Approfondimenti

COVID-19 in Francia: al via il coprifuoco in altre 38 province

parigi - covid francia

Quasi 42mila nuovi casi di COVID e 163 morti registrati in Francia tra mercoledì e giovedì, altre 38 province in cui da stasera a mezzanotte entrerà in vigore il coprifuoco sanitario e i reparti delle terapie intensive tornati ai livelli di metà marzo. La seconda ondata di COVID in Francia non accenna a fermarsi nonostante le misure restrittive sempre più stringenti: in tutto, sono ormai 46 milioni i francesi che dovranno rimanere in casa tra le 9 e le 6 del mattino.

La situazione è particolarmente critica nella metà sud-est del Paese, con la fascia ovest e il centro ancora relativamente risparmiati dall’epidemia. La regione Alvernia-Rodano-Alpi, quella di Lione, per intendersi, è una delle più colpite: in rianimazione non ci sono più letti e alcuni pazienti sono stati trasferiti verso Bordeaux e Poitier. Quello che colpisce è che nelle ultime settimane l’epidemia si è diffusa non solo nelle metropoli, ma anche nelle zone rurali e nelle piccole città.

Secondo le ipotesi degli esperti, uno dei motivi per cui il COVID-19 è arrivato anche nelle province meno popolose della Francia è che si assiste a una stanchezza generale nei confronti delle misure sanitarie di base, come il fatto di mettere le mascherine anche in famiglia, lavarsi le mani o mantenere le distanze. Inoltre, la Francia ha da anni un problema molto serio: i deserti sanitari. In pratica in queste zone meno urbanizzate ci sono anche meno medici ed è più difficile accedere alle strutture ospedaliere o ai centri di depistaggio, cosa che può rallentare l’azione sulle catene di contagio.

In un contesto così preoccupante, la città che ha più fatto parlare di sé in questi giorni è però Saint-Etienne. Inserita tra le prime otto metropoli dov’è scattato il coprifuoco il 17 ottobre, questa vecchia città deindustrializzata costruita sui colli a sud-ovest di Lione, è in assoluto la più colpita dal COVID-19 di Francia. Qui i contagi settimanali superano gli 800 ogni 100 mila abitanti e il tasso di positività dei tamponi è del 20%. Praticamente il doppio di Parigi. La prefettura punta il dito sugli studenti, a inizio ottobre una festa con 150 ragazzi e senza nessun rispetto delle norme sanitarie aveva scioccato la città. Ma gli esperti ricordano, riprendendo una ricerca sulla prima ondata pubblicata il 9 ottobre dall’Istituto nazionale della Salute, che il virus circola di più nelle zone in cui la popolazione è precaria, dove le famiglie numerose vivono in case in cui è difficile isolare i malati. Una situazione diffusa a Saint-Etienne, dove un quarto degli abitanti vive sotto la soglia di povertà.

Il fatto che tra i primi ospedali a dover trasferire dei pazienti COVID ci siano anche quelli di Roubaix e Tourcoing, due città del nord della Francia a forte tasso di povertà, deindustrializzazione e densità di popolazione, non fa che confermare ancora una volta quanto il coronavirus sia una malattia socialmente iniqua.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 25/05/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 25/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 25/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 25/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 25/05/2022

    Ambiente, energia, clima, uso razionale delle risorse, mobilità sostenibile, transizione energetica. Il giusto clima è la trasmissione di Radio Popolare…

    Il giusto clima - 25/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 25/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 25/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 25/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 25/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 25/05/2022

    1- Stati Uniti, in Texas la più grande strage di una scuola degli ultimi dieci anni. Un 18enne ha sparato…

    Esteri - 25/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 25/05/2022

    1- Stati Uniti, in Texas la più grande strage di una scuola degli ultimi dieci anni. Un 18enne ha sparato…

    Esteri - 25/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 25/05/2022

    1) Sono oltre un milione i lavoratori e le lavoratrici del settore agricolo in Italia. Da ieri hanno un nuovo…

    The Game - 25/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 25/05/2022

    Dove si parla dell'ultima orribile challenge che arrivata da Tik Tok, la Boiler Summer Cup. La commentiamo con Silvia Semenzin,…

    Muoviti muoviti - 25/05/2022

  • PlayStop

    Cavalcanti, stracciatella e copyright

    Con Gaia Grassi, Riccardo Burgazzi, Luca Cristiano e Marco Castelletta

    Di tutto un boh - 25/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 25/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 25/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 25/05/2022

    Carlo Pastore presenta il MIAMI 2022, Niccolò Vecchia intervista Charlotte Adigéry e Bolis Pupol

    Jack - 25/05/2022

  • PlayStop

    Ali di folla

    Quando assegniamo un biglietto capibara su un vassoio d'argento, ci dirigiamo in Calabria a fare incetta di primizie enogastronomiche e…

    Poveri ma belli - 25/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 25/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: torniamo al Festival di Cannes, l’artista Patrizio…

    Cult - 25/05/2022

  • PlayStop

    Oleksij Cherepanov, Il custode del bosco

    Oleksij Cherepanov - IL CUSTODE DEL BOSCO - presentato da SARA MILANESE

    Note dell’autore - 25/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 25/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 25/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 25/05/2022

    La strage in una scuola elementare in Texas riapre il dibattito sulle armi negli Usa? Con Roberto Festa. GUERRA IN…

    Prisma - 25/05/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 25/05/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 25/05/2022

Adesso in diretta