Foto di Matteo Ceschi
LA SINDACA DI LAMPEDUSA

“Possiamo permetterci tutto tranne il silenzio”

lunedì 25 aprile 2016 ore 18:34

Il discorso della sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini alla piazza del 25 Aprile milanese è stato tra i più sentiti. Un messaggio forte che ha unito la festa della Liberazione al dramma dei migranti.

Tutto possiamo permetterci oggi tranne che il silenzio“, ha detto commossa Giusi Nicolini. “Mentre ero sull’aereo ho pensato al legame tra l’isola piccola che salva la vita e la città grande e bella del sindaco Pisapia, la città che accoglie di più in Italia”.

“Lampedusa in questi anni ha salvato la vita a 300 mila persone, tantissimo per una piccola isola di 5.800 abitanti, pochissimo per l’Europa che da anni grida all’invasione. Da sola Lampedusa li ha presi dal mare e gli ha dato il primo abbraccio. E’ la cosa più importante da fare se vogliamo che poi diventino cittadini”.

Lampedusa, Milano, l’Unione Europea. Dalla crisi dei migranti alla crisi dell’Europa. “Questo è il momento in cui o ci salviamo tutti o non si salva nessuno. Il vero pericolo non sono i profughi, è questa Europa, la sopravvivenza stessa dell’Europa”.

“La Resistenza oggi è necessaria – ha concluso la sindaca – deve essere ancora più dura e deve guardare al Mediterraneo e all’Europa”.

Ascolta il discorso integrale di Giusi Nicolini, sindaca di Lampedusa.

GIUSI NICOLINI 25 APRILE

Aggiornato giovedì 28 aprile 2016 ore 14:46
TAG