Approfondimenti

Tutte le promesse di Renzi

Non c’è solo la decontribuzione che di per sé è già un’enorme promessa: zero contributi alle aziende del Sud, se si assumono i giovani e i disoccupati da almeno sei mesi. Che in realtà è il prolungamento per il Sud degli sgravi totali previsti inizialmente nel Job Acts e che adesso non ci sono più.

Ma la valigia di Renzi nel suo viaggio referendario al Sud – dopo la Sicilia c’è anche la Sardegna – è piena di promesse. Di tutti i tipi, dal sostegno del governo al sindaco di Cinisi, anche con un esproprio, perché il casolare dove fu ucciso Peppino Impastato diventi un luogo di memoria, alla fine dei binari unici delle ferrovie siciliane. Per non parlare del G7 previsto a Taormina il prossimo anno.

E’ sulle infrastrutture che punta per colpire l’elettorato con effetti speciali: ritornato nel cassetto il progetto del ponte sullo Stretto, Renzi ora promette soldi per strade e ferrovie. Oggi ha inaugurato il cantiere di una galleria sulla Caltanissetta-Agrigento, e poi aeroporti, con nuove rotte su Comiso e Trapani, e infine il raddoppio dei binari delle ferrovie. Tutti progetti che dovrebbero, oltre che accelerare i tempi di percorrenza, creare nuovi posti di lavoro.

L’agenda di Renzi in questi anni è stata piena di grandi promesse, alcune realizzate, gli 80 euro e le unioni civili per esempio esempio, molte altre no.

Ma in questi tre mesi di campagna referendaria le promesse si sono intensificate da Nord a Sud, fino ad arrivare a una legge di stabilità che è stata soprannominata manovra referendaria per le misure un po’ a pioggia per tutti. Un primo passo c’è stato con la rottamazione delle cartelle esattoriali (non si cancellano le multe ma gli interessi di mora) contenuta nel decreto fiscale approvato oggi, ma è nelle mani del parlamento e della Commissione di Bruxelles, la quattordicesima per le pensioni minime e l’ape, cioè la pensione anticipata, anche se poi si è scoperto, che l’anticipo è condizionato all’ok delle banche.

E poi le promesse per il pubblico impiego e per le partite iva, due grandi serbatoi di voti, spesso scontenti del carico di tasse e del mancato aumento degli stipendi. Per 500mila partite iva Renzi ha promesso una misura di mille euro l’anno e per il pubblico impiego megaconcorsi per circa 10mila posti, in tutti i campi, dalla scuola agli ospedali. E sulla scuola, altra grande promessa di assunzione dei precari, l’inizio è stato traballante, con più insegnanti scontenti che soddisfatti.

  • Autore articolo
    Anna Bredice
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 27/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 28/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 27/05/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 28/05/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 28/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 27/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 28/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 27/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 28/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 27/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 10 – Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 7 – Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 27/05/2022

    1- Egitto. Lo sciopero della fame di Alaa Abdel Fattah, una sfida lanciata al Presidente Al Sisi. Da 56 giorni…

    Esteri - 28/05/2022

  • PlayStop

    Lezioni di antimafia di venerdì 27/05/2022

    “Giustizia, Diritti e Memoria” È il titolo del nuovo e sesto ciclo di lezioni di antimafia che inizia martedì 15…

    Lezioni di antimafia - 28/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 27/05/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 2 – All Eyez On Me – Chi era Tupac Amaru Shakur

    All Eyez On Me – Chi era 2Pac Amaru Shakur

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - Scuola di Arte Applicata

    La Scuola di Arte Applicata di Milano mette a disposizione tre corsi online per una persona, relativi alla tecnica di…

    Clip - 27/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - Viaggi&Miraggi

    L'agenzia Viaggi&Miraggi mette in palio un viaggio a Lanzarote per 2 persone, il nostro primo premio. Al1 e Disma hanno…

    Clip - 27/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di venerdì 27/05/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 28/05/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 27/05/2022

    Tommaso Toma ricorda Andy Fletcher, Intervista a Cathy Lucas ( Vanishing Twins)

    Jack - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ramen Remix

    quando il dj emergente Niccolò Guffanti presenta il nuovo remix di Noi siamo i Robot da lui stesso eseguito, poi…

    Poveri ma belli - 28/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 27/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/05/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 27/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare: l'ultimo collegamento da Cannes con Barbara Sorrentini, Tiziana Ricci parla della…

    Cult - 28/05/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 27/05/2022

    Torniamo a parlare dei Medici di Medicina generale; le ultime decisioni prese dalla Regione in materia sanitaria; ci spostiamo a…

    37 e 2 - 28/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 27/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA ANALISI E AGGIORNAMENTI. Con l'ex Ambasciatore Gianpaolo Scarante e Francesco Giumelli docente di Relazioni internazionali a Groningen…

    Prisma - 28/05/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 27/05/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 28/05/2022

Adesso in diretta