutti i cittadini e a tutte le confessioni religiose”, ha spiegato Mirabelli.

Dal 2010 la comunità islamica di Sesto San Giovanni celebrava la Festa del Sacrificio al Palasport, non c’erano mai stati problemi o tensioni.  ‘”Credo che senza un intervento delle istituzioni che richiami il sindaco di Sesto ai propri doveri e per ristabilire la legalità e il rispetto dei diritti”, ha detto il senatore del PD, “si rischi di alimentare un clima di conflitto oltre che consumare una ingiustizia. Per questo auspichiamo dal ministro e dal Prefetto un intervento urgente che consenta la celebrazione della Festa che è programmata per il 1 settembre”.

  • Autore articolo
    Roberto Maggioni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 28/10/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 29/10/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 28/10/20 delle 19:47

    Metroregione di mer 28/10/20 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 29/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Funk shui di gio 29/10/20

    Funk shui di gio 29/10/20

    Funk shui - 29/10/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di mer 28/10/20

    A casa con voi di mer 28/10/20

    A casa con voi - 29/10/2020

  • PlayStop

    Esteri di mer 28/10/20

    1- Votare negli Stati Uniti non è un diritto garantito per ..tutti. L’odissea degli elettori da New York al Wisconsin.…

    Esteri - 29/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 28/10/20

    Ora di punta di mer 28/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/10/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 28/10/20

    Uno di Due di mer 28/10/20

    1D2 - 29/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 28/10/20

    Considera l'armadillo mer 28/10/20

    Considera l’armadillo - 29/10/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 28/10/20

    Jack di mer 28/10/20

    Jack - 29/10/2020

  • PlayStop

    Stay Human di mer 28/10/20

    Stay Human di mer 28/10/20

    Stay human - 29/10/2020

  • PlayStop

    psicoradio di mar 27/10/20

    La puntata della settimana è dedicata a questa seconda ondata di Covid-19. Ci siamo domandati se e come i Dipartimenti…

    Psicoradio - 29/10/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 28/10/20

    Lo spettro del debito pubblico italiano non si aggira più per l’Europa. Perchè l’agenzia americana di valutazione Standard&Poor’s, qualche giorno…

    Memos - 29/10/2020

  • PlayStop

    Sara Turetta, I cani della mia vita

    SARA TURETTA - I CANI DELLA MIA VITA - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 29/10/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 28/10/20

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, matteo ceschi, note per salvare il pianeta, vololibero edizioni, nordic film festival, linda gaardner,…

    Cult - 29/10/2020

  • PlayStop

    Doppio Click di mer 28/10/20

    Trump e il suo profilo Twitter; individuati gli hacker russi responsabili dei più clamorosi attacchi degli ultimi anni; Snowden ha…

    Doppio Click - 29/10/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 28/10/20

    Usa a una settimana dal voto, ne parliamo con l'americanista Mario Del Pero. La Regione Lombardia in ritardo coi tamponi…

    Prisma - 29/10/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 28/10/20

    Rassegna stampa internazionale di mer 28/10/20

    Rassegna stampa internazionale - 29/10/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 28/10/20

    Il demone del tardi - copertina di mer 28/10/20

    Il demone del tardi - 29/10/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 28/10/20

    Fino alle otto di mer 28/10/20

    Fino alle otto - 29/10/2020

Adesso in diretta