Gli speciali
30 settembre 2018
Gli speciali di Radio Popolare di dom 30/09 (seconda parte)

Speciale Diretta da Piazza del Duomo di Milano per il presidio INTOLLERANZA ZERO – a cura di Disma Pestalozza e Alessandro Braga (seconda parte)

Email
Conduttori

Le redazioni di Radio Popolare – Popolare Network

Email
Conduttori

Le redazioni di Radio Popolare – Popolare Network

GLI ULTIMI PODCAST
08 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Juba, mattino del 8.02.2014

Mattina di sabato 8 febbraio, Raffaele Masto attende nella capitale Juba la risposta dei funzionari Onu per cercare di raggiungere un campo profughi dove sono radunate, praticamente sotto assedio, 20mila persone. Ci racconta quello che ha visto spostandosi sulle strade deserte interrotte dai posti di blocco, le conseguenze inarrestabili della guerra civile sulla maggioranza della popolazione, il tipo di armi che ha visto, le flebili speranze per le trattative di pace che cominceranno la settimana prossima, il ruolo che giocano le questioni transazionali di acqua e petrolio nel destino del Sud Sudan, e le condizioni in cui ha visto lavorare i medici all’ospedale di Iroll.

07 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Iroll, mattina del 7.02.2014

Le incerte trattative di pace cominciano lunedì prossimo ad Addis Abeba. Sul campo, anche dove la guerra sembra non infuriare più, restano le migliaia di storie che i profughi e i feriti narrano all’ospedale di Iroll. La mattina di venerdì 7 febbraio, Raffaele Masto ci racconta quella di uno dei 20mila giovani ribelli Nuer che avrebbero dovuto conquistare Juba – reclamato per rappresaglia dalla popolazione, tenuto dal dottor Pisani sotto la protezione dell’ospedale fino a completa guarigione, infine “salvato” dal governo perché venga formalmente processato.

06 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Iroll, pomeriggio del 6.02.2014 (seconda parte)

succede nel sud Sudan, esteri 6 febbraio: i malati sono sfrattati dai feriti di guerra. Dall’ospedale di Iroll, il reportage del nostro inviato Raffaele Masto. (seconda parte)

06 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Iroll, mattina del 6.02.2014 (prima parte)

Oggi 6 febbraio il nostro inviato ha raggiunto Iroll, nello stato di Lakes, dove solo due giorni fa ci sono stati pesanti combattimenti tra le truppe governative e i ribelli…Il piccolo ospedale della città è pieno zeppo di feriti. I medici operano senza la necessaria strumentazione. É ancora molto pericoloso muoversi sulle strade della zona. Le milizie governative hanno armato praticamente tutta la popolazione civile. (prima parte)

05 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Lakes State, pomeriggio del 5.02.2014 (terza parte)

-Raffaele Masto, dalla regione di Lakes State che ha raggiunto in elicottero, descrive uno scenario terribile: sono tantissimi i profughi della tribù Dinka – l’etnia del presidente Salva Kiir – che sono giunti nella zona, già abitata da altri Dinka. L’arrivo di centinaia di migliaia di fuggiaschi ha però distrutto il sistema sociale e reso le condizioni di vita disperate. (terza parte)

05 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Lakes State, mattina del 5.02.2014 (seconda parte)

Raffaele Masto dalla regione di Lakes State, dove si trova la maggior parte dei profughi, alle 9.30 del mattino italiane di mercoledì 5 febbraio, appen atterrato in elicottero, ci racconta dei medici volontari del CCM che stanno cominciando le visite. (seconda parte)

05 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Juba, mattina del 5.02.2014 (prima parte)

La corrispondenza del 5 febbraio alle 6.30 del mattino del nostro inviato in Sud Sudan Raffaele Masto, dalla pista dell’aeroporto di Juba che stava lasciando a bordo di un elicottero del World Food Program per raggiungere Lakes State, dove si stanno radunando gli oltre 800.00 profughi della guerra. (prima parte)

04 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Juba, pomeriggio del 4.02.2014 (seconda parte)

La sera di martedì 4 febbraio, in procinto di lasciare Juba per le zone centrali del paese, Raffaele Masto descrive alla trasmissione Esteri il netto contrasto fra la bellezza pacifica del Nilo all’altezza della capitale, e i segni della guerra così visibili nella presenza dei profughi. (seconda parte)

04 febbraio 2014
 
Raffaele Masto inviato in Sud Sudan, Juba, mattina del 4.02.2014 (prima parte)

Nella sua prima corrispondenza in diretta da Juba il nostro inviato Raffaele Masto racconta i paradossi del più giovane degli stati africani – ricco di petrolio e, con soli 470 km di strade asfaltate, completamente privo delle infrastrutture per trasportarlo. Accanto a lui, nella zona del mercato ormai deserta fanno il bucato i profughi fuggiti dalle zone di combattimento più a nord, spaventati dalla pulizia etnica nella città. (prima parte)

22 dicembre 2013
 
Chico Mendes

L’omaggio di Radio Popolare al sindacalista difensore dell’Amazzonia e dei suoi popoli nel 25° del suo assassinio. A cura di Sara Milanese

06 dicembre 2013
 
La nostra intervista con John Carlin su Mandela

Il giornalista inglese John Carlin, oggi a El Pais, è stato corrispondente dal Sudafrica per l’Independent dal 1989 al 1995, il periodo a cavallo del momento della liberazione di Nelson Mandela. Lo ha incontrato molte volte, e dal suo romanzo “Ama il tuo nemico” (Playing the Enemy: Nelson Mandela and the Game that Made a Nation) è tratto il film di Clint Eastwood “Invictus”. In questa conversazione con il nostro Dario Falcini, John Carlin ricorda i momenti trascorsi con Madiba e individua i nodi centrali del suo ruolo politico.

03 dicembre 2013
 
Giuliano Pisapia a Radio Popolare

Martedì mattina il sindaco di Milano Giuliano Pisapia è stato ospite nei nostri studio per una bilancio di metà mandato elettorale…

podcast
Clicca sull’icona per sottoscrivere il servizio podcast Gli speciali