Approfondimenti

Centomila morti per Covid in Italia, ma il virus non ha fatto tutto da solo

ospedale centomila morti per covid

Centomila sono ufficialmente i morti per Covid-19, una cifra ampiamente sottovalutata, infatti nella prima fase moltissime persone sono decedute in casa senza essere state sottoposte al tampone. Una cifra terribile, che testimonia la pericolosità del virus ma anche l’assoluta inadeguatezza del nostro sistema sanitario e l’inettitudine della nostra classe dirigente in primis di quella lombarda.

Il 31 dicembre 2019 da Whuan arriva la notizia del focolaio, il 30 gennaio l’OMS dichiara l’emergenza sanitaria internazionale, ma quando il 20 febbraio viene individuato il primo contagio italiano nulla o quasi è stato fatto: mancano le mascherine, i tamponi, i reagenti, i camici monouso, i saturimetri e persino l’ossigeno; tra i medici e il personale sanitario abbandonato a sè stesso cresce il numero degli infetti e dei decessi. 

A Bergamo, sotto la spinta di Confindustria non viene dichiarata la zona rossa, si svilupperà il focolaio più grave d’Europa; nel frattempo in Lombardia negli ospedali si deve scegliere chi curare e chi abbandonare al proprio destino: è il risultato dei tagli dei posti letto, della chiusura degli ospedali pubblici per fare spazio al privato; il piano pandemico e la sorveglianza sanitaria non esistono, la medicina territoriale è ridotta ai minimi termini, le USCA ci sono solo sulla carta, mentre il privato mette sul mercato i tamponi a 300 euro e i kit di assistenza domiciliare a 450 euro. 

La Lombardia, con la tanto decantata sanità d’eccellenza, supera i 280 decessi ogni 100.000 abitanti collocandosi ai primi posti al mondo.

100.000 cittadini chiedono al governo di commissariare la sanità lombarda, ma da Roma nessuno risponde e la seconda e la terza ondata supereranno per gravità la prima. Arrivano i vaccini, Big Pharma fa affari miliardari, ma il governo non ricorre alla licenza obbligatoria e non chiede la moratoria sui brevetti; in Lombardia centinaia di migliaia di ultraottantenni aspettano ancora la prima dose del vaccino, Bertolaso e la Moratti esaltano le doti salvifiche del Pil, mentre gli ospedali continuano a riempirsi e cresce il numero dei morti. 

Il virus ringrazia e prosegue a seminare la sua scia di morte.

  • Autore articolo
    Vittorio Agnoletto
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 23/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 23/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 23/05/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 23/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 23/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 23/05/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 23/05/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 23/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 23/05/2022

    Dove si ricorda il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo…

    Muoviti muoviti - 23/05/2022

  • PlayStop

    Coralli e crocchette

    Con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 23/05/2022

  • PlayStop

    Nando Dalla Chiesa, Ostinati e contrari. La sfida alla mafia nelle parole di due grandi protagonisti

    NANDO DALLA CHIESA - OSTINATI E CONTRARI. LA SFIDA ALLA MAFIA NELLE PAROLE DI DUE GRANDI PROTAGONISTI – presentato da…

    Note dell’autore - 23/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 23/05/2022

    Si parla con Andrea Mustoni del suo libro Un uomo tra gli orsi, il racconto di un'avventura sulle Alpi, ediciclo…

    Considera l’armadillo - 23/05/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 23/05/2022

    Intervista a Louise Bartle dei Bloc Party

    Jack - 23/05/2022

  • PlayStop

    Trentanni fa l'assasinio del Giudice Falcone

    Questa mattina a Prisma abbiamo ascoltato le voci di allora, l'intervista di Lele Liguori a Giuseppe Costanza, l'autista di Falcone…

    Clip - 23/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di lunedì 23/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 23/05/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 23/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il festival del cinema di Cannes, Emilio…

    Cult - 23/05/2022

  • PlayStop

    Il veleno di Punta Catalina

    Non è solo l'ennesimo progetto killer del clima. La centrale a carbone di Punta Catalina, nel paradiso naturale della Repubblica…

    Omissis - 23/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 23/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 23/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 23/05/2022

    GUERRA, ULTIMI SVILUPPI, ANALISI E COMMENTI con Emanuele Valenti, Mara Morini docente di Politiche dell'Europa Orientale all'Università di Genova e…

    Prisma - 23/05/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 23/05/2022

    Guarda che Lune oggi, con Claudio Jampaglia e Giuseppe Mazza, è dedicato alla memoria, di Falcone e della luce sulla…

    Guarda che Lune - 23/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 23/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 23/05/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 23/05/2022

    Il Caffè Nero Bollente del lunedì con musica, sfoglio dei giornali e l'esercizio del buon Karma con Silvia Bianco.

    Caffè Nero Bollente - 23/05/2022

Adesso in diretta