Approfondimenti

Riformisti o conservatori, l’Iran sceglie il suo futuro

Il futuro dell’Iran dipenderà anche dalle elezioni di oggi. Da una parte ci sono i riformisti del presidente uscente Hassan Rouhani, che ha portato all’accordo sul nucleare e alla rimozione delle sanzioni internazionali. Dall’altra i conservatori, con Ebrahim Raisi, ben visto dai vertici religiosi e popolare soprattutto nelle regioni più povere e tradizionaliste.

Hassan Rouhani, il favorito, è stato il presidente della stabilità, dell’inclusione e della moderazione. L’economia è tornata a crescere, l’inflazione è scesa dal 40% a meno del 10%, e ci sono state anche delle timide aperture sociali. Molti giovani di Teheran sono con lui. “Con Rouhani abbiamo avuto più libertà”, ci dice una ragazza con un velo color viola che le copre solo una parte del capo. “Non possiamo dire che sia tutto perfetto. I cambiamenti economici e sociali sono ancora molto lenti. Ma nulla a che vedere con quello che c’era prima”. Il riferimento è alla presidenza di Ahmadinejad.

Qui non è in gioco la Repubblica Islamica. L’Iran non è una democrazia e il sistema non viene messo in discussione. Ma in questi ultimi anni un’apertura c’è stata, a partire da quella verso l’esterno. Con la rimozione del blocco economico – che aveva messo in ginocchio il Paese – l’Iran è stato riammesso nella comunità internazionale. Ancora una volta molti giovani – che fanno più di un terzo della popolazione iraniana – vorrebbero che la direzione rimanesse questa. “Rouhani ci ha ridato la speranza. È stato più attento alle esigenze dei giovani – ci spiega un ragazzo durante un raduno elettorale – e finalmente ha messo al governo figure professionali e competenti che hanno portato innovazione nel Paese”.

Il presidente iraniano ha poteri limitati, sopra di lui ci sono i vertici religiosi, non eletti, ma le elezioni ci possono comunque indicare in che direzione andranno il Paese e lo stesso regime.

Rispetto ai sostenitori di Rouhani, quelli del conservatore Raisi hanno in mente un modello diverso di Repubblica Islamica. Meno aperture e più attenzione ai problemi concreti della gente. Una posizione che fa leva sull’aumento della disoccupazione nonostante la ripresa delle esportazioni di petrolio. Un ragazzo avvolto in una grossa bandiera iraniana ci racconta perché vuole un cambio di governo. “Noi vogliamo un presidente concentrato sul Paese, sulle esigenze dei giovani, sul lavoro, sulla nostra economia, non sulle relazioni internazionali”.

Ebrahim Raisi non vuole cancellare l’accordo sul nucleare, non ne avrebbe nemmeno i poteri. Il candidato conservatore è popolare soprattutto nelle regioni più povere e tradizionaliste del Paese. Secondo alcune voci potrebbe anche diventare la prossima guida suprema, la massima carica nella gerarchia iraniana. Un’altra sua sostenitrice, completamente coperta di nero, pensa che questa sia un’ottima cosa: “L’obiettivo principale della Rivoluzione Islamica del ‘79 era preparare il ritorno del dodicesimo santo, Mahdi, il nostro salvatore. Raisi è la figura ideale per accompagnarci a quel momento”.

L’Iran è il Paese più potente di tutto il Medio Oriente, con forti interessi in tutta la regione, pensate solo alla guerra in Siria, alla campagna contro l’ISIS in Iraq, oppure al conflitto in Yemen. All’orizzonte non ci sono cambi di rotta sulla politica estera, e lo scontro elettorale rimane all’interno di un sistema rigido e ben definito. Ma il voto di oggi ci potrà comunque dire come sarà nei prossimi anni la Repubblica Islamica dell’Iran.

  • Autore articolo
    Emanuele Valenti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 18/06/21 delle 19:50

    Metroregione di ven 18/06/21 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 19/06/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Mash-Up di sab 19/06/21

    Mash-Up di sab 19/06/21

    Mash-Up - 19/06/2021

  • PlayStop

    Doppia Acca di ven 18/06/21

    Doppia Acca di ven 18/06/21

    Doppia Acca - 19/06/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di ven 18/06/21

    News Della Notte di ven 18/06/21

    News della notte - 19/06/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di ven 18/06/21

    A casa con voi di ven 18/06/21

    A casa con voi - 19/06/2021

  • PlayStop

    Esteri di ven 18/06/21

    1-Francia. Elezioni regionali questa domenica...Focus sulla regione PACA, Provenza-Alpi-Costa Azzurra , diventata il laboratorio per le presidenziali 2022. Reportage da…

    Esteri - 19/06/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 18/06/21

    Ora di punta di ven 18/06/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/06/2021

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 18/06/21

    Follow Friday di ven 18/06/21

    Follow Friday - 19/06/2021

  • PlayStop

    Lupi giganti e cani fantasma

    ..Margherita Fruzza, Pink washing, rainbow washing, scienza, scienziatissimo, Andrea bellati, cani, cane, estinto

    1D2 - 19/06/2021

  • PlayStop

    Jack di ven 18/06/21

    intervista a Andrea Cegna e Danilo De Biasio per Festival Diritti Umani

    Jack - 19/06/2021

  • PlayStop

    Stay Human di ven 18/06/21

    Stay Human di ven 18/06/21

    Stay human - 19/06/2021

  • PlayStop

    Memos di ven 18/06/21

    Lina Khan, 32 anni, giurista laureata a Yale, docente alla Columbia Law School, è stata nominata dal presidente Usa Biden…

    Memos - 19/06/2021

  • PlayStop

    Giovanni Candida, Il burrone e il salto

    GIOVANNI CANDIDA - IL BURRONE E IL SALTO - presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 19/06/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 18/06/21

    Il risveglio di Popolare Network, l'edicola. La rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: 18 giugno 1815 – Europa,…

    Fino alle otto - 19/06/2021

  • PlayStop

    Cult di ven 18/06/21

    ira rubini, cult, bardolino fim festival, barbara sorrentini, tiziana ricci, casa degli artisti milano, avrei brio, stay hungry, teatro franco…

    Cult - 19/06/2021

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 18/06/21

    Con Chiara Delmastro, ricercatrice dell’International Energy Agency, parliamo di energia e, in particolare, dei consumi energetici degli edifici; Letizia Palmisano,…

    C’è luce - 19/06/2021

  • PlayStop

    Prisma di ven 18/06/21

    Prisma di ven 18/06/21

    Prisma - 19/06/2021

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 18/06/21

    Il Giorno Delle Locuste di ven 18/06/21

    Il giorno delle locuste - 19/06/2021

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 18/06/21

    Serve And Volley di ven 18/06/21

    Serve&Volley - 19/06/2021

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 17/06/21

    dopo due puntate dedicate alle novità discografiche..ROTOCLASSICA torna al normale impaginato..giovedi' 17 giugno alle 23..sulle frequenze di Radio Popolare:....-La meravigliosa…

    Rotoclassica - 19/06/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di gio 17/06/21

    News Della Notte di gio 17/06/21

    News della notte - 19/06/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 17/06/21

    in diretta dallo scalo ferroviario di porta genova - Alessandro Diegoli in co-conduzione.

    A casa con voi - 19/06/2021

Adesso in diretta