Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 18/11 delle ore 06:59

    GR di lun 18/11 delle ore 06:59

    Giornale Radio - 18/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 18/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 18/11 delle 07:14

    Metroregione di lun 18/11 delle 07:14

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11

    Malos di lun 18/11

    MALOS - 18/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di Due - 18/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di Due - 18/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell’autore - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agorà - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao - 18/11/2019

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 18/11

    Di Lunedi di lun 18/11

    DiLunedì - 18/11/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 18/11

    Rassegna stampa internazionale di lun 18/11

    Rassegna stampa internazionale - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11

    Prisma di lun 18/11

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Piazza Fontana di lun 18/11

    Parliamo dei processi per la strage, del primo di Catanzaro con Benedetta Tobagi, scrittrice e studiosa dello stragismo nero, e…

    Cinquant’anni di Piazza Fontana - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (prima parte)

    Prisma di lun 18/11 (prima parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Session di lun 18/11

    Radio Session di lun 18/11

    Radio Session - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (seconda parte)

    Prisma di lun 18/11 (seconda parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 18/11

    Considera l'armadillo lun 18/11

    Considera l’armadillo - 18/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma di lun 18/11 (terza parte)

    Prisma - 18/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po' di lun 18/11

    Senti un po’ - 18/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Fumettista italiano censurato in Turchia

ChannelDraw, il blog del fumettista ravennate Gianluca Costantini, è stato oscurato in Turchia. Per chi si connette dal Paese, il sito del disegnatore non è più visibile dal 24 luglio. “Tecnicamente non è molto complicato – spiega a Radio Popolare – per altro essendo sulla piattaforma Blogspot di Google, cambia l’estensione a seconda di dove ci si connette”. La pagina invisibile, infatti, è channeldraw.blogspot.tr.

costantiniturchia

Il motivo della censura è legato alle ultime vignette che il fumettista ha dedicato al presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Da una con il suo volto tinto di rosso sangue in cui si vede che gronda dalla mezzaluna, ad un altra dedicata ad uno dei tanti giornalisti arrestati nel Paese. “Colpisco sempre e comunque capi di nazioni che si occupano di soprusi e di violazioni di diritti umani. Erdogan è già nei miei disegni dal 2011-2012”, aggiunge. I disegni sono diventati sempre più duri, al seguito dell’appesantirsi della repressione.

Orhan-Kemal-Cengiz

Costantini sulla sua pagina Twitter elenca i giornali con cui collabora. Ce n’è anche uno turco: Le Man. E proprio la situazione dei media, secondo Costantini, è tra i problemi principali. L’esempio è il caso di Occupy Gezi, dove la portata internazionale dell’evento fu volutamente ignorata dalla maggior parte dei media locali. “Continuero a denunciare per far rendere conto anche chi sta fuori che la censura è talmente veloce che ne giro di due anni un Paese può cambiare totalmente”.

CoTyzo-WIAAzq2O

Ascolta l’intervista a cura di Danilo De Biasio

Gianluca Costantini

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni