elezioni 2016
parla davide galimberti
A Varese il primo sindaco di centrosinistra
Davide Galimberti è il primo sindaco di centrosinistra nella storia della città e interrompe 23 anni di potere leghista. Una sconfitta anche per Maroni
Roma e Torino
La vittoria del M5S: una nuova fase politica nazionale
Il Movimento Cinque Stelle vince e si propone come l'unico antagonista in grado di insidiare seriamente Matteo Renzi
milano
Il difficile compito del sindaco Sala
Sala si è fatto carico da subito della "responsabilità" che lo attende. Se il disegno renziano è in crisi un po' ovunque, in città si è affermato un centrosinistra ancora plurale
torino
Appendino interrompe 25 anni di centrosinistra
La candidata dei Cinque Stelle ha rimontato di 20 punti sul sindaco uscente Piero Fassino, anche grazie ai voti del centrodestra
nostra intervista
Sala: “Sono me stesso, non vi dico palle”
"Parisi continua a menarla col cambiamento poi propone Albertini assessore". Giuseppe Sala ha puntato sul rapporto diretto con gli elettori
Luigi De Magistris
“Napoli de-renzizzata, punto di riferimento nazionale”
Il sindaco di Napoli cerca la riconferma al ballottaggio, forte del 43% dei voti conquistati al primo turno. E per la sua città vede un ruolo nazionale, in funzione antirenziana
trattative a sinistra
Sala-Rizzo, prove di dialogo
A Milano il dialogo tra Sala e la sinistra di Basilio Rizzo per un accordo politico è iniziato ma non è ancora arrivato a un risultato. Renzi si smarca dai ballottaggi
amministrative 2016
Voto locale, interpretazioni nazionali
«Alcuni risultati hanno inevitabilmente un risvolto nazionale». Il politologo Fabio Bordignon ne è convinto, in particolare per il voto di Milano e Bologna
primo turno/ milano
Risultato a rischio per Giuseppe Sala
Una partita che sembrava facile diventa difficile per Sala. L'avversario Stefano Parisi fa bene a esultare: un distacco così minimo con il centrosinistra era inimmaginabile
primo turno/ roma
Raggi, “pronta a essere la prima sindaca di Roma”
Il candidato del Pd Giachetti riesce a strappare il ballottaggio, dopo un testa a testa per il secondo posto con Giorgia Meloni. Virginia Raggi festeggia l'ottimo risultato con il direttorio dei Cinque Stelle, ma senza Grillo. Partiva avvantaggiata ed è riuscita a raccogliere i voti dei delusi