Charlotte

Proteste e incidenti dopo l’uccisione di un nero

mercoledì 21 settembre 2016 ore 11:39

Dodici agenti di polizia sono stati feriti durante le proteste scatenate dall’uccisione di un altro afro-americano a Charlotte, North Carolina.

I dimostranti hanno danneggiato alcune macchine della polizia nell’area attorno al luogo dove è stato ucciso l’uomo.

Un agente è stato colpito in faccia da un sasso.

L’afro-americano ucciso si chiamava Keith Lamont Scott, aveva 43 anni. E’ stato colpito da un agente di polizia nero ed è morto poco dopo in ospedale.

Un portavoce della polizia di Charlotte dice che Scott poneva “una minaccia mortale imminente“, ma i parenti hanno detto ai media locali che non era armato.

I dimostranti hanno bloccato le strade di Charlotte. La polizia ha usato gas lacrimogeni.

Il caso di Charlotte arriva dopo la diffusione del video in cui si vede una agente della polizia di Tulsa uccidere un altro afro-americano disarmato.

 

Aggiornato mercoledì 21 settembre 2016 ore 13:41
TAG