Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 28/01 delle ore 22:30

    GR di mar 28/01 delle ore 22:30

    Giornale Radio - 29/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 28/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 29/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 28/01 delle 19:47

    Metroregione di mar 28/01 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 29/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stile Libero di mar 28/01

    Stile Libero di mar 28/01

    Stile Libero - 29/01/2020

  • PlayStop

    Notte Vulnerabile di mar 28/01

    Notte Vulnerabile di mar 28/01

    Notte vulnerabile - 29/01/2020

  • PlayStop

    L'altro martedi' di mar 28/01

    L'altro martedi' di mar 28/01

    L’Altro Martedì - 29/01/2020

  • PlayStop

    Wi-Fi Area del mar 28/01

    Wi-Fi Area del mar 28/01

    Wi-fi Area - 29/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 28/01 (prima parte)

    Ora di punta di mar 28/01 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 28/01 (seconda parte)

    Ora di punta di mar 28/01 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/01/2020

  • PlayStop

    Esteri di mar 28/01

    1- Donald Trump mette i palestinesi davanti al fatto compiuto. Il suo piano di pace presentato questa sera è una…

    Esteri - 29/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 28/01

    Ora di punta di mar 28/01

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 28/01 (prima parte)

    Malos di mar 28/01 (prima parte)

    MALOS - 29/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 28/01 (seconda parte)

    Malos di mar 28/01 (seconda parte)

    MALOS - 29/01/2020

  • PlayStop

    Due di due di mar 28/01 (seconda parte)

    Parliamo con gli ascoltatori di Kobe Bryant e di altre celebrità dello sport, musica e spettacolo la cui scomparsa ci…

    Due di Due - 29/01/2020

  • PlayStop

    Due di due di mar 28/01 (prima parte)

    Al telefono Donata Columbro, attivista di #cipassalafame, per raccontarci perché il 28 dovremmo digiunare a sostegno dei migranti. (prima parte)

    Due di Due - 29/01/2020

  • PlayStop

    Jack di mar 28/01 (seconda parte)

    Jack di mar 28/01 (seconda parte)

    Jack - 29/01/2020

  • PlayStop

    Jack di mar 28/01 (prima parte)

    Jack di mar 28/01 (prima parte)

    Jack - 29/01/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 28/01

    Considera l'armadillo mar 28/01

    Considera l’armadillo - 29/01/2020

  • PlayStop

    Radio Session di mar 28/01

    Radio Session di mar 28/01

    Radio Session - 29/01/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di ven 24/01

    MASSIMILIANO DI GIORGIO - IL GIORNALE PARTITO - presentato da ANNA BREDICE

    Note dell’autore - 29/01/2020

  • PlayStop

    C'è luce: Un piano che non basta

    Veronica Aneris, rappresentante per l’Italia di Transport & Environment, ci parla del Piano Nazionale Italiano Energia e Clima: un piano…

    C’è luce - 29/01/2020

  • PlayStop

    Tazebao di mar 28/01

    Tazebao di mar 28/01

    Tazebao - 29/01/2020

  • PlayStop

    Memos di mar 28/01

    Salvini ha perso l’Emilia Romagna e non è riuscito a prendersi la Calabria. Il centrosinistra, quello largo ma non larghissimo,…

    Memos - 29/01/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

New York va di corsa a poche ore dal voto

Oltre cinquanta mila corridori al via, decine di migliaia di persone per le strade, 2 milioni di spettatori collegati da tutto il mondo.

La 42 chilometri di corsa più famosa del pianeta è pronta a celebrare la sua edizione numero 46, che  cade a poche ore dalle elezioni che sanciranno l’inizio dell’era di Hillary Clinton oppure di Donald Trump.

L’appuntamento è per la giornata di domenica. La partenza, anticipata da un colpo di cannone e dall’inno americano, avverrà dal Ponte di Verrazzano secondo quattro diversi orari di start dalle 9.45 alle 11 della mattinata statunitense. In Italia Rai Sport seguirà l’evento in diretta dalle 14.45.

[youtube id=”1BgqQbF-NAc”]

Il percorso prevede il passaggio da Staten Island e poi Brooklyn, Queens e Bronx, per approdare infine a Manhattan. In un primo momento la corsa, nata nel 1970, si concentrava all’interno di Central Park; dal 1976 gli organizzatori hanno avuto estenderla ai cinque distretti della metropoli.

I numeri sono, come sempre, impressionanti. Da ogni Paese runners più o meno amatoriali in queste ore stanno raggiungendo la Mela, senza badare a spese e sfidando le immancabili liste di attesa per ottenere un pettorale.

Ma cosa rende unica la Maratona di New York e l’esperienza turistico-sportiva che a essa è collegata?

[youtube id=”hInz4dygZgc”]

Risponde Edoardo Erba, runner, professore universitario e autore teatrale. Nel 1992 creò la piece La maratona di New York, dedicata alla passione per la corsa di due uomini.

edoardo_erba

Sono 2819 gli italiani iscritti alla 46esima edizione della Maratona di New York, 500 in più dell’anno precedente. Torniamo così a essere, dopo gli Stati Uniti, il Paese più rappresentato al via.

Tra i partenti anche Leonardo Cenci, 44 enne perugino. Sarà il secondo corridore di ogni tempo a correrla con un tumore in atto.

Qui la sua intervista a Olio di Canfora.

cenci-tagliato-ok

 

 

 

 

  • Autore articolo
    Dario Falcini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni