Approfondimenti

1960, l’anno delle indipendenze africane: la Costa d’Avorio

Félix Houphouët-Boigny - Costa d'Avorio

Il 7 agosto del 1960 la Costa d’Avorio è il terzo dei sette paesi africani che diventano indipendenti nel mese più affollato di proclamazioni di indipendenza dell’anno spartiacque della decolonizzazione africana.

La Costa d’Avorio arriva all’appuntamento con un inno nazionale che è stato scelto attraverso un concorso che si è svolto nei mesi precedenti: la capitale del nuovo stato indipendente è Abidjan, e l’inno si intitola L’Abidjanaise.

Lo hanno composto due sacerdoti cattolici ivoriani, Pierre-Michel Pango per la musica, e Pierre-Marie Coty per le parole. A insistere per la partecipazione al concorso di Pango è lo stesso Félix Houphouët-Boigny, che dal ’59 in vista dell’indipendenza è primo ministro della Costa d’Avorio e sarà poi il presidente-padrone del paese: nel ’59 Houphouët-Boigny ha assistito ad una messa in cui Pango dirigeva la corale ed è rimasto colpito dal talento del giovane abate.

L’Abidjanaise è rimasta inno nazionale della Costa d’Avorio anche dopo il trasferimento nel 1983 della capitale a Yamoussoukro. L’Abidjanaise è stata invece messa in discussione fra il 2007 e il 2009 sotto la presidenza di Laurent Gbagbo, con l’idea di sostituirla con un altro inno, composto dopo l’inizio della guerra civile che ha lacerato il Paese.

Tornando al ’60, a caldo la Costa d’Avorio ha anche una canzone, popolarissima, che festeggia l’indipendenza, e che si intitola appunto Indépendance: a creare il brioso brano è la coppia della cantante Allah Thérèse e del marito N’Goran La Loi che la accompagna alla fisarmonica: lei diventerà la cantante prediletta di Houphouët-Boigny, seguendolo anche nei suoi viaggi all’estero e celebrando con canzoni ad hoc i più importanti atti politici del presidente. Icone della musica neo-tradizionale ivoriana, lei e il marito avevano iniziato nel ’56 e hanno continuato a fare coppia nell’arte e nella vita fino alla morte di lui nel 2018: Allah Thérèse è mancata nel gennaio di quest’anno.

Anche un’altra canzone intitolata Indépendance è stata un grande successo in Costa d’Avorio, lanciata da Dapley Stone nel 1982, e dedicata – neanche dirlo – a Houphouët-Boigny, che ricambiò il giovane cantante con una borsa per andare a studiare musica in Francia. Dapley Stone è mancato nel 2014.

E’ interessante notare come per tre decenni dopo l’indipendenza il grande problema della musica ivoriana sia stato quello di avere delle figure rappresentative a livello nazionale solo sulla base di una investitura dall’alto e in particolare da parte di Houphouët-Boigny, come nei casi di Allah Thérèse e di Dapley Stone: gli altri protagonisti della scena musicale rimanevano confinati all’interno di una dimensione locale e del pubblico di una sola delle comunità del complicato mosaico etnico della Costa d’Avorio.

È solo tre decenni dopo l’indipendenza, negli anni novanta, che il genere zouglou e il successo anche internazionale del gruppo Magic System riescono finalmente a creare una musica ivoriana con una dimensione nazionale, in cui si identifica un pubblico trasversale rispetto alle etnie e alle appartenenze regionali.

  • Autore articolo
    Marcello Lorrai
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 04/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/04/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Radiosveglia di lunedì 04/07/2022

    Radiosveglia è il nostro “contenitore” per l’informazione dei mattini d’estate. Dalle 7.45 alle 10, i fatti del giorno, (interviste, commenti,…

    Radiosveglia - 07/04/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 04/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/04/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 03/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/03/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 03/07/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 07/03/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 03/07/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 07/03/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 03/07/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 07/03/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di domenica 03/07/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 07/03/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 03/07/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 07/03/2022

  • PlayStop

    Rap Criminale di domenica 03/07/2022

    - Chi ha sparato a Tupac Shakur? - Chi ha ucciso Notorious B.I.G.? Perché si sono sciolti i NWA? -…

    Rap Criminale - 07/03/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 03/07/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 07/03/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 03/07/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 07/03/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 03/07/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 07/03/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 02/07/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 07/02/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 02/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/02/2022

Adesso in diretta