Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 11/11 delle ore 17:30

    GR di lun 11/11 delle ore 17:30

    Giornale Radio - 11/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 11/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11

    Prisma di mar 12/11

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 11/11 (prima parte)

    Prisma di lun 11/11 (prima parte)

    Prisma - 11/11/2019

  • PlayStop

    Radio Session di lun 11/11

    Radio Session di lun 11/11

    Radio Session - 11/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 11/11

    descrizioneGIAN UMBERTO ACCINELLI - VOCI DELLA NATURA - Presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 11/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di lun 11/11 (seconda parte)

    Prisma di lun 11/11 (seconda parte)

    Prisma - 11/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 11/11

    Senti un po' di lun 11/11

    Senti un po’ - 11/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 11/11 (prima parte)

    Fino alle otto di lun 11/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 11/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 11/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di lun 11/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 11/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 11/11 (prima parte)

    Senti un po' di lun 11/11 (prima parte)

    Senti un po’ - 11/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 11/11 (terza parte)

    Fino alle otto di lun 11/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 11/11/2019

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 11/11 (seconda parte)

    Senti un po' di lun 11/11 (seconda parte)

    Senti un po’ - 11/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 11/11

    Considera l'armadillo lun 11/11

    Considera l’armadillo - 11/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

10 Arresti per gli scontri della May Day No Expo

I fatti sono quelli della May Day No Expo del primo maggio 2015, i danneggiamenti in corso Magenta a Milano e gli scontri con la polizia durante il corteo No Expo. Dopo sei mesi di indagini la polizia di Stato ha effettuato 10 arresti: 5 a Milano e 5 in Grecia. Altre 5 persone sono indagate a piede libero: 3 milanesi, 1 comasco e 1 greco. A Radio Popolare risulta siano stati eseguiti 4 arresti su 5 tra i milanesi.

Le accuse sono di devastazione, resistenza a Pubblico Ufficiale aggravata, travisamento e incendio. Il provvedimento è stato emesse dal GIP su richiesta del sostituto procuratore Piero Basilone, coordinato dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli. 

L’operazione, in corso dall’alba, sarebbe al momento conclusa. Gli arresti sono stati fatti a Milano e in Grecia. Le persone fermate, riferisce la Digos, sono persone “già note, appartenenti all’area Anarco-Squatter/Antagonista”.

In questi sei mesi Digos e polizia scientifica hanno visionato oltre 600 Gb di materiale fotografico e video. “Sono stati quindi isolati i comportamenti dei singoli soggetti riuscendo ad attribuire ad ognuno di essi le specifiche azioni penalmente rilevanti” scrive la Questura di Milano.

Il primo maggio durante la May Day No Expo ci furono scontri nella zona di corso Magenta, quando 300/400 persone a volto coperto tentarono di sfondare la zona rossa messa a protezione del centro di Milano. Ci furono danneggiamenti a banche e negozi e alcune auto incendiate. Non ci furono scontri diretti tra polizia e manifestanti.

“Abbiamo evitato il peggio” commentò il ministro degli interni Angelino Alfano.

 

  • Autore articolo
    Roberto Maggioni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni