Gabriele Battaglia
alleanze economiche
La Middle East connection di Pechino
La Cina fa il suo ingresso da superpotenza in Medio Oriente. Il presidente Xi stringe accordi con Arabia Saudita, Egitto e Iran. Gli ingredienti delle trattative sono riassunti nella formula "1+2+3": energia, sviluppo delle infrastrutture, più “varie ed eventuali” (tra cui lo sviluppo del nucleare)
Reazioni preoccupate
Corea del Nord: il perché del test nucleare
Sarebbe un salto di qualità preoccupante: la Corea del Nord dice di aver testato la sua prima bomba H, molto più potente delle tradizionali atomiche
come cambia il paese
Cina, se i lavoratori invecchiano
L'età media dei lavoratori cinesi supera i 37,57 anni, il che indica che gli occupati, nel Paese, non sono più in maggioranza giovani
Cina
Pu Zhiqiang, processo ai diritti
Tafferugli fuori del tribunale dove è stato giudicato il celebre avvocato per i diritti civili, accusato di aver scritto articoli irriverenti nei confronti delle autorità cinesi
Smog in Cina
Pechino chiusa per inquinamento
La capitale cinese per 53 ore si ferma a causa dei livelli di inquinamento intollerabili. Si comincia l'8 dicembre: scuole e industrie chiudono per riportare il pm 2.5 a livelli normali. Oggi almeno 4 mila persone all'anno muoiono per il clima
COP21
Cina, sull’orlo del disastro ambientale
Oggi a Parigi si apre la Conferenza sul clima. Pechino ci arriva con un profilo contraddittorio. E' il più grande mercato mondiale di rinnovabili, ma anche un grande consumatore di carbone e il Paese in cui le esigenze dell'ambiente vengono spesso sacrificate allo sviluppo economico. Se non si cambia modello, dicono le ricerche, la crisi ambientale è certa
Il caso
Perché la Cina disinveste in Italia
La Cina lancia segnali politici all’Italia attraverso una catena di disinvestimenti finanziari? Oppure tutela semplicemente il proprio denaro? Sono le domande che sorgono dopo che People’s Bank of China (PBoC) – la banca centrale cinese – ha venduto parte delle proprie quote in Terna, Unicredit e Intesa San Paolo nel giro di una settimana o […]
Cina-Taiwan
Prove di riavvicinamento. Con molti dubbi
Sabato 7 novembre Pechino e Taipei riprenderanno un dialogo interrotto nel 1949. I premier Xi Jinping e Ma Ying-jeou, però, sono spinti da motivi economici, più che politici. E da tornaconti personali: il primo cerca di disinnescare la crescente opposizione indipendentista di Taiwan, mentre il secondo è attratto dall'opportunità di avere la Repubblica popolare come partner commerciale