Approfondimenti

Yemen, sospesi i negoziati

Domenica 24 aprile, in Kuwait, l’inviato speciale dell’Onu Ismail Ould ha sospeso i negoziati sullo Yemen perché non portavano da nessuna parte.

Troppe le differenze.

Il presidente riconosciuto dall’Onu Mansour Hadi, appoggiato dai sauditi e dagli emiratini, chiede agli Huthi di consegnare le armi e di lasciare le città che hanno conquistato. Da parte loro, gli Huthi esigono che la coalizione guidata dai sauditi metta fine ai bombardamenti che in un anno hanno fatto oltre 6400 morti (più di quanti ne abbiamo fatto gli israeliani a Gaza nelle ultime tre guerre) e 2 milioni e mezzo di sfollati.

Difficile che questi negoziati abbiano esito positivo. Molto più probabile che ricomincino i combattimenti.

Al momento gli Huthi e i loro alleati (in primis l’ex presidente Saleh, un tempo loro nemico) stanno raggruppando le forze sul terreno. Per entrambe le fazioni, l’obiettivo è combattere ancora, riprendersi alcuni territori e ricominciare i negoziati successivi da un punto di forza.

Solo in un momento successivo sarà possibile un vero negoziato politico.

Molti gli attori sulla scena. Contrari a un’azione militare sono Iran, Russia e Cina. A non dare sostegno militare diretto sono Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia (che però forniscono armi e tecnologia), Turchia e Belgio. Ad avere invece preso posizione contro gli Huthi sono Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain, Emirati (anche se non tutti gli emiri sono d’accordo, la guerra in Yemen ha causato tensioni interne), Giordania, Egitto, Marocco, Senegal, Sudan e Malesia.

Intanto, i bombardamenti della coalizione saudita colpiscono la città portuale di Mukalla, fortezza di al Qaeda che da qui controlla 600 km di costa. 800 i morti tra i miliziani di al-Qaeda.

Un quadro complesso, quello yemenita, dove è presente anche l’Isis, cui si aggiunge il cinismo di un certo Occidente (Stati Uniti e Gran Bretagna in primis) che continua a vendere aerei militari e armi ai sauditi e agli Emirati.

A criticare la guerra sono in tanti. Oltre alle organizzazioni umanitarie, anche i musei: il British Museum, il Louvre, l’Hermitage a San Pietroburgo e il Metropolitan di New York hanno aderito a un programma dell’Unesco per accendere i riflettori sui siti archeologici distrutti nel Paese che un tempo fu della Regina di Saba.

  • Autore articolo
    Farian Sabahi
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 23/05/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 23/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 23/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 23/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 23/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 23/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 23/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 23/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 23/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. Mosca aumenta la pressione militare nel Donbass e non si escludono nuove operazioni nelle zone dalle quali…

    Esteri - 23/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 23/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 23/05/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 23/05/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 23/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 23/05/2022

    Dove si ricorda il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo…

    Muoviti muoviti - 23/05/2022

  • PlayStop

    Coralli e crocchette

    Con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 23/05/2022

  • PlayStop

    Nando Dalla Chiesa, Ostinati e contrari. La sfida alla mafia nelle parole di due grandi protagonisti

    NANDO DALLA CHIESA - OSTINATI E CONTRARI. LA SFIDA ALLA MAFIA NELLE PAROLE DI DUE GRANDI PROTAGONISTI – presentato da…

    Note dell’autore - 23/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 23/05/2022

    Si parla con Andrea Mustoni del suo libro Un uomo tra gli orsi, il racconto di un'avventura sulle Alpi, ediciclo…

    Considera l’armadillo - 23/05/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 23/05/2022

    Intervista a Louise Bartle dei Bloc Party

    Jack - 23/05/2022

  • PlayStop

    Trentanni fa l'assasinio del Giudice Falcone

    Questa mattina a Prisma abbiamo ascoltato le voci di allora, l'intervista di Lele Liguori a Giuseppe Costanza, l'autista di Falcone…

    Clip - 23/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di lunedì 23/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 23/05/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 23/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il festival del cinema di Cannes, Emilio…

    Cult - 23/05/2022

  • PlayStop

    Il veleno di Punta Catalina

    Non è solo l'ennesimo progetto killer del clima. La centrale a carbone di Punta Catalina, nel paradiso naturale della Repubblica…

    Omissis - 23/05/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 22/05/2022

    http://vitowar.blogspot.it/ A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae…

    Reggae Radio Station - 23/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 23/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 23/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 23/05/2022

    GUERRA, ULTIMI SVILUPPI, ANALISI E COMMENTI con Emanuele Valenti, Mara Morini docente di Politiche dell'Europa Orientale all'Università di Genova e…

    Prisma - 23/05/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 23/05/2022

    Guarda che Lune oggi, con Claudio Jampaglia e Giuseppe Mazza, è dedicato alla memoria, di Falcone e della luce sulla…

    Guarda che Lune - 23/05/2022

Adesso in diretta