Approfondimenti

A Milano si gioca il futuro della politica italiana

Le speranze di rinascita a sinistra. La crescita del Partito della Nazione. Il ritorno della destra. È Milano il fulcro della politica italiana in queste ore. Destra e sinistra mettono Renzi nel mirino. La destra berlusconiana e leghista vuole vincere le elezioni amministrative per iniziare a smantellare da Milano il potere renziano. La sinistra fuori dal centrosinistra accarezza il sogno di affermarsi per resuscitare politicamente e ritornare ad avere un ruolo nel Paese. Entrambi i campi fanno i loro calcoli attorno alla vittoria di Giuseppe Sala alle primarie del centrosinistra.

Berlusconi punta sulla contrapposizione di un manager a un manager. Stefano Parisi contro l’uomo di Expo. Parisi oltretutto è stato direttore generale del Comune con il sindaco di destra Gabriele Albertini, mentre Sala lo è stato con Letizia Moratti. Il tentativo sarebbe quello di far passare Sala come la brutta copia del candidato del centrodestra. Tra la copia e l’originale, meglio votare l’originale, direbbe Berlusconi agli elettori.

Un argomento che metterebbe in crisi anche gli elettori di sinistra che sono già in difficoltà ad accettare la vittoria di Sala. Secondo uno studio dell’Università di Milano tra chi ha votato alle primarie, un terzo degli elettori di Majorino e Balzani devono ancora decidere se votare Sala a giugno a Milano. È un fronte indebolito che Berlusconi tenta di spaccare. Ed è allo stesso tempo il cuneo dentro cui prova a infilarsi la sinistra che non sta nella coalizione. Giuseppe Civati ha fatto circolare il simbolo di Possibile Milano poche ore dopo la proclamazione di Sala e ha affermato di stare lavorando a una candidatura alternativa, proprio mentre Sel di Milano annunciava che ora nel partito inizia una discussione sulla permanenza nel centrosinistra.

Milano è stato un baluardo della tenuta del rapporto tra Sel e Pd mentre dal vertice nazionale del partito di Vendola arrivano pressioni, anche in queste ore, per far saltare tutto. Pure la sinistra Pd lavora per mantenere l’unità. Gianni Cuperlo, coordinatore dell’area che ha sostenuto la candidatura di Pierfrancesco Majorino a Milano, ha detto a Radio Popolare: “Sarebbe un problema serio e una sconfitta per tutti se si rompesse la coalizione”.

La sinistra Pd spinge perché a Milano Sala, ossia la maggioranza renziana del Pd, apra a Majorino, quindi alla minoranza Pd, modificando il baricentro politico. Perché teme che se prendessero corpo una lista e una candidatura alternative a sinistra potrebbe essere un problema mantenere la posizione dentro al Pd. Renzi, invece, potrebbe addirittura approfittarne, per spingere ancora più in là il Partito Democratico, verso il Partito della Nazione.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 07/10/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 07/10/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 07/10/2022

    1-Vicini all’apocalisse, Il mondo secondo Joe Biden, ma per la Cnn il monito del presidente americano a Putin sull’uso dell’atomica…

    Esteri - 10/07/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 07/10/2022

    (19 - 210) Dove si scoprono le nuove frontiere del marketing dello spaccio e ci si lamenta delle novità che…

    Muoviti muoviti - 10/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 07/10/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 07/10/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 07/10/2022

    Nuove uscite e notizie musicali.

    Jack - 10/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 07/10/2022

    Con Telmo Pievani abbiamo parlato del suo libro "La natura è più grande di noi, Storie di microbi, di umani…

    Considera l’armadillo - 10/07/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 07/10/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 10/07/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 07/10/2022

    Oggi a Cult: Cecilia Di Lieto presenta il suo "Me l'ha detto l'armadillo" (ed. Altreconomia); la rubrica di lirica a…

    Cult - 10/07/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 07/10/2022

    Torniamo a parlare di pandemia attraverso la presentazione del libro “Dissenso informato”; prosegue il nostro viaggio negli ospedali lombardi: oggi…

    37 e 2 - 10/07/2022

  • PlayStop

    Thomas Gunzig. Il sangue delle bestie.

    THOMAS GUNZIG – IL SANGUE DELLE BESTIE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 10/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 07/10/2022

    LA BOMBA SOCIALE DEI RISCALDAMENTI CENTRALIZZATI, TRA BOLLETTE TRIPLICATE ED I PRIMI DISTACCHI Leonardo Caruso, presidente Anaci – Associazione Nazionale…

    Prisma - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 07/10/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 07/10/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 10/07/2022

Adesso in diretta