Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 21/01 delle ore 22:31

    GR di mar 21/01 delle ore 22:31

    Giornale Radio - 22/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 21/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 22/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 21/01 delle 19:49

    Metroregione di mar 21/01 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 22/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stile Libero di mar 21/01

    Stile Libero di mar 21/01

    Stile Libero - 22/01/2020

  • PlayStop

    Notte Vulnerabile di mar 21/01

    Notte Vulnerabile di mar 21/01

    Notte vulnerabile - 22/01/2020

  • PlayStop

    L'altro martedi' di mar 21/01

    L'altro martedi' di mar 21/01

    L’Altro Martedì - 22/01/2020

  • PlayStop

    Wi-Fi Area del mar 21/01

    Wi-Fi Area del mar 21/01

    Wi-fi Area - 22/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 21/01 (prima parte)

    Ora di punta di mar 21/01 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 22/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 21/01 (seconda parte)

    Ora di punta di mar 21/01 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 22/01/2020

  • PlayStop

    Esteri di mar 21/01

    Esteri di mar 21/01

    Esteri - 22/01/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 21/01

    Ora di punta di mar 21/01

    Ora di punta – I fatti del giorno - 22/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 21/01 (prima parte)

    Malos di mar 21/01 (prima parte)

    MALOS - 22/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 21/01 (seconda parte)

    Malos di mar 21/01 (seconda parte)

    MALOS - 22/01/2020

  • PlayStop

    Malos di mar 21/01

    Malos di mar 21/01

    MALOS - 22/01/2020

  • PlayStop

    Due di due di mar 21/01 (prima parte)

    Due di due di mar 21/01 (prima parte)

    Due di Due - 22/01/2020

  • PlayStop

    Due di due di mar 21/01 (seconda parte)

    Due di due di mar 21/01 (seconda parte)

    Due di Due - 22/01/2020

  • PlayStop

    Cult di mar 21/01 (seconda parte)

    ira rubini, cult, giuseppe miale di mauro, dodici baci sulla bocca, compagnia nest, elfo puccini, cesare picco, alchemy, connected, marco…

    Cult - 22/01/2020

  • PlayStop

    Cult di mar 21/01 (prima parte)

    ira rubini, cult, giuseppe miale di mauro, dodici baci sulla bocca, compagnia nest, elfo puccini, cesare picco, alchemy, connected, marco…

    Cult - 22/01/2020

  • PlayStop

    Due di due di mar 21/01

    Due di due di mar 21/01

    Due di Due - 22/01/2020

  • PlayStop

    Jack di mar 21/01 (seconda parte)

    Jack di mar 21/01 (seconda parte)

    Jack - 22/01/2020

  • PlayStop

    Jack di mar 21/01 (prima parte)

    Jack di mar 21/01 (prima parte)

    Jack - 22/01/2020

  • PlayStop

    Radio Session 21-01-20

    a cura di Vic White

    Radio Session - 22/01/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 21/01

    Considera l'armadillo mar 21/01

    Considera l’armadillo - 22/01/2020

Adesso in diretta
Programmi

Approfondimenti

Johan Cruyff, filosofia e rivoluzione

Genio, maestro, rivoluzionario, rompicoglioni. È tipico di pochi attrarre l’attenzione, l’amore e l’odio del mondo. Nel caso di Johan Cruyff, morto il 24 marzo del 2016, certamente l’amore e la riconoscenza battono i cattivi sentimenti che una figura gigantesca come la sua si porta dietro.

Oggi si può scoprire qualcosa in più sul numero quattordici più famoso della storia del calcio grazie a una autobiografia pubblicata postuma.

Cruyff, uno che ha insegnato a giocare a pallone prima facendosi ammirare dagli spalti, poi sedendosi in panchina e riversando sugli altri il suo sapere. Lo si preferisce ovviamente nella sua versione in calzoncini, perché qualunque ex grande calciatore lo si preferisce per ciò che è stato in grado di dare in più alla nostra immaginazione, all’immaginario degli appassionati, ai cultori del pallone.

[youtube id=”YU-k-Ots3iY”]

Nel suo caso la vicenda professionale si interseca con quella di un periodo, di una filosofia, che è quella del calcio totale olandese, poi esportato più o meno ovunque. E si mischia al dibattito attuale dei sostenitori del tiki-taka, vera reincarnazione di quel calcio, contro i cosiddetti tradizionalisti, che è più o meno come dire tiki-taka contro resto del mondo.

Ma il calcio non è una scienza, e gli occhi dei tifosi si riempiono di chi li fa inumidire.

L’importanza di Johan Cruyff si misura soprattutto dai tributi ricevuti alla notizia della sua scomparsa. Un riconoscimento imponente, e commovente, che ha coinvolto anche chi, appunto, non era stato un seguace della sua filosofia.

Ajax, Olanda, Barcellona. Le sue tre famiglie, attraversate, vissute e marchiate dalla sua presenza.

[youtube id=”vLN7BaB1k0s”]

Il mondo del calcio, dentro la cui storia Johan Cruyff rimarrà per sempre. Per chi attacca e per chi difende.

Johan Cruyff, “La mia rivoluzione”, Bompiani

  • Autore articolo
    Alberto Schiavone
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni