Approfondimenti

Funivia di Stresa, tre arresti nella notte: “Commesso gesto consapevole”

Hanno deliberatamente manomesso il freno di emergenza, per evitare interruzioni al servizio visto che la funivia aveva già avuto dei blocchi. È pesantissima l’accusa della Procura di Verbania alle tre persone fermate nella notte per la strage del Mottarone. Sono Luigi Nerini, titolare della “Ferrovie del Mottarone”, il direttore di esercizio Enrico Perocchio e il responsabile del servizio Gabriele Tadini.

Le ipotesi di reato sono rimozione dolosa di sistemi di sicurezza, omicidio colposo plurimo, disastro colposo. Una pinza impediva al freno di agire. I tre fermati hanno “commesso un gesto materialmente consapevole” ha detto la procuratrice di Verbania, Olimpia Bossi, alle 4 del mattino, uscendo dalla Caserma dei Carabinieri dove si sono svolti gli interrogatori.”Hanno ammesso la responsabilità” ha aggiunto il comandante dei Carabinieri. La funivia aveva problemi. Due volte c’erano stati interventi per cercare di risolverli, “ma evidentemente non sono stati risolutivi” dice la Procura. Anche l’altra cabina, quella che non è caduta, era senza freno di emergenza.

Piena consapevolezza della situazione da parte degli accusati, secondo i Pm. Sabato ad esempio, il giorno prima dell’incidente, la funivia si era fermata, raccontano testimoni. E le cabine viaggiavano senza freni da diversi giorni. Un quadro criminale, quello che emerge dalle indagini. E non è finita: “valuteremo le posizioni di altre persone” spiega la Procura.La società Ferrovie del Mottarone gestisce l’impianto, che è di proprietà pubblica. Dalla Regione Piemonte stava passando nelle mani del Comune di Stresa. Passaggio che, sostiene il Comune, non sarebbe ancora avvenuto formalmente. I fermi della notte sono relativi al sistema frenante manomesso.

Rimane da spiegare perché il cavo di traino si sia rotto. C’erano problemi in quell’impianto, si sarebbe dovuto intervenire, ma sarebbe servito tempo.“Il sistema presentava delle anomalie -afferma la Procura- avrebbe necessitato un intervento più radicale con un blocco se non prolungato consistente”. Tempo da dedicare e, ovviamente, denaro da spendere. La stagione era appena iniziata, le persone stavano tornando a Stresa ora che la pandemia faceva meno paura. I mesi di lockdown erano stati un problema dal punto di vista finanziario non solo per la funivia ma per tutto il settore turistico della città.Si voleva ripartire.“Nella convinzione che mai si sarebbe potuto verificare una rottura del cavo si è corso il rischio” concludono i magistrati.

Ma il cavo si è spezzato. Il freno di emergenza non c’era. 14 persone sono morte.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 01/12/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 01/12/21 delle 19:50

    Metroregione di mer 01/12/21 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 12/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 01/12/21

    Jazz Ahead di mer 01/12/21

    Jazz Ahead - 12/02/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di mer 01/12/21

    News Della Notte di mer 01/12/21

    News della notte - 12/01/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mer 01/12/21

    Gimme Shelter di mer 01/12/21

    Gimme Shelter - 12/01/2021

  • PlayStop

    Il giusto clima di mer 01/12/21

    La legge di bilancio secondo gli ambientalisti italiani: ne parliamo con Rossella Muroni di Facciamo Eco; Emanuele Bompan, giornalista e…

    Il giusto clima - 12/01/2021

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di mer 01/12/21

    Quel che resta del giorno di mer 01/12/21

    Quel che resta del giorno - 12/01/2021

  • PlayStop

    The Game di mer 01/12/21

    //Ocse, le previsioni dell’ultimo outlook: crescita sbilanciata, più vaccini anti-Covid per non fermare la ripresa. Ma nessun appello a sospendere…

    The Game - 12/01/2021

  • PlayStop

    Muoviti muoviti di mer 01/12/21

    Muoviti muoviti di mer 01/12/21

    Muoviti muoviti - 12/01/2021

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mer 01/12/21

    Di tutto un boh di mer 01/12/21

    Di tutto un boh - 12/01/2021

  • PlayStop

    Poveri ma belli di mer 01/12/21

    Poveri ma belli di mer 01/12/21

    Poveri ma belli - 12/01/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 01/12/21 delle 12:51

    Seconda pagina di mer 01/12/21 delle 12:51

    Seconda pagina - 12/01/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di mer 01/12/21

    Tutto scorre di mer 01/12/21

    Tutto scorre - 12/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di mer 01/12/21

    CALCIOPOLI 2, L'INCHIESTA SULLE PLUSVALENZE con Luciano Mondellini direttore di calcioefinanza.com e Pippo Russo sociologo dello sport. BERLUSCONI E LA…

    Prisma - 12/01/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 01/12/21 delle 07:50

    Seconda pagina di mer 01/12/21 delle 07:50

    Seconda pagina - 12/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 01/12/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 01/12/21

    Rassegna stampa internazionale - 12/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 01/12/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 01/12/21

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 12/01/2021

  • PlayStop

    Caffe nero bollente di mer 01/12/21

    Caffe nero bollente di mer 01/12/21

    Caffè Nero Bollente - 12/01/2021

Adesso in diretta