Approfondimenti

Si è dimesso il leader del partito ecologista francese Julien Bayou

Qualcosa sta decisamente cambiando nel modo in cui la sinistra francese
affronta la questione delle molestie sessiste e sessuali e le accuse di violenza sulle donne all’interno dei partiti. Dopo il caso Quatennens della France Insoumise, che ha provocato reazioni forti ed inedite all’interno del movimento e dei suoi simpatizzanti, questa settimana sono i Verdi a fare notizia.
Il segretario di EELV, partito ecologista ed europeista, ha annunciato che si dimetterà dall’incarico e lascerà la copresidenza del gruppo parlamentare in seguito alle testimonianze di molestie, tra cui quella di una sua ex compagna, raccolte dalla cellula di prevenzione interna al partito. Julien Bayou, 42 anni, era già stato sospeso dalla presidenza del gruppo la settimana scorsa e aveva deciso di “prendere una pausa mediatica dalla politica” domenica, dopo che la deputata ecologista Sandrine Rousseau aveva rivelato in tv l’esistenza di un’inchiesta interna su “dei comportamenti tali da distruggere la salute mentale delle donne.” La deputata femminista non è scesa nei dettagli ma ha detto di aver parlato a lungo con l’ex compagna del segretario, quest’estate, spiegando che aveva anche tentato il suicidio.
Delle frasi accolte con qualche critica – “non penso che la donna in questione avrebbe voluto far sapere a tutta la Francia di aver voluto suicidarsi”, hanno detto alcune femministe – ma che hanno soprattutto messo la pressione sul partito. Viste le reazioni al caso Quatennens, i Verdi hanno voluto far vedere che su queste questioni si attivano rapidamente, contrariamente agliinsoumis. Quindi hanno chiesto a Bayou di fare un passo indietro in attesa dei risultati dell’inchiesta. Del resto, interrogato da Le Figaro a inizio luglio, proprio prima che la cellula di prevenzione lo convocasse, Bayou aveva dichiarato che non si trattava di un problema di violenze sessiste o sessuali e nemmeno di comportamenti inappropriati, piuttosto delle conseguenze di una rottura dolorosa con la sua compagna. Impossibile, però, dopo il caso Quatennens, chiudere la questione con una semplice pausa politica di qualche settimana. I collettivi femministi avevano annunciato manifestazioni davanti alla sede del partito per chiedere risposte chiare e alla pressione dell’opinione pubblica si è aggiunta quella interna. Alla fine, Bayou si è dimesso dalle sue funzioni, rimanendo comunque deputato e
non senza nascondere la sua irritazione in una lettera ai militanti, in cui parla di una situazione kafkiana. E indicendo una conferenza stampa in cui la sua avvocata nega ogni accusa e parla di strumentalizzazione di una lotta giusta, quella contro le violenze sulle donne. La verità sui fatti la diranno probabilmente le inchieste, interne giornalistiche, ma è interessante osservare che le accuse di violenza esessismo iniziano ad avere delle reali conseguenze politiche. La decisione di Bayou aumenta anche la pressione su Quatennens, di cui molti chiedono le dimissioni, e sui partiti, a cui si chiede sempre più a gran voce un impegno reale, e non solo di facciata, su questi temi.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 28/11/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 28/11/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    La Pillola va giù di lunedì 28/11/2022

    Una trasmissione settimanale  a cura di Anaïs Poirot-Gorse con in regia Nicola Mogno. Una trasmissione nata su Shareradio, webradio metropolitana…

    La Pillola va giù - 28/11/2022

  • PlayStop

    Il Suggeritore Night Live di lunedì 28/11/2022

    Il Suggeritore, la storica trasmissione di teatro di Radio Popolare, ha compiuto 17 anni e può uscire da sola la…

    Il Suggeritore Night Live - 28/11/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di lunedì 28/11/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 28/11/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 28/11/2022

    1-Cina, Una rabbia contagiosa. Si estende a tutte le città la protesta contro la politica “ zero covid”. Si tratta…

    Esteri - 28/11/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 28/11/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 28/11/2022

  • PlayStop

    Jack Meets: Francesco Guccini

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Claudio Agostoni e Alessandro Braga intervistano Francesco Guccini.

    Jack meets - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cosa c'entrano Orione, Zeus e il sistema anticontraffazione?

    Con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 28/11/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di lunedì 28/11/2022

    Mash Up è un dj set di musiche e parole diverse, anzi diversissime, che ogni lunedì si confondono fra loro…

    Mash-Up - 28/11/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 28/11/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 28/11/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 28/11/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 28/11/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 28/11/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 28/11/2022

    Oggi a Cult: Pippo Pollina in concerto allo Spazio Teatro 89 di Milano con il suo nuovo lavoro "Canzoni segrete",…

    Cult - 28/11/2022

  • PlayStop

    Suicidio assistito in Svizzera, l'intervista a Marco Cappato

    Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, si è autodenunciato ai carabinieri dopo aver accompagnato un 82enne in una clinica privata…

    Clip - 28/11/2022

  • PlayStop

    Suicidio assistito in Svizzera, l'intervista a Marco Cappato

    Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, si è autodenunciato ai carabinieri dopo aver accompagnato un 82enne in una clinica privata…

    Clip - 28/11/2022

  • PlayStop

    Cos'è il piano di adattamento al cambiamento climatico? L'intervista al presidente di Legambiente Stefano Ciafani

    Il governo ha promesso che verrà adottato entro il 31 dicembre il Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici, un…

    Clip -

  • PlayStop

    Pubblica di lunedì 28/11/2022

    Iran, il blocco di potere religioso e militare messo alla prova dalla protesta nelle piazze. Cresce la partecipazione alle manifestazioni,…

    Pubblica - 28/11/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 28/11/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 28/11/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di lunedì 28/11/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 28/11/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 28/11/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 10.00, il venerdì dalle…

    Prisma - 28/11/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 28/11/2022

    Il contenitore del lunedì mattina che vi racconta cosa raccontano i giornali, come comunica la politica, le aziende e i…

    Guarda che Lune - 28/11/2022

Adesso in diretta