Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mer 29/01 delle ore 10:29

    GR di mer 29/01 delle ore 10:29

    Giornale Radio - 29/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 29/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 29/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 29/01 delle 07:15

    Metroregione di mer 29/01 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 29/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Cult di mer 29/01 (seconda parte)

    Cult di mer 29/01 (seconda parte)

    Cult - 29/01/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 29/01 (prima parte)

    Cult di mer 29/01 (prima parte)

    Cult - 29/01/2020

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 29/01

    Barrilete Cosmico di mer 29/01

    Barrilete Cosmico - 29/01/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 29/01 (terza parte)

    Prisma di mer 29/01 (terza parte)

    Prisma - 29/01/2020

  • PlayStop

    Pagamenti digitali - Wi-Fi Area del 28/1/20

    Abbiamo parlato di pagamenti elettronici con Valeria Portale, direttore dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce, del Politecnico di Milano, che studia…

    Wi-fi Area - 29/01/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 29/01 (seconda parte)

    Prisma di mer 29/01 (seconda parte)

    Prisma - 29/01/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 29/01 (prima parte)

    Prisma di mer 29/01 (prima parte)

    Prisma - 29/01/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 29/01

    Il demone del tardi - copertina di mer 29/01

    Il demone del tardi - 29/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 29/01 (terza parte)

    le ultime notizie e il quadro della situazione sul corona-virus. In collegamento da Pechino il nostro corrispondente Gabriele Battaglia (terza…

    Fino alle otto - 29/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 29/01 (prima parte)

    il risveglio di Popolare Network, l'edicola, la rubrica accadde oggi (prima parte)

    Fino alle otto - 29/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 29/01 (seconda parte)

    l'edicola di Popolare Network, il brano del giorno (seconda parte)

    Fino alle otto - 29/01/2020

  • PlayStop

    Stile Libero di mar 28/01

    Stile Libero di mar 28/01

    Stile Libero - 29/01/2020

  • PlayStop

    Notte Vulnerabile di mar 28/01

    Notte Vulnerabile di mar 28/01

    Notte vulnerabile - 29/01/2020

  • PlayStop

    L'altro martedi' di mar 28/01

    L'altro martedi' di mar 28/01

    L’Altro Martedì - 29/01/2020

  • PlayStop

    Wi-Fi Area del mar 28/01

    Wi-Fi Area del mar 28/01

    Wi-fi Area - 29/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 28/01 (prima parte)

    Ora di punta di mar 28/01 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 28/01 (seconda parte)

    Ora di punta di mar 28/01 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 29/01/2020

  • PlayStop

    Esteri di mar 28/01

    1- Donald Trump mette i palestinesi davanti al fatto compiuto. Il suo piano di pace presentato questa sera è una…

    Esteri - 29/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 28/01 (prima parte)

    Malos di mar 28/01 (prima parte)

    MALOS - 29/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 28/01 (seconda parte)

    Malos di mar 28/01 (seconda parte)

    MALOS - 29/01/2020

Adesso in diretta
Programmi

Approfondimenti

Contro le Unioni Civili una piazza a metà

Ci sono i cattolici dei gruppi di preghiera, i neocatecumenali, i ciellini accanto ai fascisti del terzo millennio di Casapound; gli scout(rigorosamente non in divisa, l’Agesci l’ aveva proibita) e i nostalgici della fiamma con la celtica tatuata sul braccio; le  famiglie numerose con ingorgo di passeggini al seguito; le suore, i preti e i giuristi per la vita dell’orgogliosamente omofobo avvocato Gianfranco Amato: è questo il popolo del Family Day, terza edizione.

Centinaia di migliaia di persone: non certo i 2 milioni sbandierati dal palco. “Quando ha vinto lo scudetto la Roma eravamo in di più” dice un passante. Tanta gente comunque, che vuole “difendere i bambini” (da una non meglio precisata deriva gender), che sogna la riconquista dell’Europa laicista (“ci hanno detto che siamo il passato ma noi possiamo essere il futuro”) e che fatica a rispondere alle domande dei giornalisti. D’altronde erano stati gli stessi organizzatori a sconsigliarlo: “Non rispondete alle provocazioni” e “i giornalisti mandateli a parlare con noi”, avevano scritto nel vademecum pubblicato sul sito dell’organizzazione. E loro hanno obbedito.

L’articolo completo su Radio Città del Capo

  • Autore articolo
    Riccardo Tagliati
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni