Approfondimenti

Sala verso le primarie di Milano

 

Il cammino di avvicinamento di Giuseppe Sala alla candidatura a sindaco di Milano ha fatto un altro passo in avanti. Nel giorno della nomina da parte del governo nel consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti, il commissario unico a Expo 2015 non ha escluso una sua partecipazione alle elezioni comunali della primavera prossima. Quest’estate aveva fatto sapere di non temere eventuali primarie.

Il centrosinistra ha deciso che le primarie per decidere chi sarà il proprio aspirante successore di Giuliano Pisapia saranno il 7 febbraio. Questa data è troppo ravvicinata per Sala, che ha già annunciato che lavorerà per Expo almeno fino al 31 dicembre 2015. C’è infatti da far partire lo smontaggio dei padiglioni che saranno dismessi il 31 ottobre, ultimo giorno dell’Esposizione. Proprio l’attivismo del commissario in queste operazioni ha creato qualche frizione con Luciano Pilotti, il presidente di Areaexpo, la società proprietaria dei terreni del sito. Areaexpo dovrebbe infatti occuparsi della prossima fase, anche se i tecnici che hanno lavorato alla realizzazione dell’evento sono per la gran parte di Expo spa.

Proprio Cassa Depositi e Prestiti, dove è stato nominato Sala, entrerà probabilmente nell’azionariato di Areaexpo, e dovrebbe finanziare il riuso del sito con cinquecento milioni di euro, su un miliardo. Sull’area dovrebbero essere costruiti un acceleratore di particelle (un piccolo Cern di Ginevra), la nuova sede delle facoltà scientifiche dell’Università Statale di Milano e un incubatore di imprese. Inoltre Sala è stato manager di Telecom, e Cdp sosterrà anche il piano nazionale per il cablaggio con la banda ultralarga, comunque un incarico all’altezza dell’esperienza.

Ciò che dunque serve a Sala è lo spostamento più avanti delle primarie, fissate a Milano, come si diceva, per il 7 febbraio. Il partito democratico starebbe pensando di far svolgere le competizioni per tutti i candidati delle grandi città il 28 febbraio, considerando anche l’ipotesi che le elezioni siano fissate il 12 giugno.

Altra condizione, seppure non indispensabile, è che la sinistra sia fuori dall’alleanza di centrosinistra. Rifondazione Comunista ha già annunciato che non farà parte della prossima coalizione, come stabilito a livello nazionale. Sinistra Ecologia e Libertà sta cercando di costruire una nuova lista con i Comitati per Milano di Pisapia e una parte di Possibile, restando dentro il centrosinistra. Un pezzo del partito, maggioritaria negli organismi nazionali, non vuole più allearsi con il Pd, ed è il settore legato all’Altra Europa.

Se tutte queste condizioni si verificassero, finirebbe l’anomalia di Milano con una sinistra di governo, e la città potrebbe essere allineata al quadro politico nazionale, magari attraverso una lista civica di Sala, in cui potrebbero entrare esponenti del mondo moderato.

  • Autore articolo
    Fabio Fimiani
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 21/09

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 22/09/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 21/09 delle 19:48

    Metroregione di lun 21/09 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 22/09/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di mar 22/09

    From Genesis to Revelation di mar 22/09

    From Genesis To Revelation - 22/09/2020

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 21/09

    Jazz Anthology di lun 21/09

    Jazz Anthology - 22/09/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 21/09

    A casa con voi di lun 21/09

    A casa con voi - 22/09/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 21/09

    Ora di punta di lun 21/09

    Ora di punta – I fatti del giorno - 22/09/2020

  • PlayStop

    Esteri di lun 21/09

    1-Coronavirus. La Gran Bretagna teme 50 mila contagi al giorno...In Francia dopo Nizza, Bordeaux e Marsiglia, anche Lione ha imposto…

    Esteri - 22/09/2020

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 21/09

    Senti un po' di lun 21/09

    Senti un po’ - 22/09/2020

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 20/09

    a cura di Alessandro Achilli. Musiche di Xtc, Billy Brooks, Doris Day, Gershwin, Donna McGhee, Twin Peaks, Kate Bush, Yma…

    Prospettive Musicali - 22/09/2020

  • PlayStop

    DOC 8 - 21/09/20

    EVIL GENIUS. Un uomo entra in una banca per rapinarla, ma c’è qualcosa che non torna. Prima di tutto le…

    DOC – Tratti da una storia vera - 21/09/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore - 21/09/20

    ANGELA MADERNA - L'ALTRA META' DELLA'AVANGUARDIA 40 ANNI DOPO - presentato da TIZIANA RICCI

    Note dell’autore - 22/09/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 21/09

    Cult di lun 21/09

    Cult - 22/09/2020

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 21/09

    Prima puntata della stagione. Parliamo di maternità e di Lunadigas con Marilisa Piga, insieme a Nicoletta Nesler fondatrice del progetto;…

    Sui Generis - 22/09/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 21/09

    Prima parte - Commentiamo il dato dell'affluenza ai seggi del referendum e delle regionali con il politologo Paolo Natale. -…

    Prisma - 22/09/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 21/09

    Rassegna stampa internazionale di lun 21/09

    Rassegna stampa internazionale - 22/09/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 21/09

    Di Lunedi di lun 21/09

    DiLunedì - 22/09/2020

Adesso in diretta