Approfondimenti

Quella macchinina persa tra le onde

Una macchinina rossa di pochi centimetri, chiusa in una teca di vetro insieme ad altri piccoli oggetti. Gli occhi finiscono subito su quella macchinina, rovinata dall’acqua e dal tempo. Eppure Esrom ha tentato di conservarla fin all’ultimo nelle taschine dei suoi pantaloni. La cercava continuamente per essere sicuro di non averla persa nel barcone che conteneva troppe persone. Aveva cinque anni e morì insieme ad altri 365, vittime del naufragio dell’ottobre del 2013.

Pochi giorni fa al Museo Macro di Roma si è svolto un reading di testi e musica dedicato ai bambini migranti. All’ingresso in una teca i piccoli oggetti recuperati nel mare in quel naufragio.

A raccontare la storia del bambino di 5 anni è stato Amin Nour, un ragazzo di 30 anni, somalo, in Italia dall’età di 4 anni. E’ scappato dalla guerra a Mogadiscio nel ’91, in una carovana di persone in fuga verso Addis Abeba. In Somalia aveva assistito alle uccisioni di parte della sua famiglia. Lo ha portato per chilometri il nonno sulle sue spalle, e questo, spiega Amin, gli ricorda molto la storia di Enea e Anchise, anche se in quel caso era stato Enea a portare il padre sulle spalle. Ma anche questa è stata una fuga, una via di salvezza dalla morte in Somalia.

Amin è un vulcano di idee e iniziative. Lavora in una mensa per guadagnare uno stipendio, ma da quando era giovanissimo ha scritto sceneggiature per documentari e corti, ha fatto e continua a fare l’attore, ha recitato in Good morning Aman con Valerio Mastrandrea. Ha creato un’associazione che si chiama Neri italiani Black italians, costituita da ragazzi africani di seconda generazione e per questo anche mobilitati nelle iniziative per ottenere la legge sulla cittadinanza. Ha creato insieme ad amici un’associazione di stilisti di seconda generazione.

Ma non solo, l’ultima sceneggiatura che ha vinto un bando del Mibact descrive la vita di un ragazzo africano che per reazione alle discriminazioni e al razzismo subito abbraccia l’ideologia nazifascista. “Ce ne sono, racconta Amin, mi ricordo che quando avevo dodici anni ne incontrai uno che mi salutò con il braccio alzato nel saluto romano. Io non capivo”.

 

Ascolta qui l’intervista ad Amin Nour di Anna Bredice

amin nour

  • Autore articolo
    Anna Bredice
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 29/10/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 30/10/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 29/10/20 delle 19:47

    Metroregione di gio 29/10/20 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 30/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 30/10/20

    Serve And Volley di ven 30/10/20

    Serve&Volley - 30/10/2020

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 29/10/20

    Rotoclassica di gio 29/10/20

    Rotoclassica - 30/10/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 29/10/20

    A casa con voi di gio 29/10/20

    A casa con voi - 30/10/2020

  • PlayStop

    Esteri di gio 29/10/20

    1-Attentato islamista a Nizza. 3 persone uccise nei pressi della cattedrale Notre dame...“ è la Francia che è sotto attacco…

    Esteri - 30/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 29/10/20

    Ora di punta di gio 29/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 30/10/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 29/10/20

    Uno di Due di gio 29/10/20

    1D2 - 30/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 29/10/20

    Considera l'armadillo gio 29/10/20

    Considera l’armadillo - 30/10/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 29/10/20

    Intervista a Francesco Bianconi a cura di Margherita De Valle

    Jack - 30/10/2020

  • PlayStop

    Stay Human di gio 29/10/20

    Spazio Musica, Rino Gaetano, Marracash, The Who, Nirvana, Billie Eilish, Jamiroquai, The Pogues, Sting, Arctic Monkeys

    Stay human - 30/10/2020

  • PlayStop

    Memos di gio 29/10/20

    L’ospite di oggi è un grande studioso della contemporaneità, uno dei principali rappresentanti dell’antropologia culturale. E’ il professor Arjun Appadurai…

    Memos - 30/10/2020

  • PlayStop

    Luca Martinelli, L'Italia è bella dentro

    LUCA MARTINELLI - L'ITALIA E' BELLA DENTRO - presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 30/10/2020

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 28/10/20

    Jazz Ahead 97 - Playlist: 1. Billete, Aquiles Navarro and Thceser Holmes, Heritage of the Invisible II, International Anthem, 2020..2.…

    Jazz Ahead - 30/10/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 29/10/20

    ira rubini, cult, lionello cerri, anteo spazio cinema, barbara sorrentini, cinema chiusi, daniele tyerzoli, trieste science fiction festival 2020, alexander…

    Cult - 30/10/2020

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 29/10/20

    Rispondiamo alle domande che sono arrivate; cerchiamo di capire perché molte volte l’app immuni e le strutture che sono intorno…

    37 e 2 - 30/10/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 29/10/20

    Prisma di gio 29/10/20

    Prisma - 30/10/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 29/10/20

    Rassegna stampa internazionale di gio 29/10/20

    Rassegna stampa internazionale - 30/10/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 29/10/20

    Il demone del tardi - copertina di gio 29/10/20

    Il demone del tardi - 30/10/2020

Adesso in diretta