Urlando furiosa

“Potere ai Piccoli!”

Ogni volta che mi preparo a scrivere un post mi prende sempre un senso di inadeguatezza paragonabile a quello che può avere una banale yogurtiera davanti ad un dinamico estrattore…
So che ci sono notizie molto importanti che meriterebbero parole : mi atterrisco pensando a Dongo, trattengo le lacrime leggendo dell’ennesimo caso di femminicidio, rimango attonita guardando le foto dei cittadini del regno sovrano di Gaia e non posso che esprimere il mio dissenso e anche disgusto per la bozza di legge del comune di Cassina de’ Pecchi.
Ma scelgo di parlare ancora una volta del Piccolo Teatro Aperto di Milano.
Desidero farlo perchè la nostra impresa giunge al termine.
Oggi consegneremo la nostra Riforma Strutturale del Lavoro nello Spettacolo alla VII Commissione Cultura del Senato e della VII Commissione della Camera.
Abbiamo condiviso il contenuto insieme a tutti gli altri coordinamenti regionali, piccole e grandi compagnie, teatri, che hanno aderito e contribuito, rendendo questo documento il più trasversale possibile.
Per un mese, dalle nove del mattino alle nove di sera, abbiamo presidiato uno spazio nato per essere di “Libera Arte per Tutti”.
In questo luogo abbiamo discusso rigorosamente distanziati, organizzato conferenze, ospitato altri lavoratori condividendo con loro le nuove forma di precariato che ci avviluppano e tolgono speranza, ci siamo sanificati e annusati fino ad imparare a riconoscerci.
Siamo mutati ogni giorno.
Ogni momento di convivenza ha cambiato la nostra consapevolezza e ha rinsaldato la nostra unione.
Sarei un’ipocrita a narrare le vicende del Chiostro Nina Vinchi come un gioviale incontro fra differenti umanità e correnti di pensiero.
Niente affatto.
Sono state numerose le diatribe, le prese di posizione accalorate, le proposte contrastanti per trasformare i lavori di pensiero in forma scenica.
Non è stato facile neanche rinunciare a ciò che è il nostro mestiere per rispettare le normative e lo spazio.
La cosa più difficile è stata quella di trovare un accordo tra arte e rivendicazione politica, come se non fosse già scritto nella storia di questo teatro il legame indissolubile che c’è fra entrambe.
Ma oggi voglio scrivere che queste compagne e compagni di chiostro sono più di un coordinamento di lavoratrici e lavoratori.
Sono sognatori.
Manufatti rari.
Si sono esposti con la naturalezza e l’onestà di chi sa che sta facendo una fatica che forse spetterebbe ad altri.
Sono menti generose che hanno messo a disposizione il loro tempo per proporre una visione futura per un Bene Collettivo e Comune.
Io personalmente non ho scritto una riga di questa riforma, non ne ho le competenze, il mio ruolo è stato altro.
Forse un fool in un chiostro senza Re.
Ai miei compagni di gioco va il mio riconoscente inchino.
Chapeau!

  • Rita Pelusio

    Attrice e regista, nei suoi lavori con la drammaturgia di Domenico Ferrari utilizzano il linguaggio dell’arte comica per affrontare tematiche sociali e civili. Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche. E’ amica di Radiopopolare con la quale si sveglia ogni mattina.

ALTRO DAL BLOGVedi tutti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 12/05/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 05/12/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 12/05/21 delle 07:16

    Metroregione di mer 12/05/21 delle 07:16

    Rassegna Stampa - 05/12/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Sunday Blues di mer 12/05/21

    Sunday Blues di mer 12/05/21

    Sunday Blues - 05/12/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 12/05/21

    Uno di Due di mer 12/05/21

    1D2 - 05/12/2021

  • PlayStop

    Jack di mer 12/05/21

    Ospite della puntata Zibba intervistato da Matteo Villaci

    Jack - 05/12/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 12/05/21

    Si parla con Isabella Pratesi, direttrice Conservazione WWF Italia della campagna di sms solidali 45585 SOS Leone per combattere il…

    Considera l’armadillo - 05/12/2021

  • PlayStop

    Stay Human di mer 12/05/21

    Stay Human di mer 12/05/21

    Stay human - 05/12/2021

  • PlayStop

    Memos di mer 12/05/21

    Democrazia europea cercasi. Il 9 maggio scorso, festa dell’Europa, c’è stato il lancio della “Conferenza per il futuro dell’Europa”. Un’assemblea…

    Memos - 05/12/2021

  • PlayStop

    Roberto Escobar, Il mondo di Woody

    ROBERTO ESCOBAR - IL MONDO DI WOODY - presentato da BARBARA SORRENTINI

    Note dell’autore - 05/12/2021

  • PlayStop

    Cult di mer 12/05/21

    ira rubini, cult, ruben jais, la verdi dal vivo, tatiana oleaer, nuovi incorci 21, scuola di teatro paolo grassi milano,…

    Cult - 05/12/2021

  • PlayStop

    Doppio Click di mer 12/05/21

    ATT su iPhone: tutti bloccano il tracciamento; aggiornamento privacy di Whatsapp; Signal trolla Facebook; anche Google Play migliora la privacy;…

    Doppio Click - 05/12/2021

  • PlayStop

    Prisma di mer 12/05/21

    Aggiornamenti da Gaza e un'analisi della situazione tra Israele e Palestina con Davide Lerner. Riunione Stato Regioni su riaperture, ne…

    Prisma - 05/12/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 12/05/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 12/05/21

    Rassegna stampa internazionale - 05/12/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 12/05/21

    Il demone del tardi - copertina di mer 12/05/21

    Il demone del tardi - 05/12/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 12/05/21

    Fino alle otto di mer 12/05/21

    Fino alle otto - 05/12/2021

  • PlayStop

    Tempo

    dove si parla delle varie accezioni di tempo, tra soggettivo, filosofico, oggettivo, tempo musicale, passaggi di tempo e altro ancora…

    Il gufo e l’allodola - 05/12/2021

  • PlayStop

    Music Revolution di mar 11/05/21

    Puntata 18 – Playlist: 01 – Moby – Porcelain ..02 – Royksopp – Dead to the World ..03 – Triffids…

    Music Revolution - 05/12/2021

Adesso in diretta