Politica leggera

Diciamocelo: la pandemia ha esaltato la nostra ipocrisia e il nostro cinismo

Il Premier britannico Boris Johnson ha dichiarato che ci saranno nuove aperture in Gran Bretagna ma, ha aggiunto, i cittadini devono sapere che aumenteranno i malati, i ricoveri e i morti.

Ce lo immaginiamo, in Italia, un politico che affermasse una cosa del genere? Verrebbe immediatamente crocefisso in sala mensa. Additato da tutti come un mostro, si trasformerebbe nel perfetto parafulmine per tutte le tensioni che attraversano il paese.

Eppure Johnson si è semplicemente comportato in maniera razionale e ha detto la verità: si chiedono le riaperture, le riaperture hanno un prezzo e il prezzo è in vite umane.

Noi invece ci rifiutiamo di affrontare la nostra ipocrisia, preferendo bollare come cinismo la fredda logica di oltremanica.

I britannici riaprono, certo, ma dopo 40milioni di vaccinazioni e le curve in netta flessione. E soprattutto i britannici riaprono consapevoli delle conseguenze che si dovranno sopportare. Gli italiani vorrebbero sempre più riaprire, senza che però si trovi nessuno disposto ad assumersene la responsabilità.

E questo non è solo un problema etico, o di stile, ma è un concretissimo problema politico. Perché se nessuno si assume la responsabilità delle proprie azioni, chiunque potrà serenamente continuare a fare propaganda, senza timori.

Salvini bombarda tutti i giorni, la destra è per il liberi tutti e anche nel Partito Democratico si rinforzano le posizioni, per fare un esempio, dei presidenti di regione che sono allineati ai colleghi leghisti e di Forza Italia.

I medici ospedalieri hanno lanciato l’ennesimo allarme perché le terapie intensive sono troppo piene e il numero di contagiati ancora troppo alto ma tanto, è il messaggio che arriva dai politici italiani, chi se ne frega, quello che conta è l’umore delle persone, quello che conta sono i consensi.

Si dirà che è così ovunque. Falso. In Germania, la cancelliera Angela Merkel sottrae ai Lander potere decisionale e annuncia nuove strette a causa della gravità della situazione. Nei Paesi Bassi il premier Mark Rutte annuncia che le riaperture andranno rinviate perché i numeri non lo consentono.

Merkel e Rutte sono due leader conservatori. Da noi, ce lo immaginiamo? Che domanda stupida: certo, che non ce lo immaginiamo. Da noi, la cancelliera tedesca e il premier olandese sarebbero stati considerati due poveri fessi, e non avrebbero mai fatto carriera politica

  • Luigi Ambrosio

    Vorrei scrivere di mille cose e un giorno lo farò. Per ora scrivo di politica. Cercare di renderla una cosa umana è difficile, ma ci provo. Caposervizio a Radio Popolare, la frequento da un po' ma la passione non diminuisce mai

ALTRO DAL BLOGVedi tutti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 27/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 27/06/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 27/06/2022

    Il contenitore del lunedì mattina che vi racconta cosa raccontano i giornali, come comunica la politica, le aziende e i…

    Guarda che Lune - 27/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 27/06/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 27/06/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 27/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 27/06/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 27/06/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di lunedì 27/06/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 27/06/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di domenica 26/06/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 27/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 26/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 27/06/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 26/06/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 27/06/2022

  • PlayStop

    Sunday Blues di domenica 26/06/2022

    Bill Watterson, il fumettista statunitense creatore della striscia Calvin & Hobbes, amava dire: “Non potrò mai divertirmi di domenica, perché…

    Sunday Blues - 27/06/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 26/06/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 27/06/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 26/06/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 27/06/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di domenica 26/06/2022

    Incantagioni, il nuovo libro di Mariano Tomatis, racconta sei storie di donne ribelli nel mondo del mentalismo; è uscito Prostitute…

    Sui Generis - 27/06/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 26/06/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 27/06/2022

  • PlayStop

    Rap Criminale di domenica 26/06/2022

    - Chi ha sparato a Tupac Shakur? - Chi ha ucciso Notorious B.I.G.? Perché si sono sciolti i NWA? -…

    Rap Criminale - 27/06/2022

  • PlayStop

    C'è di buono di domenica 26/06/2022

    La cucina, la gastronomia, quello che mangiamo…hanno un ruolo fondamentale nella vita di tutti noi. Il cibo che scegliamo ci…

    C’è di buono - 27/06/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 26/06/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 27/06/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 26/06/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 27/06/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 26/06/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 27/06/2022

Adesso in diretta