Approfondimenti

serie A, l’indice di liquidità non sarà un criterio necessario per l’iscrizione al campionato

calcio Serie A covid - MediaPro

L’indice di liquidità non sarà un criterio necessario per l’iscrizione di una squadra al campionato di serie A della prossima stagione. A stabilirlo è stati il Collegio di garanzia del CONI, che ha accolto il ricorso dei club di Serie A.
Le società si erano opposte alla norma, che era stata votata dalla Federazione Giuoco Calcio il 26 aprile scorso.

Ma cos’è l’indice di liquidità? È il rapporto fra i crediti e i debiti correnti delle società. La Federazione lo aveva fissato a 0,50. Questo voleva dire che se si incassava 50 non si poteva spendere più di 100. La Lega, in cui sono riunite le società di calcio, chiedeva un indice a 0,40 quindi bastava incassare 40 per poter spendere 100. Ma soprattutto contestava il fatto che i bilanci delle società di calcio si chiudono al 30 giugno e non poteva valere la relazione presentata al 31 marzo e quindi prima dell’approvazione della norma che risale appunto al 26 aprile.
Inoltre la Federazione chiedeva che il requisito dell’indice di liquidità fosse operativo entro il 22 giugno data ultima per l’iscrizione ai campionati quindi prima della chiusura del bilancio. E senza indice a 0,50 l’iscrizione sarebbe stata respinta. Insomma una situazione poco chiara e un provvedimento forse troppo affrettato.

La società messa peggio in serie A era la Lazio di Lotito fuori dall’indice per poco più di 2 milioni di euro mentre il Lecce nel corso degli ultimi giorni aveva trovato i 4 milioni necessari per rientrare nell’indice.

In Lega Lotito è stato uno di quelli che ha spinto maggiormente per il ricorso che è stato accolto perché una norma non può avere effetto in un termine che precede la chiusura dell’esercizio.
La Lega festeggia, il Presidente Lotito più degli altri. Ma la Federazione ha preannunciato ricorso al TAR e non è detto che la partita sia ancora chiusa. In mezzo il CONI di Malagò che cerca di fare da paciere con un salomonico: “Non commento le sentenze dico che bisogna trovare il modo di andare d’accordo. È interesse sia della Lega che della Federazione”.

  • Autore articolo
    Luca Gattuso
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 01/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 01/07/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 01/07/2022

    1-La lezione di Odessa. L’Ucraina è diventata il teatro della nuova guerra fredda e alla fine muoiono i civili. L’attacco…

    Esteri - 07/01/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 01/07/2022

    Dove non si saluta solo l'ultima puntata di "Muoviti, muoviti" ma anche un po' tutte le ultime puntate di oggi…

    Muoviti muoviti - 07/01/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 01/07/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 07/01/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 01/07/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 07/01/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 01/07/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 07/01/2022

  • PlayStop

    Gianluca Alzati, Volevo fare la corridora. La vita, la passione, le battaglie della campionessa di ciclismo Morena Tartagni

    GIANLUCA ALZATI – VOLEVO FARE LA CORRIDORA. LA VITA, LA PASSIONE, LE BATTAGLIE DELLA CAMPIONESSA DI CICLISMO MORENA TARTAGLI –…

    Note dell’autore - 07/01/2022

  • PlayStop

    I risparmi de Maria Cazzetta

    quando chiediamo agli ascoltatori dei loro vani tentativi di risparmiare piccole cifre per poi finire a spenderne di maggiori, tra…

    Poveri ma belli - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 12:46

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 01/07/2022

    a Welcome to Socotra i Cantieri Teatrali Koreja propongono „Alessandro „, La mostra „Luna Park dell‘anima, Coney Island“ di Maurizio…

    Cult - 07/01/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 01/07/2022

    I conflitti d’interesse in medicina; la vita di una persona disabile a Sesto S. Giovanni; cosa sta accadendo nelle RSA;…

    37 e 2 - 07/01/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 01/07/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 01/07/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 01/07/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 01/07/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 01/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/01/2022

Adesso in diretta