Approfondimenti

Sette giorni dopo il cessate il fuoco tra Hamas e Israele, su Haaretz e il New York Times i bimbi uccisi dalle bombe

Sono passati 7 giorni dal cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Un conflitto violento come non si vedeva da anni, durato 11 giorni. Ora le armi tacciono, ma il rumore che hanno provocato è ancora forte. Ed è inevitabile, perché un cessate il fuoco non è una tregua né tanto meno la pace. E’ inevitabile perché Gaza ne è uscita ancora una volta distrutta, strutturalmente ed emotivamente. E perché in undici giorni sono morte nella striscia almeno 260 persone. Di questi, 68 “erano solo bambini” come titola il New York Times. Un lungo articolo costellato delle foto di bambini e bambine uccisi durante i raid. Fotografie che appaiono scorrendo il testo e che bloccano la lettura, senza via di scampo. Ci sono Hamada al-Emour, di 13 anni, e suo cugino Ammar al-Emour, 10 anni, che il 12 maggio erano andati dal parrucchiere per farsi belli per la festa della fine del ramadan e, tornando a casa, un razzo israeliano li ha uccisi entrambi. C’è la grande famiglia al-Qawlaq, che viveva in due appartamenti adiacenti, che sono stati distrutti il 16 maggio. Sono morti in 20 della stessa famiglia, tra cui 8 bambini.

Qui non si tratta, però, di strumentalizzare queste tragiche morti e fare una facile spettacolarizzazione del dolore, né di dare un volto alle vittime. Ma di non lasciare che quanto successo sprofondi nel silenzio delle armi, di stimolare un dibattito, di continuare a parlare di quanto successo. Per questo, il quotidiano israeliano Haaretz ha ripreso le foto pubblicate dal New York Times, ne ha fatto un collage, e l’ha messo in prima pagina. “Questo è il prezzo della guerra” è il titolo. La scelta di Haaretz di non pubblicare le foto dei 2 bambini israeliani morti, presenti invece nell’articolo del New York Times, è stata molto criticata all’interno del paese. L’editore si è poi scusato ma, ancora, questo non è il punto. La scelta del quotidiano di pubblicare le foto e l’articolo sulla versione stampata in lingua ebraica (e non in quella internazionale in inglese) sembra andare nella direzione di cui parlavamo prima: stimolare un dialogo, un dibattito, non dimenticare, non lasciare che quanto successo si assopisca nella quotidianità. Stessa direzione in cui va la dichiarazione di oggi dell’Alto commissario per i diritti umani dell’Onu, Michelle Bachelet, che durante una riunione straordinaria per discutere della creazione di un’eventuale commissione d’inchiesta internazionale sulle violazioni dei diritti umani nei Territori palestinesi e in Israele, ha detto che i raid israeliani su Gaza potrebbero costituire dei crimini di guerra.

Le bombe lasciano un segno che va oltre gli edifici distrutti e che non si ferma quando smettono di esplodere. E questo non va mai dimenticato.

  • Autore articolo
    Martina Stefanoni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 28/10/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 28/10/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 28/10/21 delle 07:15

    Metroregione di gio 28/10/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 28/10/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jack di gio 28/10/21

    Jack di gio 28/10/21

    Jack - 28/10/2021

  • PlayStop

    Poveri ma belli di gio 28/10/21

    Poveri ma belli di gio 28/10/21

    Poveri ma belli - 28/10/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di gio 28/10/21 delle 12:47

    Seconda pagina di gio 28/10/21 delle 12:47

    Seconda pagina - 28/10/2021

  • PlayStop

    Cult di gio 28/10/21

    Cult di gio 28/10/21

    Cult - 28/10/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di gio 28/10/21

    Tutto scorre di gio 28/10/21

    Tutto scorre - 28/10/2021

  • PlayStop

    Prisma di gio 28/10/21

    LA FINE DEL DDL ZAN. E ADESSO? Microfono aperto con Luca Paladini portavoce dei Sentinelli. CANNABIS TERAPEUTICA, CARENZA CRONICA NELLE…

    Prisma - 28/10/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 28/10/21

    Il demone del tardi - copertina di gio 28/10/21

    Il demone del tardi - 28/10/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di gio 28/10/21 delle 07:49

    Seconda pagina di gio 28/10/21 delle 07:49

    Seconda pagina - 28/10/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 28/10/21

    Rassegna stampa internazionale di gio 28/10/21

    Rassegna stampa internazionale - 28/10/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 28/10/21

    Rassegna stampa internazionale di gio 28/10/21

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 28/10/2021

  • PlayStop

    Caffe nero bollente di gio 28/10/21

    Caffe nero bollente di gio 28/10/21

    Caffè Nero Bollente - 28/10/2021

  • PlayStop

    The weekly report di gio 28/10/21

    The Weekly Report di questa settimana ci porta nei luoghi di Bob Dylan a partire dalla pubblicazione di Like a…

    The Weekly Report - 28/10/2021

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 27/10/21

    Jazz Ahead 145 - Playlist: ..1. Son Of, The Claudia Quintet feat. Eileen Myles, Evidence-Based, Flexatonic Records, 2021..2. Fetus, The…

    Jazz Ahead - 28/10/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di mer 27/10/21

    News Della Notte di mer 27/10/21

    News della notte - 28/10/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mer 27/10/21

    Gimme Shelter di mer 27/10/21

    Gimme Shelter - 28/10/2021

  • PlayStop

    Il giusto clima di mer 27/10/21

    Parliamo della crisi su tutti i mercati di risorse fossili con Simone Tagliapietra del Bruegel Think tank, del centenario della…

    Il giusto clima - 28/10/2021

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di mer 27/10/21

    Quel che resta del giorno di mer 27/10/21

    Quel che resta del giorno - 28/10/2021

Adesso in diretta