Approfondimenti

Eutanasia e testamento bio: non confondiamoli

La morte di Fabiano Antoniani, attraverso il suicidio assistito in una clinica di Zurigo, ha fatto irruzione in Parlamento nel giorno in cui sarebbe dovuta approdare in aula la legge sul testamento biologico. E’ stata però rinviata a marzo, perché non è ancora arrivata in Commissione Affari sociali.

Le parole dello stesso Fabiano pronunciate poco prima di morire scuotono anche i partiti, ma l’eutanasia scelta dall’uomo non ha nulla a che fare con la legge sul testamento biologico. Ci sono sei proposte di legge sull’eutanasia, cinque di iniziativa parlamentare e una di iniziativa popolare, promossa dall’Associazione Luca Coscioni, ma tutte ferme da un anno esatto in commissione Affari sociali. Su questo tema c’è un tabù in Parlamento che rende quasi impossibile una discussione e un voto.

Diverso invece il percorso sul testamento biologico che è quasi approdato in aula alla Camera, ma che continua a subire tentativi di modifiche da parte delle aree cattoliche di tutte le coalizioni, che mettono a rischio l’approvazione finale: oltre all’approvazione alla Camera, dove non ci sono tempi ristretti e neppure pensabile il voto di fiducia, (è una legge che per il Governo Gentiloni non ha la stessa valenza che avevano per il Governo Renzi le Unioni civili), ci vuole anche il passaggio al Senato che potrebbe a sua volta cambiarla e i mesi che restano alla fine della legislatura sono pochi.

Si tratta delle disposizioni anticipate di trattamento, (Dat), e cioè la volontà di una persona su ciò che vorrebbe nel caso si trovasse non più in grado di intendere e di volere, ad esempio sulla nutrizione e idratazione artificiale, definisce vincoli per il medico e introduce la figura di un fiduciario. E’ la battaglia portata avanti per anni da Beppe Englaro, sulla base anche delle volontà della figlia espresse prima dell’incidente. Una discussione lunga nelle Commissioni, che si è svolta lungo il crinale della libertà del malato da un lato e di quella del medico di insistere sulle cure dall’altro. I parlamentari cattolici hanno cercato di  inserire alcuni limiti, ad esempio riconoscendo il dovere del medico, “ove possibile”, di rispettare le volontà, due parole che potrebbero rendere meno ampia la libertà del malato e ora insistono perché nella legge venga scritto che non c’è nessun riconoscimento legale all’eutanasia attiva o passiva, alimentando così una confusione tra due tipi di leggi ben diverse tra di loro.

  • Autore articolo
    Anna Bredice
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di ven 14/05/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 15/05/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 14/05/21 delle 19:49

    Metroregione di ven 14/05/21 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 15/05/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Mash-Up di sab 15/05/21

    Mash-Up di sab 15/05/21

    Mash-Up - 15/05/2021

  • PlayStop

    Doppia Acca di ven 14/05/21

    Doppia Acca di ven 14/05/21

    Doppia Acca - 15/05/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di ven 14/05/21

    News Della Notte di ven 14/05/21

    News della notte - 15/05/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di ven 14/05/21

    A casa con voi di ven 14/05/21

    A casa con voi - 15/05/2021

  • PlayStop

    Esteri di ven 14/05/21

    Esteri di ven 14/05/21

    Esteri - 15/05/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 14/05/21

    Ora di punta di ven 14/05/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 15/05/2021

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 14/05/21

    Follow Friday di ven 14/05/21

    Follow Friday - 15/05/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di ven 14/05/21

    Uno di Due di ven 14/05/21

    1D2 - 15/05/2021

  • PlayStop

    Jack di ven 14/05/21

    ospite Alek Hidell intervistato da Piergiorgio Pardo

    Jack - 15/05/2021

  • PlayStop

    Stay Human di ven 14/05/21

    Stay Human di ven 14/05/21

    Stay human - 15/05/2021

  • PlayStop

    Memos di ven 14/05/21

    “O facciamo la riforma della giustizia o perdiamo tutti i 191 miliardi del Recovery. Il governo si sta giocando tutto”.…

    Memos - 15/05/2021

  • PlayStop

    Note dell'autore di ven 14/05/21

    ALESSIA CAPPELLETTI - EZIO BOSSO, FACCIO MUSICA - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 15/05/2021

  • PlayStop

    Cult di ven 14/05/21

    ira rubini, cult, pat carra, anticorpi a fumetti, chiostro casa della musica parma, tiziana ricci, rolli days genova, erri de…

    Cult - 15/05/2021

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 14/05/21

    Federico Maria Butera, professore emerito del Politecnico di Milano, è autore di "Affrontare la complessità. Per governare la transizione ecologica",…

    C’è luce - 15/05/2021

  • PlayStop

    Prisma di ven 14/05/21

    Commentiamo la nuova guerra di Gaza con il pacifista israeliano Zvi Shouldiner. 10 anni fa nasceva il movimento degli Indignados…

    Prisma - 15/05/2021

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 14/05/21

    Il Giorno Delle Locuste di ven 14/05/21

    Il giorno delle locuste - 15/05/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di ven 14/05/21

    Il demone del tardi - copertina di ven 14/05/21

    Il demone del tardi - 15/05/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 14/05/21

    Fino alle otto di ven 14/05/21

    Fino alle otto - 15/05/2021

Adesso in diretta