• Play
    |

    Pio La Torre e il riscatto sociale contro le mafie

    A cura di:

    Festival dei beni confiscati alle mafie a Milano, da oggi e fino a domenica 2 aprile (qui il programma e gli organizzatori). ..Come si è arrivati in Italia alla confisca dei beni dei mafiosi e al loro riutilizzo sociale? A Memos sono stati ospiti oggi Vito Lo Monaco, presidente del Centro Pio La Torre, e Ilaria Meli, ricercatrice dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata dell’università di Milano. La storia della confisca dei beni dei mafiosi in Italia ha un punto di riferimento imprescindibile nella figura di Pio La Torre, ucciso da Cosa Nostra il 30 aprile del 1982, insieme al suo autista Rosario Di Salvo. Pio La Torre è stato dirigente del movimento contadino siciliano, dirigente regionale e nazionale del Pci, parlamentare in più legislature. Ha combattuto la mafia per tutta la vita. Dalla fine degli anni ‘40, quando guidava le proteste dei braccianti. Agli anni ‘70 da membro della commissione parlamentare antimafia, quando denunciava le collusioni con Cosa nostra di esponenti di primo piano della Dc: da Vito Ciancimino a Salvo Lima a Giovanni Gioia. Nel marzo dell‘81 presentò in parlamento la proposta di legge che gli costò la vita. «Uno spartiacque, una rivoluzione», l’ha definita oggi a Memos Vito Lo Monaco. Quel progetto prevedeva l’introduzione nel codice penale del reato di associazione di tipo mafioso e la confisca obbligatoria dei beni dei mafiosi. «Quella legge – racconta a Memos Lo Monaco - indica uno spartiacque tra un prima e un dopo. Il prima in cui si poteva negare l’esistenza della mafia e il dopo in cui non era più possibile farlo». La proposta di Pio La Torre diventerà legge cinque mesi dopo il suo assassinio. Il 13 settembre del 1982, dieci giorni dopo l’uccisione del prefetto di Palermo Carlo Alberto dalla Chiesa, il parlamento la approverà definitivamente. A Memos Vito Lo Monaco ha ripercorso i passaggi più importanti della biografia di Pio La Torre, mentre Ilaria Meli ha spiegato il significato delle due leggi fondamentali sui beni confiscati: quella del 1982 di La Torre e poi quella del 1996 sul riutilizzo sociale dei patrimoni confiscati ai mafiosi.

ULTIMI EPISODI DEL PROGRAMMA
    string(3) "922"
SULLO STESSO ARGOMENTOTutti i podcast

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 28/10/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 28/10/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 28/10/20 delle 19:47

    Metroregione di mer 28/10/20 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 28/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di mer 28/10/20

    1- Votare negli Stati Uniti non è un diritto garantito per ..tutti. L’odissea degli elettori da New York al Wisconsin.…

    Esteri - 28/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 28/10/20

    Ora di punta di mer 28/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 28/10/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 28/10/20

    Uno di Due di mer 28/10/20

    1D2 - 28/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 28/10/20

    Considera l'armadillo mer 28/10/20

    Considera l’armadillo - 28/10/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 28/10/20

    Jack di mer 28/10/20

    Jack - 28/10/2020

  • PlayStop

    Stay Human di mer 28/10/20

    Stay Human di mer 28/10/20

    Stay human - 28/10/2020

  • PlayStop

    psicoradio di mar 27/10/20

    La puntata della settimana è dedicata a questa seconda ondata di Covid-19. Ci siamo domandati se e come i Dipartimenti…

    Psicoradio - 28/10/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 28/10/20

    Lo spettro del debito pubblico italiano non si aggira più per l’Europa. Perchè l’agenzia americana di valutazione Standard&Poor’s, qualche giorno…

    Memos - 28/10/2020

  • PlayStop

    Sara Turetta, I cani della mia vita

    SARA TURETTA - I CANI DELLA MIA VITA - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 28/10/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 28/10/20

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, matteo ceschi, note per salvare il pianeta, vololibero edizioni, nordic film festival, linda gaardner,…

    Cult - 28/10/2020

  • PlayStop

    Doppio Click di mer 28/10/20

    Trump e il suo profilo Twitter; individuati gli hacker russi responsabili dei più clamorosi attacchi degli ultimi anni; Snowden ha…

    Doppio Click - 28/10/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 28/10/20

    Usa a una settimana dal voto, ne parliamo con l'americanista Mario Del Pero. La Regione Lombardia in ritardo coi tamponi…

    Prisma - 28/10/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 28/10/20

    Rassegna stampa internazionale di mer 28/10/20

    Rassegna stampa internazionale - 28/10/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 28/10/20

    Il demone del tardi - copertina di mer 28/10/20

    Il demone del tardi - 28/10/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 28/10/20

    Fino alle otto di mer 28/10/20

    Fino alle otto - 28/10/2020

Adesso in diretta