dossier Stati Uniti

Convention repubblicana 2016

sabato 23 luglio 2016 ore 13:51

Dal 19 al 21 luglio Cleveland ha accolto i delegati del partito repubblicano per la nomination di Donald Trump a candidato per il G.O.P. Il magnate newyorkese ha diviso la città e il partito. Il suo discorso a fine convention ha segnato una rottura netta rispetto alle tradizioni del partito. Il populismo di Trump però non conquista solo l’America bianca e senza cultura politica. Il suo porsi come “uomo della provvidenza” ha fatto breccia in modo trasversale sulla società americana.

Le corrispondenze da Cleveland dell’inviato Roberto Festa

Cleveland, a rischio il diritto al dissenso

Trump divide Cleveland

Chi sostiene “l’uomo della provvidenza” Trump

La campagna repubblicana anti-Clinton

Trump, il candidato “della legge e dell’ordine”

Ted Cruz rifiuta l’appoggio a Trump

 

 

 

 

Aggiornato lunedì 25 luglio 2016 ore 18:36
TAG