• Play
    Memos |

    Il Cavaliere Nero e il passato che non passa. Intervista con Paolo Biondani

    A cura di:

    Raffaele Liguori

    Il medico personale e l’amico fidato. Alberto Zangrillo e Fedele Confalonieri. Stiamo parlando di Silvio Berlusconi, costretto da alcuni giorni in ospedale, al San Raffaele di Milano, in attesa di un importante intervento chirurgico per correggere un’insufficienza aortica. Il medico Zangrillo è stato drastico: «chissà se ha voglia di tornare a fare il leader? Io lo sconsiglio», ha detto qualche giorno fa. Diverso il consiglio di Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, che è stato tra coloro che nel 1993 avrebbero volentieri fatto a meno della “discesa in campo” di Berlusconi: «la sua figura – dice oggi Confalonieri – è indispensabile, ma è giunto il momento in cui il partito deve iniziare a camminare con le proprie gambe». Confalonieri non discute la posizione del leader politico, non ci sono passi indietro da fare, semmai è da Forza Italia – secondo il ragionamento del presidente Mediaset – che bisognerà vedere se qualcuno avrà la forza e la capacità di fare un passo avanti. Da alcuni giorni, dal ricovero in ospedale di Berlusconi, si è intensificata la discussione pubblica sul suo futuro e su quello del suo partito. Una discussione che ha avuto come effetto inevitabile quello di sbiadire l’immagine del passato di Berlusconi. In particolare di quel passato giudiziario inestricabile rispetto alla vicenda politica del leader. Un promemoria sulle vicende giudiziarie di Berlusconi, utile anche alla discussione sul futuro del leader e del suo partito, è senz’altro “Il Cavaliere Nero” (Chiarelettere, 2015) scritto da due giornalisti, Paolo Biondani dell’Espresso e Carlo Porcedda. Di cosa si tratta? Da qui comincia l’intervista con Paolo Biondani.

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR mercoledì 17/07 10:30

    Le notizie. I protagonisti. Le opinioni. Le analisi. Tutto questo nelle 16 edizioni quotidiane del Gr. Un appuntamento con la redazione che vi accompagna per tutta la giornata. Annunciati dalla “storica” sigla, i nostri conduttori vi racconteranno tutto quello che fa notizia, insieme alla redazione, ai corrispondenti, agli ospiti. La finestra di Radio Popolare che si apre sul mondo, a cominciare dalle 6.30 del mattino. Da non perdere per essere sempre informati.

    Giornale Radio - 17-07-2024

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 17/07/2024

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra in profondità, scova notizie curiose, evidenzia punti di vista differenti e scopre strane analogie tra giornali che dovrebbero pensarla diversamente.

    Rassegna stampa - 17-07-2024

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 16/07/2024 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione ai fatti che riguardano la politica locale, le lotte sindacali e le questioni che riguardano i nuovi cittadini. Da Milano agli altri capoluoghi di provincia lombardi, senza dimenticare i comuni più piccoli, da dove possono arrivare storie esemplificative dei cambiamenti della nostra società.

    Metroregione - 16-07-2024

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Giorni migliori di mercoledì 17/07/2024

    A cura di Roberto Maggioni e Massimo Alberti. Donald Trump e il futuro degli Stati Uniti, in diretta della convention repubblica, con Roberto Festa. Reportage di Massimo Alberti dalla manifestazione contro il caporalato nelle langhe. Il Salva grattacieli di Milano è sparito dal Piano Casa, divisioni nella maggioranza tra Fdi e Lega e il Quirinale contrario a sanatorie. Con il costituzionalista Francesco Pallante. Ritorno a Ventimiglia con una volontaria storica, Maria Paola Rottino. La rotta migratoria delle Canarie verso la Spagna: Giulio Maria Piantadosi.

    Giorni Migliori – Intro - 17-07-2024

  • PlayStop

    Apertura Musicale di mercoledì 17/07/2024

    A cura di Barbara Sorrentini. Abbiamo parlato di Giovanni Storti e Intelligenza Artificiale, cinque anni senza Andrea Camilleri, canzoni datate (o d'annata), cifre e sveglie con orari numericamente creativi, elegie americane nell'inferno trumpiano.

    Apertura musicale - 17-07-2024

  • PlayStop

    PoPolaroid di mercoledì 17/07/2024

    Ho amato tanto la Polaroid. Vedere stampare sotto i miei occhi la foto è sempre stata una sorpresa divertente ed emozionante. Ho amato anche la bellezza dello spazio bianco intorno all’immagine, che mi permetteva di scrivere la data e dare un titolo alla foto; spesso era ispirato da una canzone. Se ci pensate bene le canzoni, come le fotografie, sono la nostra memoria nel tempo, sono il clic che fa catturare ricordi meravigliosi. A PoPolaroid accompagno la musica con istantanee sonore; sono scatti personali, sociali e soprattutto sentimentali. Con PoPolaroid ascolta e vedrai. Basil Baz

    PoPolaroid – istantanee notturne per sognatori - 16-07-2024

  • PlayStop

    Music revolution del 16/07/2024

    La musica è rivoluzione.  A volte perché è stata usata per manifestare un’idea, altre volte perché ha letteralmente scardinato lo stile di un’epoca per inventarne uno nuovo. Ma anche perché è una forma di resistenza alle tante brutture della vita quotidiana. E’ un guscio, una coperta, un mantello che possiamo indossare per trasformare la realtà in un attimo di straordinaria bellezza. Massimo Bonelli ha lavorato per oltre 30 anni in discografia. Prima in EMI e poi in Sony Music, della quale è stato Direttore Generale, prima di abbandonare il “business” e tornare ad ascoltare la musica che gli piaceva. A cura di Massimo Bonelli Regia - casalinga - di Ivana Masiero

    Music Revolution - 16-07-2024

  • PlayStop

    News della notte di martedì 16/07/2024

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 16-07-2024

  • PlayStop

    Conduzione musicale di martedì 16/07/2024 delle 20:31

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che serve!

    Conduzione musicale - 16-07-2024

  • PlayStop

    Popsera di martedì 16/07/2024

    EUROPA: Metsola confermata presidente parlamento europeo, Von der Layen incontra i conservatori con poco esito. Sulla giornata: Francesca De Benedetti, de IL Domani - USA, secondo giorno convention repubblicana. Trump e il suo vice Vance, altro che moderatismo. Ne parliamo con Roberto Festa - Mario Ricciardi, filosofo del diritto, ex direttore del Mulino, sulla figura di Vance e sulla sua cultura politica.- VENEZIA: UN ASSESSORE ARRESTATO E IL SINDACO INDAGATO. PERCHE'? Gli aggiornamenti con Andrea Monti - GENOVA. Toti incontrerà Salvini per autorizzazione della magistratura, la stessa che nega la scarcerazione del Presidente della Liguria, per rischio di reiterazione. Una regione s/governata da un carcerato. Con Ferruccio Sansa, membro dell’opposizione in Consiglio Regionale - ALBA, OGGI UN PRESIDIO/MANIFESTAZIONE CONTRO IL CAPORALATO OPACO NELLA REGIONE DEL VINO. Massimo Alberti, nostro inviato, e le sue interviste. - Il provvedimento “Salvamilano” sparisce dagli emendamenti della maggioranza nel decreto salvacasa. Cronaca, interpretazione dei motivi e controproposte. Con noi Roberto Maggioni e Silvia Roggiani, parlamentare segretaria regionale Pd - CARCERI: intervista di Alessandro Principe a Samuele Ciambriello, garante detenuti in campania e coordinatore dei Garanti - In onda Massimo Bacchetta

    Popsera - 16-07-2024

  • PlayStop

    The Cinematic Orchestra torna a Milano: intervista a Jason Swinscoe

    The Cinematic Orchestra torna a Milano il 18 luglio, al Castello Sforzesco, per uno show che celebra il ventesimo anniversario dell’album Man With A Movie Camera, che trae ispirazione dal classico del cinema muto sovietico di Dziga Vertov. Niccolò Vecchia ha intervistato in diretta il fondatore del gruppo, Jason Swinscoe, che ci ha raccontato come sarà il concerto di giovedì, le origini di questo disco e qualche piccola anticipazione sul futuro della Cinematic Orchestra

    Clip - 16-07-2024

  • PlayStop

    Poveri ma in ferie di martedì 16/07/2024

    Quando con la musica dei "Ggiovani e i loro probblemi" parliamo di pavoni e soldi da sganciare ai matrimoni. Torniamo ai nostri amati fondi di coesione europei che ci portano in Abruzzo con StoryMap. Si parla di anni '80 con il Lippo ma anche di tempi attuali con la sicuramente oggettiva rece della nostra Francesca sul concerto di Taylor Swift.

    Poveri ma belli - 16-07-2024

Adesso in diretta