Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 19/11 delle ore 06:30

    GR di mar 19/11 delle ore 06:30

    Giornale Radio - 19/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 18/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 19/11

    Fino alle otto di mar 19/11

    Fino alle otto - 19/11/2019

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis To Revelation - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology - 19/11/2019

  • PlayStop

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse frequenze - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di lun 18/11

    ..1-Ucrainagate: a sorpresa Donald Trump annuncia che sarebbe pronto a testimoniare sul suo impeachment. (Roberto Festa)..2-Hong Kong. Il politecnico nuovo…

    Esteri - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11

    Malos di lun 18/11

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell’autore - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agorà - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

“Unito, ma solo per condividere politiche comuni”

«Che stare insieme sia meglio che stare separati è un’ovvietà. Però per stare insieme bisogna condividere delle proposte di merito».

Lo ha detto a Memos Sergio Cofferati, deputato europeo del gruppo dei Socialisti e Democratici anche se dal 2015 non è più iscritto al Pd. Cofferati, già sindaco di Bologna (2004-2009) e prima ancora segretario generale della Cgil (1994-2002), ha attraversato la storia politica del centrosinistra di questi ultimi vent’anni. E oggi ragiona anche del suo futuro.

«Trovo stucchevole nella discussione di queste settimane, ancora adesso dopo i risultati elettorali – dice l’ex leader della Cgil – il politicismo che porta ad interrogarsi se il centrosinistra debba essere largo o stretto. La mia domanda, che è quella che tante persone mi fanno, è: stare insieme per fare cosa? Io vorrei che si discutesse di questo. Faccio degli esempi: penso che una forza di sinistra che considera il lavoro un valore sociale debba NON fare il Jobs Act. E quindi il Jobs Act va abolito. Se si è d’accordo, poi discutiamo insieme sul come fare. Altro esempio: la legge sulla “buona scuola” va modificata radicalmente; sulle tasse hanno introdotto la “flat tax”, io vorrei una progressività nell’imposizione fiscale come c’era ai tempi del ministro Visentini (tra la metà degli anni ‘70 e gli ‘80, ndr). Vogliamo fare queste cose? Se sono condivise, discutiamo insieme come farle e allora c’è l’unione».

Nell’intervista a Memos Sergio Cofferati parla del leader laburista britannico Corbyn, dell’Europa e del lavoro, dei principi dimenticati dalle politiche dei governi europei (Dichiarazione di Philadelphia, Carta dei diritti fondamentali dell’UE).

Ascolta tutta la puntata di Memos

  • Autore articolo
    Raffaele Liguori
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni