Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 11/11 delle ore 07:01

    GR di lun 11/11 delle ore 07:01

    Giornale Radio - 11/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 11/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Metroregione di lun 11/11 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 11/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Malos di mar 12/11 (seconda parte)

    Malos di mar 12/11 (seconda parte)

    MALOS - 11/12/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 12/11 (prima parte)

    Malos di mar 12/11 (prima parte)

    MALOS - 11/12/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 12/11

    Ora di punta di mar 12/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11 (prima parte)

    Due di due di mar 12/11 (prima parte)

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11 (seconda parte)

    Due di due di mar 12/11 (seconda parte)

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Varia Umanità

    - Segnalazioni dagli inserti domenicali dei quotidiani nazionali..- Lavoro precario durante le "week" milanesi: servizio di Roberto Maggioni ..- 150…

    Varia umanità - 11/12/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 12/11

    Due di due di mar 12/11

    Due di Due - 11/12/2019

  • PlayStop

    Radio Session di mar 12/11

    Radio Session di mar 12/11

    Radio Session - 11/12/2019

  • PlayStop

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao di mar 12/11

    Tazebao - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma di mar 12/11 (terza parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma di mar 12/11 (prima parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma di mar 12/11 (seconda parte)

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 12/11

    Prisma di mar 12/11

    Prisma - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di mar 12/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto di mar 12/11

    Fino alle otto - 11/12/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale di lun 11/11

    Rassegna stampa internazionale - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    Malos di lun 11/11 (prima parte)

    MALOS - 11/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    Malos di lun 11/11 (seconda parte)

    MALOS - 11/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Sudafrica, le proteste annullano il caro tasse universitarie

L’annuncio ufficiale arriva poco dopo le 14: gli studenti universitari sudafricani sono riusciti ad ottenere l’annullamento del caro tasse universitarie, già in agenda tra i provvedimenti del governo. Quattro giorni di proteste e scontri hanno portato i manifestanti ad un importante successo, che potrebbe essere solo il primo passo di un movimento civile, che  vuole completare la “decolonizzazione” del Sudafrica. Chi protesta vuole riscrivere la storia del Paese, cancellare i tratti ancora rimasti dall’epoca coloniale, una scuola più equa e democratica, un maggiore imprgno nella lotta alla povertà. “Il prossimo anno le tasse universitarie aumenteranno dello 0 per cento”, afferma il presidente Jacob Zuma.

 

Il Paese da tempo è attraversato da forti tensioni. La professoressa Itala Vivan, docente di Cultura postcoloniale all’Università degli studi di Milano osserva con attenzione i sommovimenti della società sudafricana. Il malcontento verso l’African National Congress, il partito in carica dalla fine dall’apartheid ma nessuno ha la forza di contestarlo. C’è un’idea che pare dominare le classi più povere del Paese: la transizione post coloniale ancora non si è conclusa. Si è cominciato con il chiedere la rimozione delle statue dei colonialisti, risultato ottenuto nel caso di quella di Cecil Rhodes. L’atmosfera che si respira a Cape Town lascia pensare ad un possibile Sessantotto africano. Il tema in sospeso, però, è il dopo Zuma. Anche nel caso in cui il movimento non proceda con l’impichment (possibile, visti gli scandali che hanno tormentato l’epoca del presidente), l’erede designato alla dirigenza dell’Anc pare irricevibile per il movimento. Si tratta di Cyril Ramaphosa, vicepresidente dell’Anc, indagato e poi assolto per la strage di 34 minatori di Marikana, ucciso dalle forze speciali del Paese.

L’intervista completa ad Itala Vivan

Itala Vivan

  • Autore articolo
    Lorenzo Bagnoli
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni