Abbonaggio
La serata del 17 dicembre

Armando Picchi, uomo e capitano

giovedì 15 ottobre 2015 ore 12:00
Un uomo. Un giocatore. Un capitano.

Armando Picchi è stato questo ed è stato tanto altro. È stato Livorno ed è stato l’Inter più bella.

Giovedì 17 dicembre, nel corso dell’Abbonaggio 2015, Radio Popolare vuole rendere omaggio alla figura di Armandino con una serata di suoni, immagini e parole.

Dalle 20.30 all’Auditorium Demetrio Stratos di via Ollearo 5 a Milano ricreeremo le atmosfere labroniche in cui Picchi è nato nel giugno del ’35, per poi migrare a Milano, dove è divenuto uno dei pilastri della squadra del Mago Herrera capace di salire per due volte sul tetto d’Europa.

Quella di Picchi è stata una vita ricca di eventi e successi, terminata a soli 35 anni. Da ragazzo a Livorno con un gruppo di amici inventò i gabbioni, campi da calcio sul lungomare protetti da reti metallici che impediscono al pallone di finire in acqua: ancora oggi quelle recinzioni alte cinque metri caratterizzano il paesaggio della città toscana e ospitano partite infuocate.

Da qui partità il nostro percorso, con la proiezione in esclusiva di Gabbia di Matti, docufilm di Luca Falorni che racconta la storia dei gabbioni sin dalla loro fondazione negli anni Cinquanta.

Ex giocatori e allenatori interverranno al microfono per raccontare chi era per loro Armando Picchi, prima del piatto forte della serata. L’attore livornese Michele Crestacci porterà sul palco dell’Auditorium di Radio Popolare, per la prima volta a Milano, il suo monologo teatrale dedicato a Armando Picchi, che completa la triologia iniziata con Caproni e Modigliani.

Tutta la serata, ad ingresso gratuito fino a esaurimento posti, sarà accompagnata da musiche di artisti livornesi e trasmessa in diretta su Radio Popolare dalle 20.30 fino alle 22.30 (In Fm oppure www.radiopopolare.it)

 

Aggiornato martedì 05 gennaio 2016 ore 10:34
TAG