Germania
Da blog a magazine
Riprendere Berlino
Andrea D'Addio è un giornalista e abita a Berlino. Il suo "Berlino Magazine" racconta la città, organizza corsi di lingua, aiuta a trovare lavoro
BORSE EUROPEE
Altro che Brexit. Fusione Londra-Francoforte
Le piazze di Londra e Francoforte uniscono le forze nel principale polo finanziario europeo, in grado di competere con i mercati americani e asiatici
Voto nei lander tedeschi
L’estrema destra è uno schiaffo all’Europa
La sconfitta dalle elezioni tedesche non è Angela Merkel. A perderci è l'Unione. Non c'è più solidarietà tra Paesi membri. Anche per colpa di Merkel
Europa-Turchia
Le conseguenze del negoziato
Quali sono gli effetti della trattativa in corso Ankara-Bruxelles. Finché la rotta balcanica non si sblocca, tutti i Paesi dell'area potrebbero entrare in "emergenza"
il testo di Georg Büchner
Mario Martone: il mio Danton
Il regista mette in scena il capolavoro giovanile di Georg Büchner, che rappresenta la Rivoluzione francese nell'atto di autodivorarsi
national security agency
Gli americani ci spiano. Chi è sorpreso?
La Nsa nel 2011 ascoltava le conversazioni di Berlusconi. Le ultime rivelazioni di Wikileaks hanno provocato un mezzo terremoto in Italia. In realtà sono quasi una non notizia: ormai da tempo, grazie a Snowden, sappiamo che Washington tiene sotto sorveglianza anche i suoi alleati
intervista a Géza Röhrig
Il figlio di Saul
Al cinema il film di László Nemes. La storia straziante di un padre nel Sonderkommando ad Auschwitz, alla ricerca disperata del corpo del figlio ucciso dai nazisti
Giornata della memoria/1
Il triangolo rosso di Mirella Stanzione
“Ravensbruck era un campo di concentramento a 80 chilometri da Berlino, verso la Polonia, popolato solo da donne e bambini
capodanno a colonia
Tante aggressioni, poche certezze
Dopo aver minimizzato gli episodi, la polizia ora ammette: "Il clima di violenza avrebbe potuto provocare dei morti". Per ora però solo tre fermi e molte strumentalizzazioni
Sospeso Schengen
Profughi, frontiera chiusa sul ponte tra Svezia e Danimarca
Due giornalisti scandinavi spiegano le conseguenze politiche, economiche e anche psicologiche della decisione di Stoccolma e Copenhagen di sospendere il trattato di libera circolazione e chiudere le frontiere ai migranti senza documenti. A partire da un simbolo: quel ponte che dopo molte guerre ha unito i due Paesi

 

 

 

 
 
1
2
>
>>