Dopo il ritiro

Bimbe, riposo e totani: la nuova vita di Basile

mercoledì 26 ottobre 2016 ore 16:58

Cosa succede a un atleta dopo il ritiro? Come riempie le sue giornate dopo venti e più anni trascorsi a pratica la disciplina?

La Nba è ripresa senza le leggende Duncan, Bryant e Garnett, in Italia dopo ventuno stagioni ci dovremo abituare all’assenza di Gianluca Basile.

Barese, classe 1975, è stato uno dei principali protagonisti della pallacanestro italiana degli ultimi anni. Dopo gli esordi in maglia Pallacanestro Reggiana, è diventato grande alla Fortitudo Bologna, con cui ha vinto due titoli. E ancora la consacrazione internazionale a Barcellona e le straordinarie avventure con la nazionale, con cui ha vinto un oro Europeo e un indimenticabile argento olimpico a Atene.

Poi la seconda giovinezza italiana, conclusa con le ultime stagioni a Capo d’Orlando. Oggi Gianluca vive nella cittadina siciliana, la testa gli diceva che era ora di smettere.

“Ora mi dedico a me stesso, alle mie figlie e alla pesca” dice Gianluca Basile a Olio di Canfora

gianluca-basile

 

Aggiornato mercoledì 26 ottobre 2016 ore 17:02
TAG