L'Ambrosiano

Strage di Stato: morti sul lavoro, responsabilità, sepolcri imbiancati

La notizia è finita nei notiziari regionali: dai controlli sul lavoro è emerso che quasi il 100 per cento delle aziende del mianese non è in regola. Han fatto le verifiche 45 Ispettori. Da non credere, ma la vergogna è che tanti ne conta la Lombardia. Sui canali nazionali viene riferito di 538 morti sul lavoro sull’intero territorio: tre al giorno. Muoiono giovani (molte donne) e persone d’esperienza, italiani e stranieri (quelli regolari; irregolari e clandestini sono un buco nero: cattiva coscienza del Paese, brodo primordiale della Lega), dipendenti delle aziende e personale di ditte in subappalto (esternalizzare aumenta i profitti). La situazione configura una sorta di strage di Stato. Nessuna paura delle parole. Stato sono le istituzioni, ma anche il “sociale”: attività produttive, rappresentanze, iniziative culturali, oltreché i singoli: cioè noi.

Quando Luana, Laila, Baljit, Franco, Giorgio son schiacciati da una macchina o precipitano dal tetto, un Magistrato vaglia responsabilità specifiche. Ma siamo un Paese schizofrenico se continuiamo nella retorica di funerali e politici contriti per le tv e non per pochezza, assenza di visione generale, autoreferezialità della politica stessa; se non prendiamo coscienza che l’intera comunità è chiamata in causa per le piccole/grandi, dirette/indirette inadempienze, leggerezze, miopie, interessi, collusioni con un sistema che tradisce la Costituzione quanto a lavoro, sicurezza, salute, dignità. È questione d’etica personale d’ogni cittadino e di deontologia pubblica per: Governo, Parlamento, Regioni, Comuni; forze sociali; aziende e rappresentanze di categoria; Sindacati; Ordini professionali di chi è coinvolto in ideazioni, autorizzazioni, controlli (esempi: Asl, medici di medicina del lavoro, ingegneri e architetti autori di progetti, geologi che validano le compatibilità ambientali, tecnici della prevenzione, uffici studi e sondaggi che rassicurano con “il Paese riparte”).

Non ci si ribella nemmeno al nome “morti bianche” per una strage in cui di bianco si dovrebbe palare solo per i “sepolcri imbiancati”: chi è bravo a esprimere solidarietà a vedove e orfani, meno nel fremere in sussulti d’umanità e nel lavorare per cambiare.

  • Marco Garzonio

    Giornalista e psicoanalista, ha seguito Martini per il Corriere della Sera, di cui è editorialista, lavoro culminato ne Il profeta (2012) e in Vedete, sono uno di voi (2017), film sul Cardinale di cui firma con Olmi soggetto e sceneggiatura. Ha scritto Le donne, Gesù, il cambiamento. Contributo della psicoanalisi alla lettura dei vangeli (2005). In Beato è chi non si arrende (2020) ha reso poeticamente la capacità dell’uomo di rialzarsi dopo ogni caduta. Ultimo libro: La città che sale. Past president del CIPA, presiede la Fondazione culturale Ambrosianeum.

ALTRO DAL BLOGVedi tutti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 27/09/21 delle 19:49

    Metroregione di lun 27/09/21 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 27/09/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il Suggeritore di lun 27/09/21

    Il Suggeritore di lun 27/09/21

    Il Suggeritore Night Live - 27/09/2021

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di lun 27/09/21

    Quel che resta del giorno di lun 27/09/21

    Quel che resta del giorno - 27/09/2021

  • PlayStop

    Esteri di lun 27/09/21

    1-Germania, il giorno dopo la vittoria del Spd. Olaf Scholz vuole formare un governo con verdi e liberali. Ma la…

    Esteri - 27/09/2021

  • PlayStop

    The Game di lun 27/09/21

    //Una referendum contro la speculazione immobiliare. Il 56% dei berlinesi ha detto sì all’esproprio di case sfitte nelle mani di…

    The Game - 27/09/2021

  • PlayStop

    Muoviti muoviti di lun 27/09/21

    Ovviamente la notizia di apertura è l'indagine che coinvolge Luca Morisi, l'ideatore della macchina social di Matteoi Salvini, accusato di…

    Muoviti muoviti - 27/09/2021

  • PlayStop

    Dario Oliveri, Il caso Webern. Ricostruzione di un delitto

    Note dell'autore di sab 25/09/21

    Note dell’autore - 27/09/2021

  • PlayStop

    Di tutto un boh di lun 27/09/21

    Di tutto un boh di lun 27/09/21

    Di tutto un boh - 27/09/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 27/09/21

    Si parla con Titus di Extinction Rebellion della settimana di mobilitazione su come comunicare la crisi eco climatica, di Tempio…

    Considera l’armadillo - 27/09/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 27/09/21

    Jack di lun 27/09/21

    Jack - 27/09/2021

  • PlayStop

    Elezioni Comunali Milano 2021, viaggio nei quartieri: Quarto Oggiaro

    gli approfondimenti di Prisma nei quartieri di Milano alla vigilia delle Elezioni Comunali del 2021

    Clip - 27/09/2021

  • PlayStop

    Lucky Seven

    quando sbarchiamo a Montevideo per vedere che aria tira e alloggiam negli alberghi più lussuosi e diroccati contemporaneamente, tra un…

    Poveri ma belli - 27/09/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di lun 27/09/21 delle 12:49

    Seconda pagina di lun 27/09/21 delle 12:49

    Seconda pagina - 27/09/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 27/09/21

    Cult di lun 27/09/21

    Cult - 27/09/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di lun 27/09/21

    Tutto scorre di lun 27/09/21

    Tutto scorre - 27/09/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 27/09/21

    A Milano in settimana centinaia di giovani e i delegati da tutti i paesi per gli incontri preparatori della Cop…

    Prisma - 27/09/2021

  • PlayStop

    Guarda che lune di lun 27/09/21

    Guarda che lune di lun 27/09/21

    Guarda che Lune - 27/09/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di lun 27/09/21 delle 07:49

    Seconda pagina di lun 27/09/21 delle 07:49

    Seconda pagina - 27/09/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 27/09/21

    Rassegna stampa internazionale di lun 27/09/21

    Rassegna stampa internazionale - 27/09/2021

Adesso in diretta