L'Ambrosiano

Velo, piazza, repressione, donne e bando ai contemplatori di ombelico

Le donne tengono all’erta la coscienza collettiva: a che prezzo! Masha Amini sorpresa dalla polizia morale iraniana (c’è dal 2005, ma parlando cogli ayatollah di nucleare l’Occidente ha sorvolato) per il velo fuori posto è stata uccisa; in piazza più di cento morti, migliaia di arresti. Domanda angosciata: quanto deve durare la mattanza prima che i media passino ad altro? Delle donne afghane private dai talebani di lavoro, istruzione, diritti all’esistenza non parla più nessuno. Si affacciano ogni tanto sui tg immagini di cortei di donne americane in difesa del diritto di decidere se diventare madri o meno cancellato dalla Corte Suprema trumpizzata. Da video e scena politica è scomparso il Myanmar; lì pure le donne si son rivoltate contro i militari dal pugno di ferro: decine di migliaia di morti, 150 mila bambini con le madri (se sopravvissute) scappati nella giungla, la ex premier Aung San Suu Kyi in carcere. Teheran, Kabul, Naypyidaw, Stati Usa governati da repubblicani chiamano, ma Roma è distratta; con lei l’Europa (che dovrebbe avere una politica estera comune, non chi dice: ok se ci guadagno). Aspettiamo le scelte di Giorgia Meloni in politica estera (a cominciare dal Ministro) e diritti. Ci sono gli sconfitti, però. Han promesso «opposizione intransigente». Ci mancherebbe! Incombono bollette, inflazione, recessione, socialità a rischio: difficile far la differenza con l’anoressia nei numeri. Un modo che i partiti (Pd in primis) han per capire la fuga di elettori, arginare la slavina e risorgere è non guardarsi l’ombelico. C’è da farsi riconoscere per quel che si vuol essere su diritti, paradigmi d’umanità (processi produttivi, modi di lavorare, stili di vita, lotta a discriminazioni, ingiustizie, dissesti ambiente, sprechi), visioni del mondo (di pace, alla Francesco), per pensare battaglie credibili e mobilitazioni di piazza (i social sono volatili, impersonali), avere coraggio (non come con jus scholae e culturae). Interrogarsi su perché non hanno avuto eredi donne di aree culturali tipo Nilde Iotti, Tina Anselmi, Lina Merlin, Maria E. Martini, Rosy Bindi, e movimenti femminili laboratori d’un modo di prendere e vivere la vita che le donne sole possiedono, per tutti.

  • Marco Garzonio

    Giornalista e psicoanalista, ha seguito Martini per il Corriere della Sera, di cui è editorialista, lavoro culminato ne Il profeta (2012) e in Vedete, sono uno di voi (2017), film sul Cardinale di cui firma con Olmi soggetto e sceneggiatura. Ha scritto Le donne, Gesù, il cambiamento. Contributo della psicoanalisi alla lettura dei vangeli (2005). In Beato è chi non si arrende (2020) ha reso poeticamente la capacità dell’uomo di rialzarsi dopo ogni caduta. Ultimo libro: La città che sale. Past president del CIPA, presiede la Fondazione culturale Ambrosianeum.

ALTRO DAL BLOGVedi tutti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 26/11/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 26/11/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 25/11/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 26/11/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 26/11/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 26/11/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 26/11/2022

    Good Times è il trampolino per tuffarsi in bello stile nel weekend. Visioni, letture, palchi, percorsi, incontri, esperienze, attività. Gli…

    Good Times - 26/11/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 26/11/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 26/11/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 26/11/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/11/2022

  • PlayStop

    Let's spend the night together di sabato 26/11/2022

    Let's Spend The Night Together è il salottino rock'n'roll di Radio Popolare. Si parla di attualità, si passano le novità…

    Let’s spend the night together - 26/11/2022

  • PlayStop

    Doppia Acca di venerdì 25/11/2022

    Dal 2011 è la trasmissione dedicata all’hip-hop di Radio Popolare.

    Doppia_Acca - 26/11/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 25/11/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/11/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 25/11/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 26/11/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di venerdì 25/11/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 26/11/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di venerdì 25/11/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 26/11/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 25/11/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 26/11/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 25/11/2022

    (47 - 238) Dove si scopre che per fare il Vice Ministro degli Esteri non è così importante conoscere, almeno…

    Muoviti muoviti - 26/11/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 25/11/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 26/11/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 25/11/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 26/11/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 25/11/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 26/11/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 25/11/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 26/11/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 25/11/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 26/11/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 25/11/2022

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica,…

    Cult - 26/11/2022

Adesso in diretta